Reggina-Chievo 1-1, Denis risponde a Djordjevic: cronaca e tabellino

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:50
0

Reggina-Chievo è un incontro valido per la 30esima giornata del campionato di Serie B. Gli amaranto sono reduci da alcune belle prestazioni e vogliono tornare in corsa per i playoff. I gialloblu, invece, devono risollevarsi dopo un periodo critico.

reggina-chievo
La Reggina vuole proseguire nella risalita – meteoweek.com (Photo by Maurizio Lagana/Getty Images)

Reggina-Chievo | Cronaca della sfida

Reggina-Chievo si gioca per la 30esima giornata del campionato di Serie B. Fischio d’inizio alle ore 15. La gara si è conclusa con il punteggio di 1-1.

La prima occasione la costruisce Garritano dopo due minuti, ma Nicolas è bravo a smanacciare. Il Chievo approccia meglio la partita e riesce a costruire quel gioco che era mancato nelle ultime gare, mentre la Reggina si limita a controllare. Al quarto d’ora Ciciretti calcia di poco fuori una punizione, ma al 26′ c’è la grande opportunità per Canotto: l’ex Juve Stabia colpisce il palo a Nicolas battuto, poi a Djordjevic non riesce il tap in. Al 35′ Aglietti è costretto a fare a meno di Obi, in dubbio già alla vigilia: al suo posto entra Viviani. Poi c’è un’altra opportunità di Canotto, che stavolta il palo lo sfiora soltanto, mentre nel finale sono Ciciretti e Bertagnoli ad andare a un passo dal vantaggio.

Costruiti questi presupposti nel primo tempo, al Chievo mancherebbe solo il gol per andare meritatamente in vantaggio. E il gol arriva dopo due minuti: Garritano a Djordjevic, che evita Dalle Mura e batte Nicolas. Sono ancora gli ospiti a fare la partita, con la Reggina che non riesce a reagire: Ciciretti e Leverbe nel giro di un minuto sfiorano il raddoppio. Poi si vedono finalmente gli amaranto con un tentativo di Bellomo sventato da Semper. Le due squadre cambiano qualcosa, soprattutto in mezzo al campo, poi Baroni getta nella mischia Denis. È però ancora il Chievo a farsi pericoloso, ma la sfortuna si ricorda di Canotto: doppio palo dell’esterno gialloblu e gara ancora in bilico.

La Reggina si rende conto dei segnali che le arrivano, carica a testa bassa nella metà campo avversaria e a ridosso del 90′ perviene al pari. Lakicevic mette in mezzo una palla solo da spingere in rete per Denis, che gol del genere non ne ha mai sbagliati in carriera. Il Chievo si dispera, la Reggina la scampa.

Tabellino

REGGINA-CHIEVO 1-1

Marcatori: 47′ Djordjevic, 89′ Denis

REGGINA – Nicolas, Lakicevic, Cionek, Dalle Mura, Di Chiara (91′ Liotti), Crisetig, Bianchi, Crimi (61′ Micovschi), Rivas (72′ Denis), Montalto (46′ Okwonkwo), Edera (46′ Bellomo). Allenatore Marco Baroni.

CHIEVO – Semper, Renzetti (68′ Renzetti), Gigliotti, Leverbe, Bertagnoli, Garritano, Obi (35′ Viviani, 68′ Zuelli), Palmiero, Ciciretti, Djordjevic (78′ Margiotta), Canotto (78′ Mogos). Allenatore Alfredo Aglietti.

ARBITRO – Daniele Paterna di Teramo. Assistenti: Ruggieri-Maccadino. Quarto uomo: Serra.

NOTE – ammoniti Montalto, Edera, Dalle Mura, Semper.

Classifica

Reggina-Chievo | Presentazione della sfida

Reggina-Chievo, oltre a essere uno degli ultimi incontri del programma della 30esima giornata, si posiziona anche come uno dei match più interessanti del weekend. Se non altro perchè si sfidano due squadre che partivano con ambizioni abbastanza simili, ovvero un campionato di alta classifica ma senza troppe pressioni, e che arrivano a questo match in condizioni mentali e di rendimento praticamente opposte. Per questo motivo la partita dello stadio “Oreste Granillo” assume significati particolari.

La compagine calabrese allenata da Marco Baroni arriva a questa sfida sulla scorta della bella vittoria ottenuta contro il Monza nell’ultima gara disputata in casa. Più in generale, una volta attutito il cambio in panchina, la Reggina sta dimostrando di avere doti morali e tattiche davvero spiccate. Il tutto unito alla qualità dei giocatori a disposizione del tecnico, che è stato bravo a cancellare le scorie della precedente gestione. E con la zona playoff che ora dista sette lunghezze – tanto quanto quella playoff – sognare è diventato finalmente lecito.

