Venezia-Reggiana 2-1, lagunari al 2° posto. Tabellino, cronaca e highlights

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:54
0

Venezia-Reggiana finisce 2-1, i veneti ribaltano il punteggio (e vedono la serie A) con un Aramu scatenato: qui formazioni, cronaca live, highlighs, pagelle e tabellino

Aramu (Photo by Getty Images/Getty Images)
Aramu (Photo by Getty Images/Getty Images)

Venezia-Reggiana 2-1, il tabellino

Rete: 19′ Libutti, 45′ rig. Aramu, 74′ Aramu

Venezia (4-2-3-1) Pomini; Mazzocchi, Svoboda, Ceccaroni, Ricci; Fiordillino, Maleh; Aramu, Esposito (71′ Johnsen), Di Mariano; Forte. Panchina: Maenpaa, Ferrarini, Carotenuto, Modolo, Molinaro, Felicioli, Cremonesi, Taugoderdeau, Bocalon, Bjarkason, St Clair. Allenatore: Paolo Zanetti.

Reggiana (4-2-3-1) Venturi; Varone, Mazzocchi, Lunetta, Costa (67′ Kirwan), Pezzella (67′ Espeche), Libutti, Del Pinto (46′ Siligardi), Gyamfi, Laribi (67′ Radrezza), Ajeti. A disp. Voltolini, Rozzio, Cambiaghi, Zamparo. Allenatore: Massimiliano Alvini.

Arbitro: Giacomo Camplone di Pescara

Ammoniti: Fiordilino (V), Costa (R), Mazzocchi (R), Laribi (R), Maleh (V)

Venezia-Reggiana 2-1, cronaca del match

ORE 21 – Alvini, tecnico della Reggiana, cambia ben quattro elementi rispetto al pareggio a reti bianche contro la Salernitana: due in difesa (Costa e Giamfy al posto di Martinelli e Kirwan), due sulla trequarti: Lunetta e Pezzella completano il reparto con Laribi a supporto di Mazzocchi. Prima palla agli ospiti.

La prima vera palla gol è della Reggiana: minuto 11, gran percussione a sinistra di Lunetta e mancino diagonale respinto in tuffo da Pomini. Poco dopo una conclusione di Varone murata dalla difesa in mischia sugli sviluppi di un corner. La Reggiana passa meritatamente in vantaggio, dopo l’iniziale pressione, al 19′: eurogol di Libutti, che dimenticato dal disorientato Di Mariano nell’area di rigore (marcatura completamente sbagliata sul cross dalla destra) inventa un esterno destro a pallonetto su Pomini. Pallone sul palo lontano all’incrocio. Gol favoloso. 0-1 Reggiana.

Aramu risponde a Libutti e nella ripresa fa doppietta

Gli ospiti gestiscono bene il vantaggio, ma la pressione del Venezia aumenta costantemente. Al 37′ percussione di Esposito, Forte si gira al limite e spara un destro fiacco e centrale: Venturi controlla senza problemi. Al 44′ grandi proteste della Reggiana per un rigore assegnato al Venezia: intervento ingenuo di Lunetta su Esposito (la gamba sinistra cerca il pallone non trovandolo) e l’arbitro Camplone indica il dischetto sventolando il giallo a Costa, Mazzocchi e Laribi. Grande nervosismo. Aramu al 46′ trasforma centralmente, 1-1 del Venezia su rigore. Subito dopo, con i locali ancora in festa per il gol, ecco l’intervallo.

Ripresa. Meglio il Venezia. Al 54′ traversa dei veneti in occasione di una punizione pennellata da Aramu: il suo sinistro fa tremare il montante. Al 59′ ancora Aramu col sinistro chiama all’intervento Venturi, mentre al 66′ Di Mariano tenta la deviazione a colpo sicuro, ma Giamfy s’immola di testa. La Reggiana non c’è più. Aramu fa doppietta al 74‘: giocata di Johnsen che se ne va in dribbling, cross deviato da Varone, Aramu trova la deviazione facile sulla linea. 2-1 Venezia, risultato ribaltato. Nel finale è il 40enne Pomini a salvare la vittoria negando la gioia alla Reggiana. Al 90′ il portiere del Venezia è decisivo su una mischia in area, al 94′ la parata vale davvero tre punti: cross di Kirwan, Zamparo colpisce di testa da posizione ravvicinata e arriva il miracolo del portiere. Vince il Venezia, che vede la serie A: 2° posto per i lagunari in attesa dei risultati di tutte le altre.

Venezia-Reggiana, il momento delle squadre

Il Venezia vede la serie A: questo è già notizia. Undici vittorie, nove pareggi e cinque sconfitte in 25 gare per la squadra veneta, letteralmente scatenata al terzo posto dietro al treno Empoli-Salernitana. Il Venezia non perde dal 16 gennaio ed è reduce da cinque vittorie e due pareggi. Un magic moment che può continuare: occhio però, questa sera alle 21, alla Reggiana. Gli emiliani hanno bisogno di punti-salvezza per allontanarsi dalla zona playout occupata attualmente da Brescia e Cosenza. Il ruolino di marcia non è niente male: per la Reggiana 3 vittorie, 1 pareggio e 1 sconfitta nelle ultime cinque. Una netta ripresa con il recente colpo a Cittadella (0-3) degno di nota.

Quella di questa sera sarà una sfida tra due delle formazioni più in forma del momento. Dopo l’ultima giornata e il pareggio conquistato contro la Salernitana la Reggiana torna subito in campo contro un’altra big: il Venezia dell’ex Paolo Zanetti, ex calciatore e tecnico della Berretti granata nella stagione 2016/17 (semifinale scudetto raggiunta). Granata che arrivano da 13 punti conquistati nelle ultime sette partite (quattro vinte, un pari e due stop), tre gare consecutive senza subire reti e la certezza di aver conquistato punti contro tutte le prime cinque della classe. La squadra veneta ha saputo però restare nelle prime posizioni, confermandosi in queste ore al terzo posto della classifica a sole quattro lunghezze dall’Empoli capolista. La formazione veneta non perde dal 16 gennaio (stop esterno 2-0 contro il Pordenone), da quel momento cinque vittorie e due pareggi. Tra i giocatori da seguire c’è certamente l’attaccante Francesco Forte, al secondo posto nella classifica marcatori del campionato di Serie B, con 12 gol segnati.

La classifica

Empoli 46
Venezia 45
Monza 42
Salernitana 42
Lecce 41
Cittadella 39
Chievo Verona 39
Spal 37
Pordenone 33
Pisa 33
Frosinone 33
Reggina 32
Cremonese 29
Vicenza 28
Reggiana 28
Cosenza 26
Brescia 26
Ascoli 22
Pescara 18
Virtus Entella 17

Precedenti e curiosità: 20 sfide dal 1947

Venezia-Reggiana si è giocata, dal campionato di Serie B 1947-48 a oggi, 20 volte. Il bilancio di queste sfide vede ampiamente in vantaggio la squadra veneta rispetto a quella granata, con 12 vittorie contro 2, mentre per 6 volte è maturato un pareggio. Per lungo tempo il campo del Venezia ha rappresentato un vero e proprio tabù per gli emiliani, capaci di vincere la prima volta solamente nell’edizione 1991-92 del campionato cadetto. La sfida di andata si è risolta a vantaggio della Reggiana (2-1), che con i gol di Radrezza e Mazzocchi, è riuscito a rendere ininfluente quello siglato da Forte, per il momentaneo pareggio.

Leggi anche > Zanetti prepara Venezia-Reggiana: “Siamo cresciuti, ad Empoli si è visto”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here