Lecce, Corini: “Nessun caso Stepinski, Mancosu è un’opzione per domani”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:09
0

Il tecnico del Lecce Eugenio Corini parla in conferenza stampa alla viglia del match del suo Lecce contro l’Entella ultima in classifica.

Lecce Corini
L’allenatore del Lecce Eugenio Corini (Credits: Getty Images)

Tornare a vincere per rilanciarsi in ottica promozione diretta. Il Lecce, reduce dal pari di Pescara, ha un’occasione ghiottissima davanti. Al Via del Mare domani alle 19 arriva l’Entella ultima in classifica. Per questo mister Corini suona la carica alla vigilia del match: “La squadra è in buona condizione, siamo pronti a fare una grande gara e abbiamo anche recuperato alcuni giocatori”.

LEGGI ANCHE: Pescara-Lecce 1-1: tabellino, sintesi e classifica aggiornata

Lecce, la conferenza stampa di Corini

Bisogna ripartire subito perché il campionato sta entrando nella sua fase decisiva e punti persi come quelli di Pescara fanno male. “Ai ragazzi ho detto che non dobbiamo gestire il risultato ma continuare a giocare e fare gol. Purtroppo l’episodio decisivo è stata una rete in fuorigioco – dice Corini – e queste sono cose che non possiamo controllare”. Subire gol al novantesimo però sta diventando un po’ troppo frequente: “anche contro il Brescia eravamo in vantaggio fino al novantesimo, questo vuole dire che stiamo facendo bene e siamo in crescita”.

Nessun annuncio sulla formazione, ma visto che si gioca spesso ogni tre giorni Corini spiega: “qualche rotazione ci sarà, il nostro obiettivo è allargare la rosa dei titolari in modo da avere più soluzioni da una sfida all’altra e anche nella stessa partita”. Poi il mirino finisce sui singoli: “non c’ nessuna caso Stepinski, ha fatto un ottimo campionato fino a qui, in questo momento è stato penalizzato da qualche scelta tecnica, ma è importante come tutti. Mancosu sta meglio e per domani è un’opzione, Tchtsidis ci sarà molto utile, sta crescendo”.

Ultime battute dedicate all’Entella, avversario che sulla carta non può mettere in difficoltà un Lecce costruito per risalire subito in Serie A. Eppure Corini non si fida per niente di questo quasi testacoda: “affrontiamo una squadra veloce e tecnica. Dobbiamo stare attenti, essere compatti e difendere bene cercando di essere più incisivi in zona gol”. E proprio gli attaccanti potrebbero essere il segreto visto che il reparto offensivo giallorosso è il secondo più prolifico della B con 44 reti, mentre l’Entella ha la peggiore difesa del campionato con 44 gol al passivo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here