Spal: errori arbitrali, Marino “Meritiamo più attenzione e rispetto”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:14
0

Marino parla in conferenza stampa del match di domani contro il Pordenone. Riferendosi alle ultime vicende arbitrali che hanno penalizzato la sua squadra, non usa mezzi termini “Meritiamo più attenzione e rispetto”.

Marino "Meritiamo più attenzione e rispetto"
Marino è perplesso su alcuni torti subiti (by Getty Images)

Spal che non vince da 3 partite, c’è motivo di rivincita contro il Pordenone? Si, a prescindere, dobbiamo pensare a fare il massimo. Pur se in emergenza numerica, la squadra andrà in campo con lo spirito giusto. Sono contento dell’approccio, Cremona a parte. Certe cose a noi non riguardano. Dobbiamo recuperare i punti persi.

Farà turnover? “Qualcosa dovrò cambiare, Valoti è un punto interrogativo, ad esempio. Dovrò valutare domani, ma in mezzo ho diverse opzioni”

E’ vero che ogni partita fa storia a sè, il  Pordenone che affronterete domani sarà diverso da quello dell’andata…ma che squadra si aspetta? “Una squadra difficile da affrontare, solida. Noi dobbiamo avere l’atteggiamento delle ultime gare. Non può andar sempre male”

Murgia non è stato convocato, qual è la sua situazione, visto che era dato per partente nel mercato appena conclusosi ed invece è rimasto? “Al momento in quel reparto siamo coperti, lui doveva andar via, lo aveva chiesto…ma al momento ho diverse alternative”

Fin qui sulle questioni arbitrali lei ci ha sempre messo la faccia. Si attende una presa di posizione anche della società? “Io ero arrabbiatissimo per come sono andate le cose l’ultima volta a Cosenza, ma alla squadra ho detto di pensare al campo e di non cadere nel vittimismo. Tuttavia pensiamo che una società come la SPAL e una città come Ferrara, comunque, meritino rispetto. Per ora ho visto molti episodi negativi, vorrei solo ci dessero il nostro, non voglio favori o compensazioni. Occorrerebbe maggior attenzione nei confronti di una squadra che fa sacrifici. Dispiace per questo, paghiamo dazio per questo. Se perdo perché sbaglio una sostituzione o una scelta tecnica, lo accetto. Ma così fa male.”.

Crede che la concorrenza possa giovare ad Esposito? “Il ragazzo è serio e maturo, al momento vive un calo fisiologico, molto naturale, visto che ha tirato la carretta per molto tempo. La concorrenza, per chi ha carattere, aiuta la crescita”.

Vedremo Tumminello domani? “Non lo so, ma credo abbia ancora bisogno di tempo. Sernicola invece è convocato e sta bene”

Di Francesco? “Sta bene anche lui, si è allenato col gruppo. Non possiamo pensare di averlo per 90 minuti, però. Floccari non sarà convocato. Asencio al momento non posso valutarlo, non l’ho ancora mai visto col gruppo”

Il Pordenone dà il meglio in trasferta. Punti di forza e debolezza secondo lei? “Noi dobbiamo fare quello che sappiamo fare. Sarà difficile, sono compatti dietro e a centrocampo. Ma noi dobbiamo fare le cose che vanno fatte, senza snaturarci. Come abbiamo fatto con il  Cosenza, anche se alcuni giornalisti l’hanno vista in modo diverso, dando molte insufficienze. Ma ognuno ha il suo modo di leggere le gare. I ragazzi dovranno ascoltare quanto dirò loro e stare concentrati”.

LEGGI ANCHE -> Pordenone-L.R. Vicenza 1-2: highlights, tabellini e classifica

I prossimi 2 incontri saranno importanti. Come ci arriva la Spal? “Possiamo solo migliorare, appena tutti saranno in condizione. Adesso sono contento di quanto vedo fare ai ragazzi, dopo avremo più possibilità di scegliere e questo sarà un bene per il futuro”.

Esposito e Valoti sono diffidati. La condizioneranno? “Non siamo nella condizione di poter fare questi calcoli. Gioca chi sta meglio e chi ha recuperato bene”.

Come vede Moro? “Sta migliorando, vedremo”.

Asencio e Tumminello faranno un passaggio nella Primavera, per agevolare il loro rientro? “Al momento non so esprmermi. Potrebbe capitare, specialmente per Tumminello che da più tempo non gioca partite ufficiali. Ma è presto per dirlo. Di Francesco allo stesso modo non so dirvi se potrà sostenere i novanta minuti domani, dato che si allena da soli 3 giorni con noi”.