Manchester United-Real Sociedad: Solskjaer e Alguacil nel post-gara

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:37
0

Il Manchester United conquista senza difficoltà il pass per gli ottavi di finale di Europa League a discapito del Real Sociedad. I quattro gol realizzati nella gara di andata è bastato ai Red Devils per ottenere la qualificazione. Reti inviolate invece all’Old Trafford. I due tecnici, Ole Gunnar Solskjaer e Imanol Alguacil, hanno commentato il risultato al triplice fischio.

solskjaer
Ole Gunnar Solskjaer può festeggiare il passaggio del turno (Photo/Getty Images)

I sedicesimi di Europa League si chiudono con il passaggio del turno del Manchester United, che ha eliminato gli spagnoli del Real Sociedad. Nel doppio confronto non c’è stata storia. I Red Devils hanno realizzato quattro reti nel corso del primo atto, andato in scena all’Allianz Stadium di Torino, e tra le mura amiche dell’Old Trafford hanno poi difeso il risultato, senza correre alcun pericolo. La superiorità degli inglesi sul campo è stata netta. La squadra di Ole Gunnar Solskjaer ha dimostrato di essere una delle compagini più pericolose della competizione e adesso attende di scoprire chi sarà l’avversario agli ottavi di finale.

Leggi anche -> Manchester United-Real Sociedad 0-0: Red Devils avanti. Il tabellino


Solskjaer punta in alto

Ole Gunnar Solskjaer, intervenuto ai microfoni di BT Sport al triplice fischio della gara casalinga, ha parlato del valore che l’Europa League ha per la sua squadra in questa stagione: “Si ricordano sempre più spesso le sconfitte rispetto alle vittorie. Ma se otteniamo le semifinali in ogni competizione vuol dire che siamo vicini al traguardo. Ce l’abbiamo fatta tre volte, siamo usciti in una. Questo gruppo sa come ci si sente e ovviamente vuole andare avanti. Siamo un gruppo molto unito. Vieni dentro, lavori tutti i giorni, hai qualche battuta d’arresto e incassi i colpi. Vogliamo andare oltre, anche perché quando hai fallito vuoi fare sempre meglio. La mentalità sta davvero migliorando e abbiamo alcuni giocatori fantastici. Adesso fino alla pausa internazionale, penso che avremo sei o sette partite. Abbiamo Chelsea, Leicester e West Ham, tutte partite importanti. Quindi queste tre settimane adesso serviranno per fare un lavoro enorme su di noi. Ma la fiducia c’è e speriamo anche di riportare in campo alcuni giocatori”.

E su Shoda Shoretire, che ha debuttato questa sera all’Old Trafford: “Ha delle ottime capacità, diventerà un ottimo giocatore qui. Ha giocato soltanto quindici minuti ma per lui sarà una giornata memorabile. Forse gli sarebbe piaciuto di più con i tifosi sugli spalti perché riescono a darti tanta energia. Ma sono sicuro che in tanti lo vedranno presto“, ha concluso.


Alguacil senza rammarico

Imanol Alguacil, intervenuto ai microfoni di Movistar al termine della gara, si è detto sollevato per avere quantomeno conquistato un pari. Un risultato senza dubbio migliore rispetto a quello del match di andata. “Non sono contento perché volevamo vincere, ma abbiamo raggiunto uno dei due obiettivi che era quello di ripulire la nostra immagine. Abbiamo giocato senza complessi sapendo che il pareggio era quello che era. Voglio congratularmi con i miei giocatori. Oggi sono orgoglioso della squadra e dell’immagine che abbiamo dato. Il risultato del match di Torino è stato un duro colpo e ho già detto che non rispecchia il reale divario tra le due squadre. Oggi lo abbiamo dimostrato e in questo senso sono soddisfatto“.

E sul calcio di rigore sbagliato da Oyarzabal: “Non succede nulla se uno sbaglia di tanto in tanto. Mikel farà meglio, sbagliamo tutti e questo fa parte del gioco. Quel rigore ci ha permesso di crederci ancora un po’, stavamo facendo bene, giocavamo a tu per tu e volevamo vincere, era chiaro. Chissà cosa sarebbe successo se avessimo segnato un gol! Non penso sarebbe cambiato molto però“.

La testa del Real Sociedad adesso va alla Liga, che li vede attualmente quinti in classifica: “Non mi stupisce. Non penso che Barcellona, ​​Real Madrid, Atlético e Siviglia siano di un altro livello. Adesso però è presto per guardare alla classifica. Il tempo dirà se il campionato spagnolo sta perdendo forza in Europa. Siamo stati eliminati ma mi sembra di essere con tutti d’accordo sul fatto che davanti a noi — ha concluso Imanol Alguacil — ci fosse un avversario da Champions League“.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here