Real Madrid, Ancelotti parla del Liverpool e della sua quinta finale di Champions League

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:39

Carlo Ancelotti ha concesso un’intervista prima della finale di Champions per parlare della finale contro il Liverpool, che sarà la sua quinta in carriera come tecnico.

Domani sera Carlo Ancelotti disputerà la sua quinta finale di Champions League in carriera come allenatore, della quale ha parlato così.

 

Carlo Ancelotti, allenatore del Real Madrid [credit: ANSA] – MeteoWeek
Tutto pronto per la finale di Champions League di domani sera tra Liverpool e Real Madrid. I Reds cercano il riscatto dopo la finale persa nel 2018 proprio contro i Blancos, con un Salah che scenderà in campo con il coltello tra i denti dopo l’infortunio che gli impedì di restare in campo nella finale di Kiev.

Real Madrid, le parole di Carlo Ancelotti

Carlo Ancelotti ha concesso un’intervista a UEFA.com per parlare della finale. Se il Real dovesse vincere contro il Liverpool, l’allenatore diventerebbe anche il primo tecnico ad aver vinto quattro volte la massima competizione europea, dopo i successi con il Milan nel 2003 e nel 2007 e quello nel suo primo periodo a Madrid nel 2014.

LEGGI ANCHE –> Manchester City, la vittoria del titolo apre la polemica sul giocatore

L’allenatore detto la sua sulla squadra di Klopp: “Il Liverpool è una grande squadra, difficile da affrontare. Gioca ad altissimo livello, con grande fisicità, ma è un piacere trovarlo in finale. Quella del 2005 è stata la migliore squadra che abbia mai avuto in finale. Purtroppo nel calcio c’è un’imprevedibilità che non puoi controllare. È difficile da spiegare. È difficile spiegare come abbiamo fatto a segnare due gol in un minuto al 90′ contro il City. Sono cose che succedono e devi accettarle, senza pensarci troppo, ma il calcio offre sempre possibilità di riscatto”.

Carlo Ancelotti dirige i giocatori in allenamento [credit: ANSA] – MeteoWeek
Secondo l’allenatore non è corretto parlare di “vendetta”, in quanto quella tra le due formazioni è una sfida che si ripropone spesso storicamente: “Se il Liverpool è in cerca di vendetta dopo la finale del 2018 persa contro il Real Madrid? Anche il Real Madrid cerca vendetta, perché ha perso una finale contro il Liverpool [quella del 1981 a Parigi]. Non penso che significhi molto. Si affrontano due grandi squadre e alla fine vincerà quella con più coraggio e personalità. Come ho detto, il Liverpool ha molta qualità, gioca ad alta intensità ed è ben organizzato. È una delle squadre più forti. Jürgen Klopp è un grande allenatore e abbiamo un buon rapporto. Ha portato qualche novità nel calcio, soprattutto intensità e pressing offensivo. Sta facendo un ottimo lavoro”.