Monza, Brocchi commenta il pareggio con l’Entella

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:49
0

Il Monza di Brocchi pareggia in extremis contro l’Entella grazie al gol di Scaglia all’89. Al termine dei 90 minuti, l’allenatore biancorosso ha commentato la partita in conferenza stampa.

Brocchi Monza
Cristian Brocchi, allenatore del Monza [credit: Getty Images]
Prima la grande paura, poi il sollievo: il Monza di Brocchi è riuscito a pareggiare in extremis una partita che ormai sembrava persa. L’Entella è andato in vantaggio con un rigore dubbio e ha sfiorato il colpo del KO, ma all’89 Scaglia è riuscito a segnare di testa da calcio d’angolo, regalando a Brocchi un punto. Risultato che comunque non accontenta i biancorossi, ma che continua ad alimentare le speranze per la promozione in Serie A.
Al termine dei 90 minuti, l’allenatore ha commentato la partita in conferenza stampa: ecco le sue dichiarazioni di seguito.

LEGGI ANCHE -> Virtus Entella-Monza 1-1, pareggio nel finale: cronaca e tabellino

La conferenza stampa di Brocchi dopo Entella-Monza

Come si commenta questo pareggio, con l’Entella avanti con un rigore, un rigore non dato al Monza…
“No, io non amo parlare di queste cose, purtroppo ne abbiamo già dette in altre occasioni. Lo lasciamo fare agli altri, tanto quello che è successo è sotto gli occhi di tutti. Devo valutare la prestazione dei ragazzi e stasera ci mancavano diversi giocatori: quelli che hanno giocato hanno fatto un’ottima partita secondo me, dal punto di vista dell’impegno e della prestazione. Anche dopo quel rigore hanno avuto una reazione importante, potevamo vincere la partita. Siamo stati poco fortunati. Purtroppo dopo il rigore si è giocato veramente poco, la cosa è quella. Non è tanto l’errore nella valutazione, quella ci può stare, è il fatto di aver fatto giocare davvero poco: questo non deve succedere. Rimane un’ottima reazione dei ragazzi, rimane una buonissima partita: su questo campo è difficile giocare per le condizioni del terreno. Nonostante questo, i ragazzi hanno dato una dimostrazione di carattere. Il nostro campionato è aperto, apertissimo: abbiamo ancora delle partite che ci possono portare in alto. Dobbiamo continuare a lavorare e a credere in quello che facciamo e i ragazzi hanno dato la dimostrazione che ci credono”.

Bisogna partire dal finale per la partita col Pescara?
“No, bisogna ripartire dall’atteggiamento che hanno avuto i ragazzi oggi per 90 minuti, perché hanno avuto secondo me un atteggiamento ottimo. Ribadisco, avevamo giocatori che non stavano bene e che han giocato, altri non stavano bene e non c’erano. Stasera c’è stata una dimostrazione di gruppo, voglia di arrivare ad un obiettivo”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here