Rinnovo Cuadrado, Juve al lavoro. E’ primo per assist in Champions

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:49
0

Prestazioni eccellenti e assist in quantità industriale (8 in 14 partite) per Cuadrado della Juve e il colombiano è sempre più vicino al rinnovo del contratto

Che giocatore, Juan Cuadrado. Il 32enne colombiano della Juve sta esprimendo le sue qualità in modo sempre più convincente e per i tifosi è diventato una vera e propria istituzione, ancor più dopo le superbe prestazioni contro Torino e Barcellona. Due gare mai banali per i colori bianconeri. I numeri parlano da soli e lo incoronano addirittura in cima agli assist-man della Champions League. Per questo il rinnovo del contratto, come confermato da Tuttosport, potrebbe scattare a breve.

Cuadrado e il rinnovo: quando scade il suo contratto con la Juve

Il contratto di Cuadrado scadrà il 30 giugno 2022, ma nelle ultime ore le voci si susseguono ed è molto probabile che la Juve possa prolungare l’accordo scritto fino al 2024, con un contratto di 3 milioni di euro a stagione che permetterebbe all’esterno di concludere la carriera in bianconero. Un’ipotesi a lui molto gradita.

Leggi anche > Premi Champions: quanto incassano Juve, Lazio e Atalanta…

Juve nel segno di Cuadrado: i numeri

Ben 8 assist in 14 apparizioni da titolare, dei quali tre nelle ultime due partite (due per McKennie e uno per Bonucci). Cuadrado nelle vesti di “regista esterno” sta dando il meglio di sè: tre assist in campionato, cinque in Champions, dove è il re dei passaggi vincenti. In Europa Cuadrado si piazza al terzo posto assoluto dietro a Kane (12) e De Bruyne (10).

Oggi il colombiano è un “intoccabile” di Pirlo, ma in passato ha lavorato molto per ritagliarsi un posto e una credibilità in rosa. Tutto è iniziato nel 2015, quando il colombiano è arrivato in prestito dal Chelsea. In quella stagione è suo il gol decisivo al 93′ nel derby col Torino. Nel 2016/2017 dopo un iniziale rinnovo triennale del prestito dal club inglese alla Juve i bianconeri lo riscattano per 20 milioni di euro. Prima Allegri e poi Sarri lo impiegano più come terzino difensivo che come esterno offensivo, ruolo in cui si era fatto notare con Udinese, Lecce e Fiorentina in passato. Per Pirlo diventa invece un autentico regista laterale, un jolly da utilizzare in tutta la fascia.

Leggi anche > Alaba alla Juve a parametro zero? Rummenigge: “Normale che lo cerchino”

A novembre 2020 Cuadrado veste inoltre per la prima volta la fascia di capitano contro Spezia (quando esce Bonucci) e Cagliari. A dicembre questa sfilza di assist da abbinare a prestazioni eccellenti. E Cuadrado continua a stupire e a correre. Sì, anche verso un meritato rinnovo di contratto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here