Dagnoni è il nuovo presidente della Federazione Ciclistica Italiana

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:00
0

Eletto il nuovo presidente della Federazione Ciclistica Italiana: Cordiano Dagnoni. Il neo presidente blinda il c.t. della Nazionale: “Non possiamo farne a meno”

Dagnoni presidente FCI
Dagnoni è il nuovo presidente della Federazione Ciclistica Italiana Credit Foto Getty Images

Le prime parole di Cordiano Dagnoni, nuovo presidente della Federazione Ciclistica Italiana, sono state: “Nessuno stravolgimento, non mando i polli per aria, come dicono gli americani, per rimetterli a posto. Se ci sono delle cose che vanno bene si continuerà su quella strada”. Sull’importanza del “fuori strada”afferma: “Oggi rappresenta il 56 per cento dei tesserati. È fondamentale per la promozione del ciclismo giovanile, logico che un genitore preferisca mandare suo figlio in un bosco o in un parco piuttosto che sulla strada”.

Leggi anche -> Thibaut Pinot: “Basta all’uso di farmaci nel ciclismo”

Dagnoni ha voluto anche fare chiarezza su alcune frasi che avevano scatenato polemiche perché vissute come discriminatorie nei confronti delle donne nel ciclismo: “Ho detto che sono contro le quote rosa perché le donne hanno grande capacità e non hanno bisogno di avere posti riservati. E poi ho aggiunto che dobbiamo valorizzare le nostre atlete che sono veramente forti, e che purtroppo, se a livello di promozione e di pubblicità ci chiedono anche la bella presenza abbiamo pure quella. Ma non è certo un problema mio nel senso che sono i media che lo richiedono”.

Leggi anche -> Ciclismo: aumentano le wild-card per Giro, Tour e Vuelta

Fino alle olimpiadi di Tokyo 2021 non si toccherà il settore tecnico: “Poi vedremo se nel 2022 ci sarà qualche aggiustamento da fare con calma per coinvolgere personaggi intenzionati a collaborare con la Federazione e che in questo momento sono impegnati”.