Sassuolo, De Zerbi: “Torneremo brillanti. Benevento? Non sarà mai un nemico”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:03
0

Roberto De Zerbi, intervenuto in conferenza stampa alla vigilia di Sassuolo-Benevento, ha speso parole di elogio nei confronti degli avversari. Nella gara di Serie A dovrà fare i conti con diverse assenze.

de zerbi sport meteoweek
(Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

Il Sassuolo, in occasione della undicesima giornata del campionato di Serie A, affronterà al Mapei Stadium il neo-promosso Benevento. I neroverdi sono sulla carta favoriti, ma non intendono sottovalutare l’avversario. Lo ha sottolineato, nel corso della consueta conferenza stampa della vigilia, il tecnico Roberto De Zerbi. L’allenatore originario di Brescia, d’altronde, nutre grande affetto per la squadra che ha guidato nella stagione 2017/18.

Il momento del Sassuolo

Roberto De Zerbi, nel corso della conferenza stampa odierna, ha innanzitutto parlato delle scorse gare. Dopo un avvio di stagione brillante, infatti, nelle ultime due giornate il Sassuolo ha collezionato una sconfitta e un pari, rispettivamente negli scontri diretti contro Inter Roma. La gara di domani sera, dunque, sarà all’insegna della rivalsa.

Bisogna dividere la partita contro la Roma tra prima e dopo l’espulsione. In 11 contro 11 abbiamo fatto benissimo e potevamo anche andare in vantaggio, lo avremmo meritato. Il valore della Roma non dipende solo dall’essere o meno in 11, ma dopo l’espulsione la squadra non mi è piaciuta. Cercavamo di fare qualcosa in più e ci è riuscito male. Questa è la valutazione che ho fatto a caldo e che confermo ancora oggi“, ha sottolineato De Zerbi.

L’obiettivo è continuare a effettuare dei passi avanti, senza guardare troppo alla classifica. Quest’ultima ad inizio campionato aveva regalato grandi gioie ai neroverdi “Preferisco – dice – concentrarmi sulle cose che possiamo migliorare, abbiamo dei giocatori fuori che sono fondamentali e dobbiamo recuperare. Ce ne sono altri che giocano in condizioni non ottimali. Dobbiamo tornare presto ad avere un’alta qualità di gioco, stiamo soffrendo meno e siamo più solidi mentalmente, perché non ci facciamo condizionare dagli episodi. Abbiamo altre quattro partite prima della sosta, dobbiamo pensare alla classifica ma soprattutto a tornare brillanti e vogliosi di giocare e creare palle gol, subendone poche“.

La gara contro il Benevento

Roberto De Zerbi sarà il grande ex della sfida del Mapei Stadium. “Il Benevento non sarà mai un avversario o un nemico. Sono grato e riconoscente al Benevento per quello che mi ha dato, dal presidente in primis alla sua famiglia e al direttore sportivo Foggia. Oltre a tutte le persone che hanno trattato bene me e il mio staff. L’esperienza è partita così così per i miei trascorsi di Foggia, ma poi è diventata determinante per la mia carriera. Vorranno vincere tanto quanto me domani, a loro mi lega un affetto che andrà oltre il lavoro e che ci sarà sempre, al di là delle nostre carriere e dei nostri cammini. Ho avuto la fortuna di trovare persone speciali a Benevento“.

Al di là delle questioni di cuore, tuttavia, in campo ci sarà un avversario ostico. “Stanno facendo molto bene e forse hanno raccolto meno di quanto potevano raccogliere. Non si tratta di una sorpresa, il campionato di B lo hanno vinto a febbraio e hanno fatto un mercato importante, oltre a confermare gran parte della rosa. Il ds Foggia sa come mettere i giocatori giusti a disposizione dell’allenatore. Hanno preso Caprari, Ionita, Dabo, Glik che si vanno ad aggiungere a un gruppo che in serie B c’entrava poco. E poi ci sono i meriti di Inzaghi, che ha dato un’identità forte alla squadra. Sarà una partita difficile, il Benevento ha preso punti alla Juve e ha perso a Roma con un risultato troppo ampio“, ha ribadito De Zerbi.

de zerbi
(Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

La formazione di De Zerbi

Il Sassuolo, in occasione dell’undicesimo turno di Serie A, dovrà fare i conti con diverse assenze importanti. “Non recupererò infortunati. Abbiamo fuori Caputo, Defrel e Chiriches, mentre rientra Consigli ma sapevamo che sarebbe tornato subito. Speriamo di poter recuperare qualche giocatore prima della sosta di fine anno. Sono giocatori determinanti e che non voglio rischiare di perdere per lungo tempo. Stiamo pagando certe assenze, anche se quelli che stanno giocando stanno facendo bene. Ad esempio Djuricic ha fatto bene da centravanti così come Raspadori, ma una squadra come la nostra fatica a reggere l’assenza in contemporanea di Defrel e Caputo“, ha spiegato De Zerbi.

L’undici di partenza è dunque ancora in dubbio. “Potrei cambiare qualcosa, non tanto per le quattro partite ma perché vedo qualche giocatore appannato e ho la fortuna di avere una rosa ampia. Alcuni giocatori possono essere alternati senza preoccuparsi tanti. Ci sono caratteristiche diverse ma il livello è simile, quindi domani potremo vedere già qualche cambio. Anche perché è giusto che qualcuno tiri il fiato se ne ha bisogno“.


Leggi anche:


Infine, Roberto De Zerbi ha commentato le recenti dichiarazioni di Karl-Heinz Rummenigge in merito alla sua squadra. L’amministratore delegato del Bayern Monaco ha ammesso di fare il tifo per i neroverdi, poiché club piccolo ma con un importante progetto ed un allenatore dalle grandi qualità.

È gratificante che il dirigente di uno dei più grandi club europei abbia belle parole per il Sassuolo. Sia per la proprietà che per Carnevali, che è il regista di tutto. Questi complimenti vanno recepiti nella maniera giusta, senza troppa ansia di fare male e non tenere fede ai complimenti, ma anche senza pensare di essere più bravi di quel che siamo. Dobbiamo continuare a giocare, a migliorarci con ambizione, perché quando gli altri ti riconoscono il merito poi tutti ti vedono da una prospettiva diversa“, questa la risposta del tecnico.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here