Reggiana, mister Alvini commenta la sconfitta col Chievo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:15
0

Una sconfitta che sa di beffa per la Reggiana. Finisce 1-0 sul campo del Chievo grazie al gol di Obi nei minuti di recupero. Max Alvini ha commentato la partita in conferenza stampa. Scopri le sue dichiarazioni.

Max Alvini (via tuttoreggiana.com)

Mastica amaro mister Alvini. La Reggiana esce a testa alta dal Bentegodi di Verona ma il risultato premia il Chievo. Finisce 1-o con la firma di Joel Obi in pieno recupero. I granata hanno condotto per larghi tratti la partita ma la difesa gialloblù si è dimostrata impenetrebile. La situazione in classifica si fa complicata per i granata, in piena zona retrocessione. Il tecnico degli emiliani è intervenuto in conferenza stampa per commentare la gara.

LEGGI ANCHE-> Chievo-Reggiana 1-0: tabellino, sintesi e classifica

LEGGI ANCHE-> Chievo, Alfredo Aglietti: “Tre punti di platino”

Le parole di Alvini

Mister, la sconfitta di questa sera è la più immeritata della stagione? “Una sconfitta che non ci sta, ma alla fine sono i punti che contano”.

Pensa che sia stata la miglior prova della Reggiana, soprattutto nel primo tempo? “Non parlerei solo di primo tempo, ma di 90 minuti escluso il recupero. Fare una gara del genere a Verona sul piano tecnico e tattico vuol dire aver fornito una prestazione importante”.

Le tante novità dall’inizio sono state dettate dal triplo impegno settimanale o dalla voglia d sorprendere il Chievo? “Cerofolini e Del Pinto erano infortunati, mentre Ardemagni non stava benissimo e quindi non l’abbiamo rischiato. La squadra è sempre sul pezzo, ho deciso di fare queste rotazioni ed ero sicuro che i ragazzi avrebbero risposto bene. Li vedo allenarsi e so quello che mi possono dare: non c’erano scelte in funzione del Chievo”.

Seconda sconfitta esterna in cui la squadra gioca bene ma non raccoglie nulla: cosa è mancato per fare punti? “A Pisa abbiamo fatto un buon primo tempo, mentre oggi abbiamo giocato bene sul piano tecnico, della disciplina e dell’ordine contro la seconda in classifica. I calciatori devo crescere nel prendere atto durante la partita di situazioni che possono accadere. Questo è un lavoro che stiamo cercando di fare, per migliorare ulteriormente questi ragazzi”.

Nonostante la beffa finale, sente crescere la fiducia di questo gruppo? “Io non ho mai perso la fiducia in questa squadra, che ha giocato delle partite male ma ha anche avuto diverse problematiche. La squadra ha un obiettivo chiaro e farà di tutto per raggiungerlo. Sa quello che deve fare e risponde in modo positivo. Devo solo fare i complimenti ai ragazzi per come stanno interpretando le partite. C’è da migliorare sul piano, fisico, tecnico e della coscienza personale, però ci siamo”.

Cosa ha detto ai ragazzi negli spogliatoi? “Ho detto che per migliorare devono dare sempre il loro meglio e che oggi non meritavano assolutamente di perdere, perché quando vieni qua e fai una prestazione del genere devi portare a casa punti. Ho detto loro di seguirmi, in quello che è il percorso per arrivare alla salvezza”.