Conferenza stampa Juventus- Sassuolo: la scelta di Allegri

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:47

Nella conferenza stampa di Juventus – Sassuolo Allegri ha dato delle indicazioni importanti in vista della partita.

conferenza stampa allegri Juventus
Massimiliano Allegri, allenatore dalla Juventus [credit profili ufficiale Twitter Juventus] – meteoweek
Alle 18.30 di domani all’Allianz Stadium si giocherà Juventus – Sassuolo. Nella conferenza stampa Massimiliano Allegri ha parlato della partita ma sopratutto ha dato indicazioni sulla formazione titolare di domani annunciando quattro titolari.

LEGGI ANCHE–>Caos Var sotto accusa: da oggi si cambia in campo

 

La conferenza stampa della Juventus

-“Dionisi sta dimostrando di essere un bravo allenatore alla prima esperienza in Serie A.” 

Allegri ha parole di elogio per il tecnico del Sassuolo. Parlando della partita dice che domani sarà una partita da vincere e non da giocare, altrimenti il punto conquistato a Milano sarà inutile. Sempre sul match aggiunge che hanno recuperato Rabiot mentre Bernardeschi e Kean sono fuori.

-“Dove spero non lo so, vediamo domani.”

Allegri risponde così alla domanda su dove può arrivare aggiungendo che ci sono tante partite e sono tutte da vincere.

-“Domani è più difficile preparare la partita rispetto a quella con l’Inter. 

Allegri sottolinea come sia più difficile preparare una partita del genere perché le motivazioni sono diverse e si gioca di mercoledì ad un orario strano. Le indicazioni sulla partita sono che bisognerà essere compatti, giocare meglio e fare due gol che non li facciamo da tempo. 

-“Son ragazzi, non sono motorini. Ogni tanto vanno lasciati a riposo, non è tanto una questione fisica ma mentale. Tutti ogni tanto devo lasciarli fuori.”

Ha risposto così alla mancata partenza da titolare di Chiesa a San Siro. Dicendo che l’esterno della Juventus e della Nazionale è un punto fermo e ogni tanto va fatto rifiatare. Se fa giocare sempre gli stessi arrivano a gennaio che sono bolliti, invece se sfrutta tutta la rosa arrivano c’è buona possibilità di arrivare in fondo.

-“È normale che Dybala ha il gol nel sangue, ma credo che diventi la caratteristica della squadra rimpiazzando i gol di chi ne faceva 30 da solo.”

Allegri ha parlato dei problemi in attacco e Dyabala in particolare. Sull’argentino dice che sta meglio e domani giocherà titolare insieme a Chiesa, De Ligt e Perin. Poi aggiunge che Dybala ha il gol nel sangue ma che non può fare 30 gol da solo.  Sull’attacco non ha preoccupazioni perché lo scorso anno MOrata ha fatto 21 gol, Chiesa 14-16 e non c’era Dyabala.