Venezia, Zanetti: “Grande rammarico per la sconfitta”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:12
0

Il tecnico del Venezia è rammaricato per un risultato che complica la corsa verso le posizioni di testa. Zanetti vuole pensare subito alla sfida di lunedì contro la Spal. Parlano anche Taugourdeau e Ceccaroni.

zanetti venezia
Paolo Zanetti prova a suonare la carica – meteoweek.com (photo by Getty Images)

Il Venezia fa un ulteriore passo indietro, nel risultato e di conseguenza nel gioco. La formazione lagunare perde in casa contro la Reggina e soprattutto cede un po’ di terreno alle squadre che si stanno giocando le prime due posizioni della classifica. I gol realizzati nel secondo tempo da Di Chiara e Situm hanno condannato la compagine veneta a una sconfitta che almeno per il momento non sembra costare caro nella corsa playoff, visto che sono ancora sette le lunghezze di vantaggio sul nono posto. Andiamo a leggere le dichiarazioni del tecnico del Venezia Paolo Zanetti a fine gara.

Che partita è stata – “Un giudizio sulla partita sinceramente è di delusione per il risultato. Ma non sono deluso della prestazione. Abbiamo fatto mezzora importante, siamo stati sfortunati, non siamo stati concreti e cinici. Nel secondo tempo abbiamo spianato la strada con un episodio con una punizione regalata. Al netto hanno fatto un tiro e due gol, questo è stato. E’ la terza o quarta partita che perdiamo in questo modo, dobbiamo capire come mai non riusciamo a portare a casa partite che dominiamo. Detto questo finire questa gara con un 2-0 è troppo, ma succede. Se capita la stessa cosa tre o quattro volte inizia a darmi molto fastidio”.

La corsa si complica – “Dobbiamo qualificarci per i playoff il più in alto possibile, quando giochiamo per la posta in palio pesante escono i nostri difetti. Lunedì abbiamo subito un altro banco di prova contro un’altra corazzata di questo campionato. In non possesso abbiamo difeso sulle mezzali, penso che Johnsen invece abbia fatto una buona partita”.

La sfida contro la Spal – “A Ferrara ci aspetta una partita difficilissima contro una squadra che ha valori straordinari e che ha appena cambiato allenatore. Dobbiamo giocare una grandissima partita, ci sono altre 7 finali, di punti in palio ce ne sono ancora tanti. Se vogliamo andare ai playoff dovremo lottare fino alla fine. La Spal gioca con un sistema di gioco diverso rispetto a prima, ha individualità incredibili, recupera giocatori importanti e sarà una partita di sacrificio senza mai perdere la nostra identità. Siamo stati meno precisi di altre volte. Continuiamo su questa strada al di là del risultato”.

Leggi anche -> Reggina, Baroni: “Abbiamo concesso pochissimo”

Le parole di Taugourdeau

A fine gara ha parlato anche Anthony Taugourdeau. Il centrocampista francese ha commentato la prova del suo Venezia al cospetto della Reggina: “Abbiamo fatto i primi 25 minuti quando loro ci hanno pressato bene. Era una partita chiusa, non abbiamo tirato in porta nella prima mezzora, ma nemmeno loro. Potevamo segnare alla fine del primo tempo, poi nella ripresa abbiamo subito gol su un episodio. Ogni partita è diversa, a Monza avevamo giocato molto bene, oggi invece un po’ meno. Abbiamo la fortuna di rigiocare subito a Ferrara, loro spingeranno, ma noi ci faremo trovare pronti. Il calendario secondo me conta poco. C’è chi si deve salvare e chi raggiungere i playoff, ogni partita è difficile”.

Leggi anche -> Venezia-Reggina 0-2, colpaccio amaranto: cronaca, tabellino e classifica

Venezia, parla anche Ceccaroni

Queste sono invece le dichiarazioni rilasciate dal difensore dei lagunari Pietro Ceccaroni: “Abbiamo fatto un primo tempo di alto livello, purtroppo non siamo riusciti a concretizzare. Nel secondo tempo un episodio girato male ha cambiato la partita e non siamo riusciti a indirizzarla. L’anno scorso nelle ultime partite per salvarci affrontavamo partite tese, non dobbiamo avere timori adesso nell’affrontare la fase finale della stagione dopo un campionato molto positivo. Alla fine la Reggina ha sfruttato l’episodio del primo gol, non siamo più riusciti a indirizzarla come stavamo facendo prima. Non dobbiamo piangerci addosso, a inizio in pochi avrebbero scommesso su un Venezia in questa posizione di classifica. Lunedì andiamo a giocare a Ferrara con la Spal. Sarà una partita difficile contro una squadra forte, non vediamo l’ora di rifarci e di affrontare una bella partita con le nostre idee e il nostro spirito. Vogliamo un risultato importante che ci dia spinta per il finale di stagione”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here