Bayern Monaco-Tigres 1-0: tabellino, cronaca, highlights e albo d’oro

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:52

E’ terminata la finale del Mondiale per club: qui formazioni, cronaca live, highlights, tabellino e pagelle di Bayern Monaco-Tigres. Tedeschi col pieno di trofei nel 2020: arriva il sesto

Lewandoski (Photo by Gaston Szerman/DeFodi Images/Getty Images)
Lewandoski (Photo by Gaston Szerman/DeFodi Images/Getty Images)

 

Bayern-Tigres 1-0, il tabellino

Rete: 59′ Pavard

Bayern Monaco (4-2-3-1): Manuel Neuer 6; Niklas Süle 6.5, Benjamin Pavard 7, Alphonso Davies 7, Lucas Hernández 6.5, David Alaba 6.5, Joshua Kimmich 6.5, Serge Gnabry 6.5 (64′ Tolisso 6), Robert Lewandowski 6.5 (73′ Choupo-Moting 6), Leroy Sané 6.5 (73′ Musiala 6), Kingsley Coman 6.5. A disposizione: Lukas Schneller, Ron-Thorben Hoffmann, Bouna Sarr, Marc Roca, Tiago Dantas, Douglas Costa. Allenatore: Hansi Flick.

Tigres (4-4-2): Nahuel Guzmán 5.5; Carlos Salcedo 6, Diego Reyes 6, Luis Rodríguez 5.5, Rafael Carioca 5.5, Guido Pizarro 6, Javier Aquino 6, Jesús Dueñas 6, André-Pierre Gignac 6.5, Luis Quiñónes 6 (80′ Fernandez sv), Carlos González 6. A disposizione: Juan Chávez, Arturo Delgado, Hugo Ayala, Juan Sánchez Purata, Aldo Cruz, Francisco Meza, Jordan Sierra, Raymundo Fulgencio, Erick Ávalos, Julián Quiñones, Patrick Ogama. Allenatore: Ricardo Ferretti.

Arbitro: Ostojich (Uruguray) 6

Ammoniti: 41′ Dueñas, 69′ Rodriguez

Bayern-Tigres 1-0, cronaca live

ORE 19 – E’ iniziata la finale del Mondiale per club tra Bayern Monaco e Tigres. Appuntamento con la storia per i messicani, che mai hanno alzato l’ex Coppa Intercontinentale, mentre i tedeschi vanno a caccia del quarto titolo e del sesto trofeo nel 2020. A sorpresa è subito il Tigres a iniziare forte con un cross di Salcedo per la testa di Gignac al centro dell’area di rigore che viene deviato in angolo dalla difesa tedesca. I messicani ammortizzano gli attacchi del Bayern fin dai primi minuti, poi grande spavento per i messicani al 17‘: destro potentissimo e molto angolato di Kimmich che batte Guzman. Sarebbe gol, ma sulla traiettoria c’è Lewandowski in fuorigioco. Con l’ausilio del Var l’arbitro annulla l’1-0. 

Al 23′ Bayern ancora vicinissimo al vantaggio con una ripartenza impressionante, sorretta da cinque uomini: un cross di Davies viene soffocato all’ultimo istante prima di essere agguantato a centro area. Al 33′ esterno dell’incrocio dei pali per Sanè, pescato in area sugli sviluppi di un corner: Bayern sempre pericolosissimo. Il Tigres resiste con fierezza e non consegna altre grandi occasioni da rete ai tedeschi negli ultimi 10 minuti della prima frazione. 0-0 al 45′.

Ripresa. Coman, Sané e Gnabry ci provano nei primi minuti di gioco. Un destro a giro proprio di Gnabry finisce di pochissimo fuori. Il Bayern aumenta i giri del motore. La svolta al 59′: 1-0 di Pavard, che sfrutta un cross dalla destra arpionato di testa da Lewandowski a centro area. Il bomber anticipa il portiere Guzman e di fatto realizza una sponda per il destro vincente del francese a porta vuota. Il Var conferma: tutto regolare, nessun fuorigioco. 1-0 Bayern.

