Venezia-Bologna 4-3: cronaca del match e tabellino

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:00

Il Venezia non si arrende e aspetta l’esito di Salernitana Cagliari per sapere se sarà retrocessa ufficialmente. Col Bologna finisce 4-3.

Finisce 4-3 una sfida pirotecnica tra Venezia e Bologna che lascia ancora per un po’ una speranza di salvezza ai veneti.

 

Immagine dalla partita - credits: Ansa Foto. Sportmeteoweek
Immagine dalla partita – credits: Ansa Foto. Sportmeteoweek

Venezia che parte benissimo trovando già due gol nel giro di venti minuti. La reazione del Bologna arriva tra la fine del primo e l’inizio del secondo tempo, quando arrivano i due gol della rimonta prima della rete del vantaggio di Schouten e della contro-rimonta firmata Aramu e Johnsen.

Ritorno in panchina agrodolce per Sinisa Mihajlovic, che aveva cambiato una partita con un cambio di modulo dopo poco più di mezz’ora del primo tempo ma alla fine si arrende al ritorno dei veneti.

Arancioneroverdi che continuano a sperare in un’incredibile salvezza, guardando con attenzione lo scontro diretto tra Salernitana e Cagliari. Una vittoria dei campani significherebbe ritorno in B per la squadra di Soncin.

LEGGI ANCHE-> Spezia-Atalanta 1-3: cronaca del match e tabellino

Venezia-Bologna 4-3: cronaca del match

Primo tempo

Venezia che passa subito in vantaggio dopo appena quattro minuti di gioco. L’assist arriva addirittura dal portiere Maenpaa, che con un lungo rinvio trova Thomas Henry solo contro Skorupski. Il francese lo supera con un bel pallonetto che porta in vantaggio gli arancioneroverdi.

All’ottavo minuto su sviluppi da corner è Theate a provare la conclusione con il sinistro, attento sul primo palo a bloccare il portiere finlandese. Poco dopo Soriano prova la conclusione da fuori non trovando però la porta dei veneti.

Al 14′ sul primo corner per i padroni di casa svetta Svoboda, che però non inquadra lo specchio della porta. Al 16′ su un pallone vagante schizza Haps che viene abbattuto da Skorupski. Nessun dubbio per l’arbitro e calcio di rigore per il Venezia. Dal dischetto si presenta Kiyine che incrocia la conclusione che viene parata dal portiere polacco del Bologna, la palla però arriva nuovamente al marocchino che la mette in porta per il gol del 2-0.

Al 24′ il Bologna prova a farsi sentire con una conclusione dal limite dell’area di Barrow. Il tiro però parte debole e non impensierisce l’estremo difensore avversario. Qualche minuto dopo è Lorenzo De Silvestri ad andare vicinissimo al gol, con un colpo di testa da corner che finisce di poco a lato.

Al 27′ Kiyine costringe Skorupski ad allungarsi e a fare una bella parata dopo la conclusione dal limite dell’area debole ma angolata. Sul calcio d’angolo successivo la conclusione ancora di Svoboda, che sfrutta una torre ma viene murato. Al 31′ Henry riesce a strappare il pallone a Soumaoro e calcia forte sul primo palo, ancora attento il portiere dei felsinei. Nell’azione successiva è Ceccaroni a tentare il tiro da fuori, che finisce però molto largo.

Al 32′ la bellissima combinazione tra Soriano e Barrow libera l’attaccante rossoblu davanti a Maenpaa, il gambiano però si fa ipnotizzare tirando centrale. Subito dopo Mihajlovic sorprende tutti effettuando già il primo cambio del match inserendo Orsolini al posto di Theate e passando al 4-2-3-1. È proprio Orsolini a trovare il gol che accorcia le distanze proprio in chiusura di primo tempo al termine di un’azione insistita e conclusa dalla bellissima palla di Musa Barrow che trova l’inserimento del neo entrato.

Mihajlovic, tornato oggi in panchina - credits: Ansa Foto. Sportmeteoweek
Mihajlovic, tornato oggi in panchina – credits: Ansa Foto. Sportmeteoweek

Secondo tempo

Dopo 6′ dall’inizio della ripresa un bel contropiede per il Bologna spinto da Musa Barrow, che trova Arnautovic dall’altro lato che tira di prima ma trova il piede di Maenpaa a concedere solo corner. Ancora da una bellissima palla di Barrow sul secondo palo nasce il gol del pareggio rossoblu. Sul cross del gambiano è De Silvestri ad arrivare di testa e a trovare la sponda per il tap-in di Marco Arnautovic, che firma il 2-2 al 54′.

Il Venezia cerca la reazione con Aramu che appena entrato conclude in porta trovando però la parata del portiere bolognese. Il Bologna però insiste e cerca il gol del vantaggio prima con Barrow e poi con Orsolini, che però non impensieriscono Maenpaa.

Al 67′ due grandi occasioni per i felsinei, prima con Dominguez che non riesce a raccogliere l’assist di Arnautovic, poi con Orsolini che recupera il pallone e va via bene ma trova l’ottima parata di Maenpaa. Sul calcio d’angolo successivo il Bologna passa addirittura in vantaggio con un gol stupendo di Schouten, che difende il pallone e si libera dell’avversario con un dribbling di suola trovando poi un gran destro sul secondo palo per il 2-3.

Al 73′ viene assegnato al Venezia un calcio di rigore per un contrasto di Gary Medel su Mattia Aramu. Nonostante il cileno tocchi prima il pallone e poi il fantasista del Venezia il rigore viene però confermato, dando la possibilità al numero 10 di presentarsi sul dischetto e spiazzare Skorupski pareggiando l’incontro.

Al 93′ Johnsen fa esplodere il Penzo di Venezia trovando il definitivo 4-3 con un bellissimo destro a giro dopo aver raccolto la palla parata da Skorupski sul tiro di Henry.

LEGGI ANCHE-> Lecce e Cremonese tornano in Serie A

Venezia-Bologna 4-3: tabellino

Marcatori: 4′ Henry (V), 19′ Kiyine (V), 46′ Orsolini (B), 55′ Arnautovic (B), 68′ Schouten (B), 78 Aramu (V), 93′ Johnsen (V)

Venezia(3-5-2): Maenpaa; Svoboda, Caldara, Ceccaroni; Mateju, Crnigoj (80′ Peretz), Vacca (56′ Fiordilino), Kiyine (56′ Aramu), Haps (64′ Johsen); Cuisance (80′ Okereke), Henry. A Disposizione: Bertinato, Makafji, Ullmann, Busio, Tessmann, Nani, Nsame. Allenatore: Soncin

Bologna(3-5-2): Skorupski; Soumaoro, Medel, Theate (34′ Orsolini); De Silvestri, Svanberg (46′ Dominguez), Schouten, Soriano (69′ Vignato), Hickey; Barrow (69′ Sansone), Arnautovic. A Disposizione: Bardi, Binks, Bonifazi, Kasius, Mbaye, Aebischer, Viola, Santander. Allenatore: Mihajlovic

Ammonizioni: 16′ Skorupski (B), 30′ Kiyine (V), 38′ Hickey (B), 77′ Medel (B), 77′ Mateju (V), 80′ De Silvestri (B), 80′ Dominguez (B)