Sampdoria, Ranieri dopo il Benevento: “Mi dispiace, non abbiamo dato tutto”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:35
0

Il tecnico della Sampdoria, Claudio Ranieri parla ai margini della sfida contro il Benevento conclusa 1-1 con i gol di Caprari e Keita.

Sampdoria Ranieri Benevento
L’allenatore della Sampdoria, Claudio Ranieri durante la sfida con il Benevento (Credits: Getty Images)

Un punto che lascia la classifica invariata, i blucerchiati restano decimi, ma che serve a ripartire subito, dopo la sconfitta con la Juventus. Il pari è un risultato che a Ranieri piace: “è un buon punto – dice il tecnico – non siamo riusciti a fare quello che volevamo e quindi va bene così, meglio di perdere sicuramente lo è”.

L’analisi della sfida entra poi nel particolare: “nel primo tempo abbiamo avuto in mano le redini del gioco, anche se Caprari ha avuto un’occasione. Nella ripresa la luce si è spenta e poi ci hanno fatto gol, Audero ha salvato in paio di occasioni con delle belle parate. Per fortuna alla fine l’abbiamo ripresa”. Merito di Keita che segna la rete del pareggio anche se fa quasi tutto il gioiellino Damsgaard che scappa a destra e offre al compagno un pallone solo da spingere in porta.

LEGGI ANCHE: Benevento-Sampdoria 1-1, cronaca, tabellino, voti, classifica

Sampdoria, le parole di Ranieri dopo l’1-1 con il Benevento

La stagione della Sampdoria è positiva, con 27 punti i blucerchiati sono decimi ma Ranieri avverte tutti: “è un momento in cui basta poco per essere invischiati nella zona retrocessione. Va però detto che basta altrettanto poco per toglierci delle soddisfazioni, insomma non siamo né di qua né di là. Siamo in una buona posizione, proviamo a fare più punti possibili”.

Il problema è che al Vigorito la Samp non è stata molto brillante: “oggi non abbiamo dato tutto e questo mi dispiace, dobbiamo giocare con voglia e determinazione, lo dico sempre ai ragazzi”. L’ingresso di Damsgaard ha cambiato la gara: “quando lo mandi in campo fa spesso la differenza, ma è giovane e si sta affacciando solo ora in Serie A. Può fare diversi ruoli, mi offre molte possibilità sia dall’inizio che a gara in corso, è sempre pronto e disponibile”.

Da un giovane ad un veterano, Quagliarella: “per noi è importantissimo – conclude Ranieri a Sky – ci saranno partite in cui riposerà e altre in cui giocherà dall’inizio, non ci vedo nulla di strano, è un campione di cui abbiamo bisogno”.