Parma-Udinese 2-2, rimpianto ducale: cronaca, tabellino e highlights

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:24

Parma-Udinese è la partita del ‘lunch time’ valida per la 23esima giornata del campionato di Serie A. Cornelius dopo 2 minuti batte Musso di testa, poi il rigore di Kucka. Nella ripresa i friulani impattano con Okaka e Nuytinck.

parma-udinese
De Paul cercherà un altro gol – meteoweek.com Photo by Paolo Bruno/Getty Images)

Parma-Udinese | Cronaca della sfida

Un punto e due gol per parte tra Parma e Udinese. I ducali sprecano il doppio vantaggio ottenuto con merito nel primo tempo. I friulani dimostrano di non mollare mai e si mettono alle spalle il ko di Roma.

Prima del fischio d’inizio Gotti rinuncia a Samir, riportando in campo Bonifazi. Ma l’inizio è tutto del Parma che passa in vantaggio: fuga di Pezzella a sinistra e cross per Cornelius, che schiaccia bene di testa e batte Musso. Il primo tempo dei ducali rasenta la perfezione, tanto che le uniche conclusioni dell’Udinese arrivano dalla distanza e non sono pericolose. Decisamente meglio fanno i padroni di casa, ancora con l’ariete danese che impegna Musso, ancora su cross di un Pezzella ispirato. Alla mezz’ora gli emiliani raddoppiano: Becao stende Mihaila, per Valeri è rigore e Kucka trasforma. Nel finale un po’ di tensione ma anche la chance del tris, con il romeno che trova Musso pronto.

La ripresa si apre con un’opportunità per Kucka, il quale però non centra la porta. Il Parma ci prova ancora ma non riesce a triplicare, mentre dall’altra parte De Paul canta e porta la croce. Poi Gotti azzecca il cambio: fuori Llorente, dentro Okaka. Proprio l’ex romanista trova la rete del 2-1 su assist dell’argentino e la partita cambia radicalmente. L’Udinese prende coraggio, D’Aversa manda dentro forze fresche e Mihaila si mangia la rete del 3-1. Valeri annulla a Ouwejan la rete del pareggio, che però arriva tre minuti dopo: gran palla dell’olandese per Nuytinck, che di testa segna.

Finale caldo, Nestorovski si mangia il gol del clamoroso sorpasso, mentre dall’altra parte Gagliolo calcia male col destro. Finisce 2-2, con il Parma che recrimina e l’Udinese che tira un sospiro di sollievo.

Tabellino

PARMA-UDINESE 2-2

Marcatori: 3′ Cornelius, 32′ rig.Kucka, 64′ Okaka, 80′ Nuytinck

PARMA – Sepe, Conti, Gagliolo, Bani, Pezzella (79′ Laurini), Brugman, Hernani (66′ Grassi), Kucka, Mihaila (69′ Bruno Alves), Karamoh (66′ Man), Cornelius. A disposizione: Colombi, Iacoponi, Zirkzee, Cyprien, Sohm, Osorio, Brunetta, Busi. Allenatore Roberto D’Aversa.

UDINESE – Musso, Becao (46′ Molina), Nuytinck (46′ Nestorovski), Bonifazi, Stryger Larsen, Arslan (88′ Makengo), De Paul, Walace, Zeegelaar (67′ Ouwejan), Pereyra, Llorente (60′ Okaka). A disposizione: Gasparini, Scuffet, Braaf, Micin, De Maio. Allenatore Luca Gotti

ARBITRO – Massimiliano Irrati di Pistoia. Assistenti: Bresmes-Affatato. Quarto uomo: Paterna.

NOTE – ammoniti Brugman, Cornelius, Zeegelaar, Bani, Mihaila, Musso, Hernani, Conti, Man, Pereyra

Classifica

Inter 50
Milan 49
Roma 43
Lazio 43
Juventus 42
Napoli 40
Atalanta 40
Sassuolo 35
Verona 34
Sampdoria 30
Genoa 26
Bologna 25
Udinese 25
Fiorentina 25
Benevento 24
Spezia 24
Torino 20
Cagliari 15
Parma 14
Crotone 12

Highlights

A breve mostreremo gli highlights tratti dal canale Youtube ufficiale di Lega Serie A

Parma-Udinese | Presentazione della sfida

Parma-Udinese è la classica partita in cui c’è una squadra all’ultima spiaggia, in cerca disperata di punti, e un’altra che cerca di approfittarne per mettere a sua volta punti in cascina. Sarà una partita molto interessante, che potrebbe segnare la storia – in positivo o in negativo – dei padroni di casa.

La formazione ducale allenata da Roberto D’Aversa, infatti, si trova in una situazione a dir poco pericolante, considerando la penultima posizione in classifica. Solo il Crotone ha saputo fare peggio degli emiliani, che sono reduci da sei partite in cui hanno ottenuto un solo punto. Qualche piccolo progresso si è visto rispetto alla gestione di Fabio Liverani, il cui retaggio è ancora evidente nelle gare giocate dai gialloblu. In ogni caso, tra problemi di formazioni e altre situazioni a livello psicologico, per il Parma oggi non sarà facile fare punti.

