Ascoli-Cosenza | Le parole di Delio Rossi | “Chiedo scusa ai tifosi”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:25

L’Ascoli perde in casa contro il Cosenza e Delio Rossi non può ritenersi ovviamente soddisfatto per quanto espresso dai calciatori bianconeri. 

Delio Rossi
Delio Rossi in panchina (foto credit Ascoli Calcio 1898 FC)

L’analisi del mister è molto lucida e realista. Le partite ravvicinate non aiutano di certo a lavorare con maggiore concentrazione e quindi adesso servirà quel quid in più per superare un momento molto delicato. Rossi è un allenatore esperto e sa bene come affrontare questo tipo di situazioni. La classifica inizia a preoccupare, ma non è il momento dei bilanci visto che ci sono ancora tante gare di campionato da disputare.

LEGGI ANCHE ➡️ il commento di Occhiuzzi nel dopo gara

LEGGI ANCHE ➡️ la cronaca di Ascoli-Cosenza

La conferenza stampa di Delio Rossi dopo il match Ascoli-Cosenza

Delio Rossi ha parlato nella conferenza del post-partita contro il Cosenza. C’è tanta delusione e allo stesso tempo voglia di ripartire. ”È difficile dare una spiegazione alla prestazione odierna. Non è mancato l’impegno, ma abbiamo perso praticamente tutti i duelli. Chiedo scusa visto che mi prendo le responsabilità – commenta Delio Rossi – per come è venuta la sconfitta”.

La prestazione della squadra non è stata all’altezza visto che ha offerto poco gioco e mordente, soprattutto in avanti. “Il problema della squadra è a livello mentale, forse eravamo stanchi. Penso che l’impegno non sia mancato – afferma il tecnico bianconero – sicuramente un pizzico di attenzione in più non sarebbe guastato”.

Il problema dei bianconeri non è l’atteggiamento di un singolo calciatore bensì la prestazione durante l’intero arco del match. “Secondo me c’è poco filtro a centrocampo e su questo dobbiamo lavorare. Dovrò cercare il rimedio adeguato – conclude – per risolvere questa situazione. Penso che l’Ascoli non sia quello visto stasera contro il Cosenza”.

Il video

Le immagini della conferenza di Delio Rossi parlano anche del doppio impegno in trasferta a Vicenza e poi a Monza.