Sassuolo, De Zerbi: “Torneremo quelli di prima, Berardi fondamentale”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:27

Il tecnico del Sassuolo presenta l’insidiosa sfida sul campo del Crotone. De Zerbi non si fida dell’ultimo posto dei calabresi. Sul piano delle assenze, pesa ovviamente quella di Boga.

de zerbi sassuolo
De Zerbi vuole risalire la china – meteoweek.com (photo by Getty Images)

Il Sassuolo cerca risposte e soprattutto cerca riscatto, in una sfida sulla carta facile. La formazione neroverde andrà domani a fare visita al Crotone, formazione che chiude la classifica di Serie A dopo 21 partite e sembra quasi spacciata davanti allo spettro della retrocessione. In ogni caso, Roberto De Zerbi non si fida della condizione disperata in cui versano i pitagorici. Anzi, proprio il fatto di trovarsi alla gola potrebbe rendere i padroni di casa più difficili da affrontare. Ma anche il Sassuolo non se la passa bene, visto il rendimento di queste prime gare del 2021.

Andiamo a leggere le dichiarazioni rilasciate da Roberto De Zerbi in conferenza stampa.

Un Sassuolo in ripresa – “Il campionato è ancora lunghissimo, c’è tempo per far tutto. Credo che stiamo attraversando un momento difficile, ma ci sono anche i segnali che pian piano stiamo venendo fuori da problemi fisici e di condizione. Non ci gira benissimo, magari prima stavamo peggio e girava meglio. Ritorneremo quelli veri, quelli a cui ci siamo abituati in questi anni”.

Attacco in crescita – “Ci sono gli elementi che mi fanno pensare che torneremo brilanti, come ha fatto vedere Caputo. Questa settimana abbiamo fatto delle valutazioni fisiche e siamo in crescita rispetto a 20 giorni fa. Anche Defrel sta meglio ed è un giocatore molto importante per noi. Djuricic e Traorè stanno meglio. Abbiamo perso Boga ma abbiamo recuperato Berardi. Possiamo pensare che da qui a breve potremo tornare quelli di inizio campionato”.

Troppi gol da palla inattiva – “Abbiamo fatto una-due partite in cui non siamo stati al 100% ma abbiamo comunque ottenuto un risultato. Abbiamo sempre prestato attenzione alle palle inattive, bisogna capire che sui calci piazzati non abbiamo preso gol, a parte Lazio e Spezia. Dobbiamo anche accettare le caratteristiche dei giocatori e cercare di eliminare il più possibile il problema”.

Torna anche Berardi – meteoweek.com (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

De Zerbi risponde ai critici – “Siamo sempre stati in questi tre anni tra quelli che hanno fatto più gol di tutti. Quando dico che non siamo brillantissimi mi riferisco anche a questo. Non è vero che giochiamo solo in orizzontale, se con 5 passaggi partiamo da Consigli e arriviamo a Caputo. Non è vero che siamo poco efficaci sotto porta perchè siamo tra i migliori attacchi. Non è vero che prendiamo tanti gol, perchè non siamo tra le peggiori difese. Bisogna anche accettare i momenti negativi”.

Leggi anche -> Crotone, Stroppa: “Dobbiamo essere più determinati”

Che Crotone si aspetta – “Il Crotone è ultimo ma è una buona squadra, che sa cosa deve fare in campo. Anche noi lo sappiamo, conosciamo l’importanza della partita per noi. Siamo consci della partita che andremo ad affrontare, cercheremo di giocare bene e di essere consapevoli di ciò che va fatto in campo. Attraverso la nostra identità partiremo per fare punti”.

Il ritorno di Berardi – “Con Berardi vinciamo più partite perchè è un giocatore forte, così come Caputo, Djuricic, Chiriches, Locatelli e tanti altri che abbiamo nella rosa. Abbiamo vinto anche senza di lui ma è un giocatore che sposta tanto. Soprattutto quando fisicamente sta bene ed è brillante”.

Leggi anche -> Il Sassuolo lavora per un importante rinnovo

Le assenze in difesa – “Non ci sarà Chiriches, non abbiamo voluto rischiarlo. Ferrari è squalificato ma chi lo sostituirà sarà all’altezza. La sua assenza è pesante per il giocatore che è, ma lo sostituirà Peluso che quando lo abbiamo chiamato è stato tra i migliori in campo”.