Mondiali di Cortina: Corinne Suter vince la discesa libera

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:56

La svizzera regala la seconda medaglia d’oro al femminile al suo Paese ai Mondiali di Cortina. Rivelazione Weidle, seconda davanti alla campionessa di SuperG Gut-Behrami. Curtoni ottava, è la migliore delle italiane.

suter mondiali di cortina meteoweek
La gioia della nuova campionessa del mondo – meteoweek.com (Photo by Alexander Hassenstein/Getty Images)

Continua il dominio della Svizzera ai Mondiali di Cortina, almeno per quanto riguarda le donne. Dopo il trionfo di Lara Gut-Behrami nel SuperG di tre giorni fa, arriva la grande vittoria per Corinne Suter nella discesa libera femminile. Una prova stratosferica per l’atleta elvetica, la quale è scesa alla grande sulla pista di Cortina d’Ampezzo e ha spazzato via la concorrenza, che era agguerrita più che mai. In una disciplina che alla vigilia del Mondiale è rimasta orfana della nostra Sofia Goggia, sul podio salgono anche la tedesca Kira Weidle e la stessa Gut-Behrami.

La prova della vincitrice della seconda gara dei Mondiali di Cortina è stata straordinaria fin dalle prime porte, con la capacità di far scorrere lo sci e di pennellare le curve in piena velocità. Il suo tempo è stato indiscutibilmente il migliore, anche perchè la Suter è stata capace di una gara senza sbavature. Lo stesso non si può dire della Weidle, che ha sciato bene nel tratto finale. La tedesca, però, ha perso tanto nel tratto iniziale e può maledire quei due decimi che ha perso rispetto alla nuova campionessa del mondo di discesa libera.

Un discorso simile lo può fare Lara Gut-Behrami. La neo-campinessa del mondo di SuperG ha fatto una grande gara per quasi tutta la durata della sua discesa. Peccato che dopo il lungo curvone abbia allargato troppo la linea, finendo sulla neve riportata e perdendo quella velocità che si rivela decisiva. Ma alle spalle della Suter e della Gut-Behrami ci sono altre due grandi protagoniste, come Ester Ledecka e Michelle Gisin. La ex campionessa di SuperG colleziona un altro quarto posto, dimostrando come sia in grandissima forma. L’altra svizzera in gara chiude quinta a pari merito con l’austriaca Siebenhofer.

Leggi anche -> Gut-Behrami gioisce, Brignone e Bassino deluse

Mondiali di Cortina, indietro le italiane

Si può decisamente mangiare le mani Breezy Johnson, se non altro per un piazzamento sul podio che poteva tranquillamente arrivare. L’americana giungeva a questa discesa libera dei Mondiali di Cortina in ottime condizioni di forma, oltre che con maggiori spiragli dati dal forfait della Goggia. Peccato che dopo pochissime porte abbia commesso un errore grave, che le ha fatto perdere almeno quegli otto decimi che le mancano per essere sul podio. Davanti a lei anche Tamara Tippler, anch’essa in zona podio fino al penultimo intermedio ma costretta a perdere nel finale.

Leggi anche -> Sci: Dominik Paris primo nelle prove della discesa

Capitolo italiane – Si sapeva che per i nostri colori sarebbe stata una gara sottotono, quantomeno nella corsa per le medaglie. Sofia Goggia non è partita per i Mondiali di Cortina, mentre Marta Bassino e Federica Brignone hanno rinunciato per concentrarsi su slalom gigante e combinata. La migliore delle azzurre è stata una bravissima Laura Pirovano, capace di piazzarsi in dodicesima posizione. Un po’ più indietro Nadia Delago e Francesca Marsaglia, mentre l’ultima a scendere è stata Elena Curtoni. Da parte sua ci si poteva aspettare qualcosa di importante, ma le altre sono state di un altro pianeta: ottavo posto per lei.