Juventus – Allegri in conferenza stampa: “Abbiamo bisogno di punti per consolidare il quarto posto”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:16

Alla vigilia di Juventus – Bologna , il tecnico Massimiliano Allegri in conferenza stampa spiega che gli attende un avversario per nulla facile da affrontare. 

La Juventus crede fortemente al quarto posto e l’ostacolo Bologna che attende i ragazzi di Max Allegri non è per nulla semplice e i tre punti sono fondamentali per tenere lontano un possibile pericolo Roma.

Massimiliano Allegri allenatore della Juventus (Credit Foto Ansa)
Massimiliano Allegri allenatore della Juventus (Credit Foto Ansa)

A inizio conferenza stampa il tecnico toscano desidera subito salutare Sinisa Mihajlovic e augurargli una pronta guarigione. Poi parla dell’impegno di domani sera all’Allianz Stadium: “Mi sento che arriviamo bene alla sfida contro il Bologna, dopo una settimana di lavoro. È una squadra che sta bene fisicamente, ha pareggiato a Milano, ha vinto in casa, quindi direi che non è semplice da battere. E noi abbiamo bisogno di punti per consolidare il quarto posto”

La Juventus concentrata su due fronti: quarto posto e Coppa Italia. L’allenatore prova a richiamare tutti all’attenzione per la sfida di sabato prima della semifinale: “Prima di pensare alla Coppa Italia facciamo un passo alla volta, prima c’è il Bologna. Abbiamo ancora sei partite da qui alla fine del campionato, con le ultime due contro squadre che dietro di noi ma attaccate“.  I bianconeri sono chiamati a fare molta attenzione e tanti punti in campionato per rimanere agganciati al quarto posto.

Come ricorda Allegri: “L’obiettivo di entrare tra le prime quattro non è ancora raggiunto, mancano ancora sei partite. Sono soddisfatto di come la squadra sta lavorando, ma sono dispiaciuto perché siamo usciti dalla Champions e perché abbiamo perso la Supercoppa“.

Leggi anche —> Juventus – Allegri vuole concedere l’ultima chance, la dirigenza cerca alternative

Allegri: “Quest’anno abbiamo fatto delle buone cose”

Non in tutte le annate è possibile portare a casa qualche trofeo ma come ribadisce in conferenza: “Bisogna sempre vedere se hai messo le basi per poter programmare bene il futuro. E credo che quest’anno abbiamo fatto delle buone cose, ma non possiamo ancora valutare l’annata“. La squadra è cresciuta secondo il tecnico e in questa fase cruciale bisogna cercare di fare più punti possibili. “Domani ci sono tre punti e da quelli non si può assolutamente scappare“.

Giocatori della Juventus dopo il gol (Credit Foto Ansa)
Giocatori della Juventus dopo il gol (Credit Foto Ansa)

Non ha rimpianti Allegri di essere tornato alla Juventus. Vuole costruire qualcosa di importante in questi quattro anni. “Mi ritengo fortunato, siamo a buonissimi livelli. Mi sono tolto soddisfazioni e cerco di togliermene altre insieme alla società, per cui sono molto contento“.

Poi esprime la propria idea sul momento difficile che sta vivendo il calcio italiano, fuori ancora una volta dai Mondiali: “I problemi ci sono sempre, ma in Italia si tende a mettere la testa sotto e nessuno vuole affrontarli per cercare la soluzione, giusta o sbagliata che sia. Ma finché non prendiamo una strada, non possiamo sapere se è giusta o sbagliata. In Italia questo non ci piace tanto farlo, quindi si tende a vivacchiare“.

Leggi anche —> Juventus – Morata: “Vogliamo giocare una finale di Coppa Italia”

Infine parla di Nedved: “Credo che Nedved abbia fatto un’esternazione, come capita a chi sta in tribuna, difficilmente uno rimane sempre fermo, poi la partita ti porta a muoverti. Stiamo lavorando bene insieme a lui, al presidente e a Cherubini. Direi che ci sono tutti i presupposti per finire l’annata nel migliore dei modi e iniziare la prossima ancora meglio“.