L’albo d’oro del Mondiale per club: bis del Bayern dopo 7 anni

2005 – San Paolo, 2006 – Internacional, 2007 – Milan, 2008 – Manchester United, 2009 – Barcellona, 2010 – Inter, 2011 – Barcellona, 2012 – Corinthias,
2013 – Bayern Monaco, 2014 – Real Madrid, 2015 – Barcellona, 2016 – Real Madrid, 2017 – Real Madrid, 2018 – Real Madrid, 2019 – Liverpool, 2020 (2021 per il Covid) – Bayern Monaco

Notizie dal campo: out Muller e Boateng

Notizie dal campo. Il tecnico del Bayern Hans-Dieter Flick aveva un dubbio di formazione: Hernandez vince il ballottaggio con Tolisso, mentre è assente Müller sulla trequarti dopo la positività al Covid. Confermati Sané e Coman sugli esterni e Gnabry al centro, a supporto di Lewandowski. Tra gli indisponibili c’è anche Jerome Boateng, rientrato a Berlino dopo la notizia della morte dell’ex fidanzata Kasia Lenhardt nel suo appartamento. In casa Tigres Ferretti  conferma Gonzalez in qualità di partner offensivo di Gignac, punta di diamante di un solido 4-4-2 vecchio stampo.

Bayern-Tigres, tedeschi a caccia del sesto trofeo nel 2020

Servirà nuovo spazio in bacheca nella sede del Bayern Monaco? Probabilmente sì, almeno questo dicono i pronostici…I tedeschi hanno già fatto il pieno di trofei nel 2020, vincendo praticamente tutto, ma questa sera a Doha (capitale del Qatar) può arrivare pure il Mondiale per Club. Nella finale in programma alle 19 italiane gli avversari sono i messicani del Tigres, campioni del Nord America che a sorpresa hanno eliminato in semifinale il Palmeiras dopo aver sconfitto ai quarti l’Ulsan Hyundai. Appuntamento con la storia proprio per i messicani, prima compagine CONCACAF a lottare per la vittoria dell’ambita coppa, mai vinta prima. Per i tedeschi, invece, si tratterebbe del quarto alloro mondiale, il secondo da quando la competizione ha assunto la denominazione di Mondiale per Club (prima era Coppa Intercontinentale). Le precedenti vittorie sono datate 1976, 2001 e 2013.

Il Bayern ha staccato il biglietto per la finale superando in semi i campioni d’Africa dell’Al Ahly. La compagine tedesca, sotto la gestione Flick, va a caccia questa sera del sesto trofeo del lungo anno 2020. Riflettori puntati sui due bomber fortissimi e completi: da una parte Robert Lewandowski, autore della doppietta decisiva che ha permesso al Bayern di battere l’Al-Ahly, dall’altra il bomber francese André-Pierre Gignac che ha trasformato il rigore della vittoria contro il Palmeiras. Entrambi sono a caccia della prima affermazione mondiale dopo aver raggiunto la gloria continentale in America e in Europa; per Lewandowski sarebbe la ciliegina perfetta sulla torta di una carriera che lo ha visto vincere praticamente tutto a livello di club. Solo nel 2020 l’elenco dice: Champions League, Bundesliga, Coppa di Germania, Supercoppa Europea, Supercoppa di Germania, Calciatore Europeo dell’anno ed il recente Miglior Calciatore dell’anno ai Globe Soccer Awards. Gignac, invece, pur avendo realizzato 7 gol con la maglia della Nazionale francese non ha mai alzato un trofeo e si è piazzato solo al 2° posto agli Europei 2016 con la maglia dei galletti.

Precedenti e curiosità: diretta live Meteoweek

La grande curiosità è proprio questa: nessun precedente nella storia del calcio tra queste due formazioni tedesca e messicana. Sarà quindi un match tutto da scoprire, totalmente inedito, quello in programma questa sera a Doha alle 19 italiane. Meteoweek seguirà in diretta l’evento con cronaca live, pagelle, highlights e post-gara.