Virtus Bologna-Unics Kazan: gli emiliani sognano il ritorno in Eurolega

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:40
0

L’attesa potrebbe finire questa sera, dopo quindici anni la Virtus Bologna scende in campo per tornare in Eurolega, l’ultimo ostacolo è gara 3 di EuroCup con Kazan.

Virtus Bologna
La Virtus Bologna in campo nell’ultimo turno di campionato (Foto da: Pagina Facebook ufficiale Virtus Bologna)

Spezzare l’equilibrio per guadagnarsi l’accesso alla finale di Eurocup e soprattutto la qualificazione alla prossima Eurolega, la più importante competizione per club dell’Europa del basket. Le V Nere hanno un appuntamento con la storia questa sera e sono decise a sfruttarlo, anche se non sarà facile. Il gran ballo va in scena a partire dalle 20,45 e sarà trasmesso in diretta da Eurosport.

Virtus Bologna a caccia di un sogno

L’obiettivo è fissato ormai da tempo, il progetto della Virtus è quello di lavorare per tornare là dove in passato è stata spesso protagonista. Non sarà facile però e la serie di semifinale di EuroCup contro i russi lo ha già dimostrato. Due gare giocate, un successo a testa nelle rispettive partite casalinghe, entrambi con quattro punti di scarto. E se in gara 1 un super Teodosic ha fatto la differenza, in gara 2 gli emiliani hanno sofferto dovendo recuperare anche dal meno 18. A Kazan è stato Bellinelli a caricarsi la squadra sulle spalle con una score da 33 punti che non è servito a vincere ma ha permesso la rimonta che ha rimesso tutto in parità.

Coach Djordjevic alla vigilia del match ha fornito la ricetta per uscire vincitori: “Dovremo avere intelligenza in campo sfruttare al meglio e risolvere le situazioni legate ai loro cambi tattici e ai raddoppi in low-post. Dobbiamo evitare le palle perse, chiudere l’area e stare attenti soprattutto ai rimbalzi, che saranno la chiave della partita”. Insomma la Virtus non potrà appoggiarsi solamente alle sue guardie da sogno, Teodosic e Bellinelli, ma dovrà fare la differenza anche nella zona pitturata del campo dove comunque non le mancano centimetri, chili e qualità. Importante sarà poi operare le giuste turnazioni e soprattutto saper decidere il ritmo della gara, cercando anche di caricare di falli degli avversari.

La buona notizie è che Bologna arriva al match con tutti gli effettivi e caricata dall’ultima vittoria in campionato dove i big hanno anche potuto riposare, Markovic, Teodosic e Belinelli non hanno infatti giocato. Servirà tutta l’energia possibile per tornare dove Bologna merita di stare dopo 15 anni di attesa. La vittoria di oggi poi porterebbe le V nere anche in finale di EuroCup dove le attende il Monaco, ma questa è un’altra storia da iniziare a scrivere solo se al suono della sirena di stasera gli emiliani avranno centrato il loro appuntamento con la storia.

La storia della Virtus in Eurolega

La Virtus Bologna ha un rapporto particolare con l’Eurolega, è stata tra le società fondatrice della nuova competizione e ha anche alzato per la prima la coppa in cielo nel 2001. E’ stata questa la seconda volta che gli emiliani si sono seduti sul trono d’Europa dopo quella del 1998 con un format però diverso. Come detto la competizione più importante del Continente manca alla Virtus da quindici anni, colpa anche della caduta nei bassifondi del basket italiano. Caduta da cui le V Nere hanno saputo rialzarsi nel migliore dei modi se si pensa che appena quattro anni fa giocavano in Serie A2 e oggi hanno la possibilità non solo di conquistare una finale europea ma anche di tornare tra le migliori compagini del Vecchio Continente.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here