Napoli, Gattuso dopo il ko con il Genoa: “Ci siamo fatti due gol da soli”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:28
0

Rino Gattuso commenta la sconfitta del suo Napoli contro il Genoa 2-1, il tecnico si rammarica ma solo per il risultato.

Napoli Gattuso
L’allenatore del Napoli Gennaro Gattuso durante la sfida contro il Genoa (Credits: Getty Images)

Il Napoli gioca, il Genoa segna e vince. E’ questo il riassunto della sfida di questa sera a Marassi che alla fine vede gli azzurri tirare ben 26 volte verso la porta di Perin. Anche per questo Gattuso a fine gara dice: “è stata la stessa partita che abbiamo fatto contro lo Spezia. Oggi faccio i complimenti alla squadra, abbiamo fatto tutto noi, ci siamo fatti due gol da soli. E’un periodo così, paghiamo gli errori a caro prezzo e poi ci stiamo allenando poco, si gioca sempre”. E dire che qualche alibi Gattuso lo avrebbe, l’errore di Maksimovic è clamoroso e spiana la porta a Pandev perl’1-0 e poi ci sono gli assenti. Koulibaly e Ghoulam fuori a causa del Covid, Fabian Ruiz a casa perché appena guarito dal virus e Insigne e Osimhen a mezzo servizio.

LEGGI ANCHE: Genoa-Napoli 2-1 cronaca, tabellino, voti, classifica

Le parole di Gattuso dopo Genoa-Napoli 2-1

“Ci sta girando male – ammette Gattuso – c’è rammarico perché prendiamo tanti gol fotocopia, e questo ci fa male”. Forse un difetto di questo Napoli, almeno stasera, è quello di entrare poco in area: “ma alla squadra non posso rimproverare nulla, anche perché in area ci siamo arrivati quattro o cinque volte – prosegue Gattuso a DAZN – abbiamo fatto tutto quello che dovevamo fare”.

Di positivo c’è che il Napoli ha concesso pochissimo: “e ancora devo fare i complimenti alla mia squadra – dice il tecnico – però va detto che in fase di costruzione facciamo tanta fatica”. Ora gli azzurri hanno 37 punti e domani rischiano di perdere il quinto posto se la Lazio dovesse battere il Cagliari, ma più che la graduatoria c’è qualcosa d’altro che agita Gattuso: “i numeri non mentono. Non è la prima volta che costruiamo tanto, concediamo poco e poi perdiamo”. A questo proposito sembra fondamentale il recupero di Osimhen: “Sta facendo di tutto per recuperare – conclude Gattuso – è stato fermo tre mesi, è normale che non sia al cento per cento. Rispetto a Petagna ci dà più profondità e più soluzioni”.