Sinner sul tetto del mondo, più giovane italiano di sempre

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:25
0

Sinner campione

Jannik batte il canadese Pospisil 6-4 3-6 7-6 e diventa cosi’ il più giovane italiano di sempre a vincere un torneo Atp. Da lunedì sarà numero 37 del mondo.

Jannik Sinner a 19 anni diventa il più giovane italiano di sempre a conquistare un titolo Atp. Il giovane tennista ha battuto il canadese Vasek Pospisil per 6-4 3-6 7-6 (3) vincendo il primo titolo della carriera nel 250 di Sofia. Una vittoria pazzesca e strameritata per l’altoatesino che ha ha gestito nel migliore dei modi una partita contro un avversario di un certo livello e che ha dato del filo da torcere a un Sinner in splendida forma.

Il match

Sinner avanti, Pospisil lo insegue. È Sinner a decidere il ritmo e suon di colpi, Pospisil non è comunque da meno. Tuttavia è l’italiano a condurre il gioco, o almeno, è questa l’impressione. Il clou dell’incontro arriva nel terzo set, quando, sul 5-4 per Sinner, Pospisil infila una serie di colpi che indirizzano il game fino al 5-5. L’italiano ristabilisce subito le distanze, con una vigorosa reazione, costringe Pospisil a forzare i colpi.

Si decide la sfida

Si alza il ritmo e si decide a questo punto la sfida. Pospisil non molla, ma l’alto – atesino sfrutta nel migliore dei modi il servizio e piazza un mini break (4-2) anche grazie all’errore del canadese che va al cambio di campo dopo un primo errore alla battuta e poi un diritto impreciso e piazzato male che lo vede con la palla praticamente addosso.

Sinner campione

Pospisil sbaglia nuovamente: 5-3 per Sinner al servizio nella fase più delicata del tie-break. L’alto-atesino vede la vittoria prossima e su servizio del canadese replica alla grande nello scambio: lo chiude stringendo l’angolo e va sul 6-3. Poi il successo finale.