Ascoli, Sottil: “Due gol regalati, con la Salernitana è mancato il guizzo”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:33

Dopo la sconfitta 0-2 con la Salernitana, l’allenatore dell’Ascoli Sottil si è preso tutte le colpe di una prestazione molto al di sotto delle aspettative. I bianconeri non riescono a portare a casa neanche un punto e rimangono inchiodati alla diciottesima posizione in classifica.

Ascoli, l'allenatore Andrea Sottil a bordocampo (foto © Ascoli Calcio 1898)
Ascoli, l’allenatore Andrea Sottil a bordocampo (foto © Ascoli Calcio 1898)

Al termine della partita Ascoli-Salernitana, l’allenatore Andrea Sottil si prende le colpe della brutta prestazione portata in campo dai bianconeri. Il tecnico non nasconde che non c’è stata la prestazione che lui voleva, e soprattutto il risultato finale è deludente.

Sottil spiega: “Non è stata una bella partita, è palese e chiaro. Sono abituato ed essere molto esplicito e trasparente sia nelle vittorie che nelle sconfitte. Dispiace, c’è tanta rabbia perché in casa dovevamo dare continuità, venivamo da un gran bel periodo anche se c’era stata la sconfitta di Reggio Emilia“.

Ascoli, Sottil: “I due gol nascono da due nostre gravi disattenzioni”

Nel secondo minuto di gioco l’errore difensivo di D’Orazio è stato fatale Lo conferma Sottil: “Non è l’inizio di partita che ci aspettavamo, è stato un brutto primo tempo in generale. Anche il secondo gol è stato un altro regalo. L’Ascoli oggi non ha fatto per niente bene nel primo tempo“.

Poi continua: “Forse abbiamo pagato la stanchezza nervosa di dover continuamente rincorrere nei primi 45′. Nel secondo tempo siamo andati meglio, ma è mancato il guizzo. La partita è stata condizionata dal doppio svantaggio, abbiamo avuto un brutto contraccolpo a livello psicologico“.

Sottil: “Questa è la peggiore paritita della mia gestione”

L’Ascoli ha davanti a sè una settimana molto importante e tanti punti da guadagnare per la salvezza dalla retrocessione. Sottil ricorda che la vittoria contro la Salernitana non era facile da portare a casa, però spiega che si prenderà un po’ di tempo per rivedere tutti gli errori con i suoi ragazzi e lo staff tecnico.

Sottil spiega le tattiche: “Ho scelto Buchel a centrocampo perchè la Salernitana è una squadra che non gioca, ma lancia la palla in avanti alle punte. Andare subito sotto ci ha messo in difficoltà, i cambi hanno migliorato la situazione ma la gara è stata condizionata dalle due sventole degli avversari. Sono un po’ deluso da D’Orazio“.


Leggi anche:

Il tecnico sa già cosa bisogna fare in vista della sfida del 27 febbraio a casa del Pordenone: “Non è che ora è tutto nero, bisogna essere equilibrati. Mi dispiace per i tifosi, per il risultato di oggi. Questa partita va cancellata immediatamente e da lunedì cercheremo di ripartire subito, ne abbiamo l’obbligo“.