Anche perchè dall’altra parte c’è una Udinese che sta cercando di sbloccarsi nelle gare lontano da casa. Se tra le mura amiche sono arrivati finalmente risultati importanti, come la vittoria di due settimane fa contro il Verona, ora i friulani cercano di fare punti di spessore anche nelle gare esterne. Mister Luca Gotti si aspetta dei miglioramenti da una squadra col potenziale tecnico di grande qualità, ma che non è stata capace di esprimersi come avrebbe potuto fare in questo campionato. Ma la gara di Parma potrebbe essere utile in tal senso.

Probabili formazioni

Emergenza nel reparto offensivo per il Parma. I ducali sapevano già che non avrebbero potuto contare, nella sfida odierna, sul nuovo arrivato Graziano Pellè, ancora alle prese con un problema di natura muscolare. Ma nelle ultime ore è scattato anche l’allarme sulle condizioni di Gervinho: la freccia ivoriana ha accusato a sua volta un problema muscolare e potrebbe saltare la gara contro i friulani. Per il resto D’Aversa riporta la difesa a 4 con ContiGagliolo come terzini. In mezzo al campo l’esperienza di Kurtic e le geometrie di Brugman. Visto il forfait dell’ex romanista, Kucka dovrebbe giocare a sostegno delle due punte, ovvero CorneliusZirkzee.

PARMA (4-3-1-2): Sepe, Conti, Osorio, Bani, Gagliolo, Kurtic, Brugman, Grassi, Kucka, Cornelius, Zirkzee. A disposizione: Colombi, Pezzella, Iacoponi, Bruno Alves, Sohm, Hernani, Brunetta, Cyprien, Mihaila, Karamoh, Man. Allenatore Roberto D’Aversa.

Luca Gotti, a sua volta, perde Gerard Deulofeu per un’Udinese indebolita nel suo reparto offensivo. Potrebbe però tornare già dal primo minuto Roberto Pereyra, il cui infortunio patito contro il Verona si è rivelato meno grave del previsto. Poche novità nell’undici di partenza bianconero rispetto alle ultime uscite: Nuytinck confermato nel terzetto difensivo al fianco di BonifaziSamir. In mezzo al campo la corsa sulle fasce di Stryger LarsenZeegelaar, mentre c’è ancora spazio per Walace in mediana e per Llorente in attacco, affiancato proprio dal Tucumano.

UDINESE (3-5-1-1): Musso, Bonifazi, Nuytinck, Samir, Stryger Larsen, De Paul, Arslan, Walace, Zeegelaar, Pereyra, Llorente. A disposizione: Scuffet, Gasparini, Becao, De Maio, Ouwejan, Molina, Makengo, Okaka, Braaf, Nestorovski. Allenatore Luca Gotti.

ARBITRO – Massimiliano Irrati di Pistoia. Assistenti: Bresmes-Affatato. Quarto uomo: Paterna.

Rivivi il prepartita

Parma-Udinese | Precedenti e curiosità

Sorrisi parmensi dopo la vittoria del 2010 – meteoweek.com (Photo by Claudio Villa/Getty Images)

Quello in programma alle ore 12.30 sarà il 38esimo Parma-Udinese della storia, relativamente alle sfide disputate allo stadio “Ennio Tardini”. Il bilancio fin qui parla di 21 vittorie dei padroni di casa, otto pareggi e altrettante vittorie degli ospiti.

I primi due scontri risalgono al primo Dopoguerra, mentre altri sette ne sono stati disputati a cavallo tra gli Anni Quaranta e i Settanta. Poi si arriva a ridosso dei meravigliosi Anni Novanta per entrambe le squadre, ma c’è un doppio prologo precedente: due pareggi, 2-2 nella Serie B 1987/88 e 0-0 nella stagione successiva. Poi arriva il momento d’oro per le due formazioni, inaugurato il 13 settembre 1992 da un 3-1 per il Parma, firmato dalle reti di Grun, AsprillaMelli. Nella stagione successiva l’Udinese si impone al “Tardini” grazie al gol di Bertotto.

Dal campionato di Serie A 1995/96, le due squadre si affronteranno ininterrottamente in ogni stagione fino al 2015. Partite avvincenti caratterizzate da tanti gol. Il Parma rifilò un doppio poker all’Udinese nel 1998/99: 4-1 in campionato e addirittura 4-0 in Coppa Italia (gol di Veron, del grande ex Balbo e doppietta di Crespo). In questa fase c’è una predominanza dei ducali, con solo due pareggi in undici confronti. I bianconeri tornarono a sorridere nel campionato 2005/06, grazie all’1-2 firmato da Barreto. Nella stagione successiva fu 0-3 con i gol di MuntariIaquinta (doppietta).

Nel 2007/08 il Parma tornò a vincere grazie alle reti di LucarelliCigarini, prima di un altro doppio colpo piazzato nel decennio scorso. In mezzo c’è un altro 0-3 per l’Udinese, firmato dalla doppietta di Muriel e dal gol di Pereyra. L’ultimo confronto prima del fallimento del Parma viene vinto dai padroni di casa, con la rete da tre punti di Silvestre Varela. Ci vollero tre anni e mezzo prima di far reincontrare le due squadre: il 19 agosto 2018 fu 2-2 con la rimonta ospite firmata da De PaulFofana. L’ultimo precedente parla però emiliano: 2-0 con gol di GaglioloKulusevski.