Anche perchè dall’altra parte c’è una delle squadre con il peggior rendimento delle ultime gare, se si escludono le compagini che occupano le ultime posizioni della classifica. Una sola vittoria nelle ultime sette partite, nelle quali sono arrivate ben cinque sconfitte, non rappresentano il miglior biglietto da visita per il Chievo. Una squadra capace di totalizzare 39 punti nelle precedenti 22 partite, ovvero un passo che garantiva la seconda posizione in classifica. Ora i veneti di Alfredo Aglietti rischiano addirittura di uscire dalla zona playoff. Per questo motivo è necessario un cambio di passo.

Probabili formazioni

Marco Baroni ritrova due giocatori importanti come Di Chiara e Rivas, ma al tempo stesso perde per la gara odierna Loiacono e soprattutto Folorunsho. Il primo è squalificato, mentre il secondo è out per infortunio e rientrerà dopo la sosta. I due recuperati saranno gettati subito nella mischia: Di Chiara giocherà a sinistra nella difesa a quattro, Rivas nel terzetto di trequartisti con Edera e Bellomo, alle spalle dell’unica punta che sarà Montalto. In mezzo al campo conferme per Crimi e Crisetig, mentre Thiago Cionek guiderà la difesa.

REGGINA (4-2-3-1) – Nicolas; Lakicevic, Cionek, Stavropoulos, Di Chiara; Crimi, Crisetig; Edera, Rivas, Bellomo; Montalto. A disposizione: Guarna, Plizzari, Dalle Mura, Delprato, Liotti, Bianchi, Chierico, Kingsley, Micovschi, Situm, Denis, Menez, Okwonkwo. Allenatore: Marco Baroni

Dall’altra parte Alfredo Aglietti deve fare i conti con alcune pesanti assenze, soprattutto in attacco. Non ci saranno Fabbro, De Luca e Di Gaudio per un reparto offensivo praticamente obbligatorio: il tandem in avanti sarà composto da Djordjevic e Margiotta, con Ciciretti e Garritano confermati sulle corsie laterali a centrocampo. Assenza pesante anche in difesa, quella di Rigione che verrà rimpiazzato da Leverbe, mentre il terzino destro sarà ancora una volta Bertagnoli a causa delle condizioni non perfette di Mogos. In mezzo Obi stringerà i denti e giocherà.

CHIEVO VERONA (4-4-2) – Semper; Bertagnoli, Gigliotti, Leverbe, Renzetti; Ciciretti, Obi, Viviani, Garritano: Djordjevic, Margiotta. A disposizione: Seculin, Bragantini, Colley, Pavlev, Cotali, Munaretti, Zuelli, Palmiero, Giaccherini, Canotto, Priore. Allenatore: Alfredo Aglietti.

ARBITRO – Daniele Paterna di Teramo. Assistenti: Ruggieri-Maccadino. Quarto uomo: Serra.

Rivivi il prepartita

Reggina-Chievo | Precedenti e curiosità

Quello in programma oggi allo stadio “Oreste Granillo”, con inizio alle ore 15, sarà il tredicesimo confronto tra Reggina e Chievo, relativamente alle gare disputate in terra calabrese. Gli amaranto hanno vinto due volte contro le tre degli ospiti, mentre in altre sette occasioni è venuto fuori un pareggio.

La prima sfida risale alla Coppa Italia 1995/96, quando i gialloblu vinsero per 2-1 grazie al gol di Cossato e all’autorete di Carli. Nella stessa stagione prese il via una lunga sfilza di pareggi, con l’1-1 in campionato firmato da Carli (stavolta nella porta giusta) e Giordano. Nella stagione successiva arrivò il medesimo risultato, stabilito dai gol di Dionigi su rigore e Zamboni, mentre nel campionato cadetto 1997/98 le due squadre impattarono a reti bianche. L’ultima gara dello scorso millennio fu vinta, sempre in serie B, dagli amaranto per 1-0: gol di Fabio Artico.

Il primo Reggina-Chievo della storia in Serie A è datato 30 novembre 2002 e fu un 1-1 stabilito dai gol di Nakamura su rigore e Legrottaglie. Nella stagione successiva arrivò il secondo 0-0 della serie, mentre il 27 febbraio 2005 vinsero gli amaranto grazie al gol del giapponese. La prima affermazione dei Mussi Volanti al “Granillo” è datata 18 settembre 2005: un 1-3 deciso dalla doppietta di Franceschini e dal tris di Mandelli, dopo l’illusorio vantaggio firmato Ciccio Cozza.

Le due squadre restarono in Serie A anche nella stagione 2006/07, in cui si sfidarono due volte in Calabria. La prima volta in coppa Italia, all’andata degli ottavi: finì 2-2 con le reti di Nielsen e Di Dio alle quali risposero Obinna e Sammarco. Sei mesi dopo si giocò in campionato e fu ancora pareggio: 1-1 con i gol di Brighi e Rolando Bianchi. L’ultima sfida risale al 24 gennaio 2009 e fu vinta dai gialloblu grazie alla rete di Vincenzo Italiano (che ora allena lo Spezia) al 93′.

La gara di andata disputata al “Marcantonio Bentegodi” si è giocata l’11 dicembre e ha visto il Chievo vincere per 3-0 grazie ai gol di Margiotta (doppietta) e Mogos.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here