Brahim Diaz, il suo futuro al Milan dipende da Zidane

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:30
0

Il Milan starebbe mettendo appunto un piano per trattenere Brahim Diaz. In Spagna ne sono certi: Zidane, suo grande estimatore, è pronto a uscire di scena. E i rossoneri intanto gongolano…

Brahim Díaz, classe 1999, è stato uno dei colpi del Milan di Elliott nello scorso calciomercato estivo. I dirigenti rossoneri Paolo Maldini e Frederic Massara, infatti, sono riusciti a strappare al Real Madrid il funambolo ispano-marocchino che, alla ‘Casa Blanca‘, osservava gli altri giocare.

Leggi anche——-> Milan, si monitora Boulaye Dia per il reparto offensivo

Brahim Diaz, ecco il suo futuro

Il suo impatto con il mondo rossonero è stato buono. Brahim Díaz è andato molto bene nel girone di Europa League, dove ha messo a segno 3 gol in 6 gare giocando con continuità. Un po’ meno bene, forse, nel campionato di Serie A, dove comunque ha segnato una rete e fornito 3 assist. Con i suoi 698′ distribuiti, però, nell’arco di 15 presenze.

Ma il talento c’è, la stoffa è ottima e, per questo, il Milan vorrebbe trattenere Brahim Díaz anche nelle stagioni a venire. Attualmente, come noto, il calciatore è in prestito secco dal Real Madrid. La scorsa estate, infatti, il club presieduto da Florentino Pérez, pur contento di mandare il calciatore a fare esperienza a Milano, non ha voluto perdere il controllo sul suo destino.

Questo perché Brahim Díaz ha in Zinedine Zidane, tecnico delle ‘Merengues‘, un suo grande estimatore che lo avrebbe voluto avere a disposizione nella stagione 2021-2022. La situazione, però, sta cambiando radicalmente in questi giorni. In Spagna, infatti, sottolineano come l’esperienza di Zidane sulla panchina del Real Madrid sia ormai prossima alla conclusione. Si arriverà a fine stagione e poi, qualsiasi saranno stati i risultati, le strade di ‘Zizou‘ e del club madrileno si divideranno ancora, per l’ultima volta.

Il Milan, pertanto, avrebbe la strada spianata per trattenere Brahim Diaz nel prossimo calciomercato estivo. Come già vi avevamo spiegato qualche giorno fa, sono due le strade che potrebbe battere il club rossonero per far sì che ciò avvenga. La prima, è fare un’offerta per il riscatto a titolo definitivo del cartellino del giocatore. Il Real Madrid valuta Brahim Díaz almeno 25 milioni di euro; il Diavolo vorrebbe, nel caso, scendere massimo a 20.

La seconda, ovvero quella che al momento sembra più probabile, è il rinnovo del prestito secco e gratuito per un’altra stagione, di modo che il Milan possa avere a disposizione Brahim Diaz anche l’anno venturo, magari in Champions League, e che il Real possa valorizzare ulteriormente il proprio giocatore su palcoscenici più prestigiosi. Con il CoVid che ha disastrato i bilanci di quasi tutti i club d’Europa, una sorta di ‘gentlemen agreement‘ tra società che vantano ottimi rapporti per non rimetterci né dall’una né dall’altra parte.

Dopo aver chiuso la questione relativa ai rinnovi di alcuni dei suoi big, dunque, il Milan avvierà i primi, veri colloqui con il Real Madrid per stabilire il futuro di Brahim Diaz. Che, dal canto suo, in rossonero resterebbe più che volentieri.