Manchester UTD-Roma 6-2: cronaca e tabellino. I Red Devils ipotecano la finale

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:57
0

Un primo tempo che aveva illuso tutti, poi una serie incredibile di infortuni, che spianano la strada agli inglesi. Finisce con i giallorossi a picco, i Red Devils mettono un piede in finale. Manchester UTD-Roma 6-2.

Manchester UTD-Roma
La Roma è attesa ad un match fondamentale per la sua stagione

Manchester UTD-Roma: i tabellini

Manchester United (4-2-3-1): De Gea; Wan-Bissaka, Lindelöf, Maguire, Shaw; Fred (83′ matic), McTominay; Bruno Fernandes (90′ Mata), Rashford (76′ Greenwood), Pogba; Cavani. Allenatore: Solskjaer.

Roma (3-4-2-1): Pau Lopez (28′ Mirante); Smalling, Cristante, Ibanez; Karsdorp, Diawara, Veretout (5′ Villar), Spinazzola (37′ B. Perez); Pellegrini, Mkhitaryan; Dzeko. Allenatore: Fonseca.

Marcatori: 9′ Bruno Fernandez, 15′ Pellegrini (rig.), 33′ Dzeko, 48′ Cavani, 64′ Cavani, 71′ Bruno Fernandez (rig.), 75′ Pogba, 86′ Greenwood

Ammoniti: 50′ Villar, 51′ Pogba, 61′ Smalling

La Cronaca

Dopo 2′ minuti si ferma Veretout. Brutta tegola per la Roma. Al 9′ triangolazione letale Fernandez-Cavani con il portoghese che insacca. Reagisce la Roma che con Karsdorp ottiene un penalty per un fallo di mano di Pogba, nel tentativo di contrastare l’olandese. Realizza Pellegrini dal dischetto. Devils ancora in attacco con Fernandez e Pogba. Proprio su una conclusione di quest’ultimo Pau Lopez si infortuna e deve lasciare il campo. Al 33′ Roma in vantaggio con una pregevole combinazione Mkhitaryan-Pellegrini e tap-in di Dzeko da 2 metri. La Roma perde anche Spinazzola e termina i cambi, avendo usufruito dei 3 slot a disposizione. Il primo tempo finisce con l’ennesima disattenzione di Ibanez, che favorisce Cavani che però non ne approfitta.

La ripresa inizia con il Manchester avanti e Cavani prima pareggia dopo una ripartenza veloce dello United, servito da Pogba, e poi segna il 3-2, mettendo dentro a porta vuota dopo un maldestro intervento di Mirante su conclusione non irresistibile di Rashford. Il Manchester segna ancora, su un generoso rigore al minuto 71 con Bruno Fernandez. Il fallo, a molti apparso dubbio, era stato di Smalling su Cavani. Arriva poi la manita con Pogba, di testa su assist millimetrico del solito Bruno Fernandez. La Roma ha spento la luce. Gli inglesi segnano anche il sesto gol con Greenwood. Amarissima serata per la Roma all’Old Trafford.

 

Sappiamo che sarà difficile, rispettiamo il Manchester ma abbiamo le nostre ambizioni”. Così l’allenatore della Roma, Paulo Fonseca, in conferenza stampa alla vigilia della semifinale di Europa League con il Manchester United. “Non sempre arriviamo in una semifinale, capiamo l’importanza del momento – ha aggiunto commentando il saluto dei tifosi alla squadra prima della partenza da Trigoria -. Li abbiamo visti ed è importante sentire questo sostegno. Vogliamo lottare per loro, per la città e per il club”.

Il tecnico giallorosso, come sempre, si è espresso con il suo consueto garbo, mostrando prima di tutto rispetto per l’avversario di stasera. Lo stesso non può dirsi di Solskjaer, le cui dichiarazioni della vigilia (“Non conoscevo bene la Roma, l’abbiamo studiata solo in questi ultimi giorni”), poi goffamente rettificate, hanno agitato non poco gli animi dei tifosi nella Capitale. Certo è difficile credere ad un simile scivolone dialettico, qualcuno ha pure ipotizzato una traduzione non proprio fedele dell’intervista al tecnico dei Red Devils, ma tant’è. Servirà alla Roma per avere una motivazione ulteriore a ben figurare ed a “farsi ricordare”?

Come arrivano le squadre al match

QUI MANCHESTERSolskjaer si affiderà ancora una volta al classico 4-2-3-1. Tra i pali c’è De Gea, mentre in difesa da destra a sinistra ci sono Wan-Bissaka, Lindelöf, capitan Maguire e Shaw. A centrocampo coppia consolidata con Fred e McTominay, trequartista Bruno Fernandes con Greenwood e Pogba esterni. Unica punta Rashford.

QUI ROMA – Fonseca all’Old Trafford andrà sul sicuro, affidandosi ai titolarissimi: Pau Lopez in porta, in difesa out Mancini per squalifica, c’è Cristante in mezzo alla linea a 3, con Smalling e Ibanez. Sulle fasce sin dall’inizio dovrebbero giostrare Karsdorp e Spinazzola, che torna titolare dopo aver messo minutaggio nelle gambe alla Sardegna Arena. In mezzo al campo coppia Diawara-Veretout, mentre sulla trequarti ci saranno Pellegrini e Mkhitaryan a supportare Dzeko.

Manchester UTD-Roma: le formazioni ufficiali

Manchester United (4-2-3-1): De Gea; Wan-Bissaka, Lindelöf, Maguire, Shaw; Fred, McTominay; Bruno Fernandes, Rashford, Pogba; Cavani. Allenatore: Solskjaer.

Roma (3-4-2-1): Pau Lopez; Smalling, Cristante, Ibanez; Karsdorp, Diawara, Veretout, Spinazzola; Pellegrini, Mkhitaryan; Dzeko. Allenatore: Fonseca.

Manchester UTD-Roma: precedenti e curiosità

Sono 6 i precedenti in gare ufficiali tra i due club, a cavallo tra il 2007 e il 2008, tutti in Champions League: una sola vittoria giallorossa (2-1 all’Olimpico nell’andata dei quarti di finale 2006/2007), un pareggio (1-1 sempre all’Olimpico nell’ultima giornata della fase a gironi 2007/2008) e 4 vittorie inglesi (7-1 nel ritorno dei quarti di finale 2006/2007, 1-0 nella seconda giornata della fase a gironi 2007/2008, 0-2 nell’andata dei quarti di finale 2007/2008 e 1-0 nel ritorno dei quarti di finale 2007/2008) il bilancio.

La Roma ha vinto solamente una volta in terra inglese in competizioni UEFA: a Liverpool nel ritorno degli ottavi di finale di Coppa UEFA 2000/2001, successo per 1-0 che non bastò a ribaltare lo 0-2 dell’Olimpico. Il bilancio è completato da 6 pareggi e 10 sconfitteTredici, invece, le vittorie del Manchester United in casa contro squadre italiane, a fronte di 3 pareggi e 3 sconfitte.

Col direttore di gara Carlos del Cerro Grande il Manchester non vanta alcun precedente, mentre la Roma lo ricorda per la partita contro lo Young Boys in svizzera nella fase a gironi, lo scorso ottobre. I giallorossi vinsero, ma il direttore di gara cnel primo quarto d’ora di gioco concesse un rigore agli elvetici, ai più apparso dubbio, che mise in salita la partita.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here