Benevento, Hetemaj: “Salvezza? La strada è ancora lunga”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:19

Il centrocampista del Benevento Perparim Hetemaj parla del momento dei campani, dalla Roma al Napoli passando per la salvezza.

Benevento Hetemaj
Il centrocampista del Benevento, Perparim Hetema, 34 anni (Credits: Getty Images)

Il primo scontro con una “big” è andato. Il Benevento ha inchiodato la Roma sullo 0-0 nonostante l’espulsione di Glik abbia costretto la squadra dii Inzaghi in dieci nella ripresa. Il prossimo step in campionato si chiama Napoli e Hetemaj racconta le sue sensazioni in vista del match: “sono forti e potrebbero metterci in grossa difficoltà, nutriamo molto rispetto per loro. All’andata riuscimmo a fare una buona gara, speriamo di ottenere un buon risultato”.

LEGGI ANCHE: Impresa Benevento, 0-0 in 10 per mezzora. Inzaghi: “Siamo stati dei leoni”

Benevento, Hetemaj torna sulla sfida alla Roma

Intervistate da ottopagine, il centrocampista torna anche per un attimo alla partita contro la Roma: “siamo abbastanza contenti del pareggio. Loro sono una squadra forte che ci ha costretto a giocare molto in difesa, ma per ottenere il risultato dovevamo impostare la sfida in questo modo”. La sfida è stata molto diversa rispetto all’andata: “sì perché all’epoca volevamo attaccare e abbiamo subito cinque gol – racconta il giocatore – questa volta è stato fondamentale chiudere bene gli spazi”.

Il terzo pareggio di fila, dopo quelli con Bologna e Sampdoria permette al Benevento di rimanere a dieci punti di distanza dalla zona retrocessione. Un buon margine di cui però Hetemaj non si fida: “il nostro obiettivo è la salvezza e quindi dobbiamo arrivare a quota 40 punti per essere sicuri di restare in A. Non abbiamo ancora fatto nulla e il campionato è ancora molto lungo”. Ne mancano 15, di punti, e per conquistarli c’è bisogno dell’aiuto di tutti. Anche di Adolfo Gaich, attaccante centrale dal grande talento arrivato in Campania alla fine del mercato invernale.

Ad oggi, tra problemi burocratici e una condizione precaria, non è ancora sceso in campo ma Hetemaj assicura: “può fare bene. E’ arrivato da poco in Italia, ha bisogno di tempo per abituarsi al nostro gioco e al calcio italiano”.