Milan-Parma 2 a 2| Le interviste a Pioli e a Liverani

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:32

Il Milan schianta contro il Parma e la sfida al San Siro termina in parità: è 2 a 2. Theo Hernandez risponde per due volte Hernani e a Kurtic.

 

Le parole di Pioli

Ecco le parole di Pioli a margine della sfida di San Siro contro il Parma: “Il Parma ha merito, ha qualità in attacco, Cornelius ha difeso bene la palla e gli esterni erano bravi nell’uno contro uno, se rivediamo il primo gol ci schiacciamo troppo a difendere la porta. Siamo in superiorità numerica ma abbiamo marcato lo spazio e non gli avversari. La palla da sola non fa gol. Mi aspettavo da parte della squadra un inizio veemente. E’ successo che abbiamo preso gol ma abbiamo avuto occasioni per fare gol. Questo non toglie che abbiamo fatto una buona gara. Abbiamo dimostrato qualità e tenuta. E’ un passo in avanti per una squadra così giovane”.

“Il Milan sta bene e la squadra è pronta e preparata. Abbiamo cambiato tanto giovedì e non avevano giocato in settimana, era quasi tipo, il problema fisico non è un problema. Sapevamo di giocare tante partite ma è dura per tutti. Dispiace aver avuto qualche infortunio di troppo che ci ha tolto soluzioni. La sosta di Natale non penso ci dia tempo per fare benzina. Ci sarà qualche girono di riposo ma poi tre partite. E’ una piccola sosta che a livello mentale ci farà bene. E’ una finta sosta”

Le parole di Liverani

Fabio Liverani è duro e rammaricato dopo il pareggio all’ultimo minuto: “Dopo il 2-1 non abbiamo concesso nulla, eravamo in superiorità numerica, abbiamo preso gol con la difesa schierata, ma la perfezione dopo tre mesi non è fattibile. Lavoriamo per far crescere tutti. L’analisi è ampia, siamo partiti bene, abbiamo trovato il vantaggio, poi il Milan ha spinto molto, ha preso pali e obiettivamente meritava il pari. Poi nel secondo tempo abbiamo trovato meritatamente il pari, dopo il 2-1 non abbiamo rischiato nulla. Prenderlo così è una beffa, ma non posso dire nulla ai ragazzi. C’è il ramarrico ma lavoriamo per crescere”.