Calciomercato Inter | Ausilio | Nainggolan? Vuole andarsene. Ma non lo regaliamo”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:52
0

Il matrimonio tra l’Inter e Radja Nainggolan è arrivato al capolinea. Il centrocampista belga ha manifestato l’intenzione di lasciare l’Inter perché vorrebbe giocare di più. Ausilio: “Proveremo ad accontentarlo ma non lo regaliamo”.

Radja Nainggolan, 32 anni, centrocampista dell’Inter (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

In attesa dell’ultimo impegno del 2020 (trasferta a Verona in programma mercoledì 23 dicembre), l’Inter è molto attiva sul mercato, soprattutto in uscita.

Radja Nainggolan, 32 anni, quasi sicuramente partirà: il giocatore ha chiesto di essere ceduto e il club nerazzurro ha confermato che il belga non rientra nei piani futuri di mister Antonio Conte.

Ausilio: “Ok alla cessione. Ma non lo regaliamo”

Ieri, prima della gara contro lo Spezia, il direttore sportivo dell’Inter Piero Ausilio ha confermato la probabile partenza di Radja Nainggolan a gennaio.

Piero Ausilio, direttore sportivo dell’Inter (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

Non è un mistero che il Ninja tornerebbe volentieri a Cagliari, dove ha giocato l’anno scorso e dove ha vissuto delle stagioni indimenticabili. La società sarda, però, non ha grandi disponibilità economiche e dunque avrebbe rinnovato la proposta della stagione passata: ingaggiare Nainggolan con la formula del prestito.

La doccia fredda è arrivata ieri dallo stesso Ausilio: ok alla cessione ma solo a titolo definitivo.

Nainggolan via a gennaio? Vediamo, con lui abbiamo parlato anche recentemente. Ha lavorato bene, è stato un professionista esemplare. E’ stato rallentato da qualche problemino, ci abbiamo parlato e abbiamo cercato di capire quali sono le sue esigenze. Vorrebbe giocare di più, noi non regaliamo niente a nessuno ma se ci sarà la possibilità di accontentarlo anche vista la sua professionalità ci proveremo”, ha detto Ausilio davanti alle telecamere di Sky Sport.

L’interesse per Papu Gomez

Ausilio non ha negato l’interesse dell’Inter per il Papu Gomez, in rotta con Gasperini e in partenza dall’Atalanta (ne ha parlato anche ieri Conte nella conferenza stampa post-partita).

LEGGI ANCHE -> Inter-Spezia 2-1 | Conte | “Queste vittorie ti proiettano in alto”

“Non lo so, eviterei di mettere la testa nei problemi degli altri, di mercato ne parleremo durante la pausa natalizia. Abbiamo seguito la situazione, quelli dell’Atalanta sono nostri amici. La stima e la considerazione c’è per Gomez come per tutti, ma evito di mettere la testa nei problemi degli altri. L’Atalanta ne ha tanti di elementi bravi”, ha sottolineato Ausilio.

La carriera del Ninja

Nato ad Anversa 32 anni fa, Radja Nainggolan è un centrocampista tuttofare con il “vizio” del gol.

Cresciuto calcisticamente nelle giovanili del Tubantia Borgerout, società in cui ha cominciato a giocare, insieme alla sorella Riana, all’età di 5 anni.

A dodici anni si trasferisce poi al vivaio del Germinal Beerschot dove è rimasto fino al 2005 quando, notato dal procuratore Alessandro Beltrami, passa al Piacenza, in quella stagione militante nella Serie B italiana. Proprio a Piacenza ha iniziato la sua carriera professionistica, debuttando in prima squadra nel campionato 2005-2006, precisamente il 28 maggio 2006 in Piacenza-Arezzo (2-3). E’ rimasto nelle giovanili della squadra emiliana anche nel campionato successivo, marcando una sola presenza nella stagione 2006-2007, prima di essere inserito stabilmente in prima squadra nel campionato seguente, in cui ha giocato 10 gare.

La stagione 2008-2009 ha visto Nainggolan diventare titolare della formazione piacentina: per lui 38 gare su 42 e siglando tre reti.[24] A fine anno gli emiliani ottengono la salvezza. Titolare anche nella stagione seguente, con il club biancorosso totalizza 71 presenze e 4 reti.

A gennaio 2010 è passato al Cagliari in prestito con diritto di riscatto. Esordio in Serie A il 7 febbraio 2010 proprio contro l’Inter.  In quel campionato giocò 7 partite.

Nella stagione 2010-2011 è diventato titolare a causa dell’assenza di Daniele Conti. Il 31 ottobre 2010, alla nona giornata di campionato, ha siglato il suo primo gol in Serie A contro il Bologna.

Le stagioni seguenti vedono confermare il buon rendimento del centrocampista belga, che risulta essere il giocatore che ha compiuto più contrasti vincenti nei massimi campionati europei tra le annate 2010-2011 e 2012-2013, con un totale di 298 tackle vinti.

Le buone prestazioni di Nainggolan attirano l’interesse della Roma che lo acquista a inizio 2014 per tre milioni di euro. Proprio quell’anno ha debuttato in Champions League. In maglia giallorossa vive le sue stagioni migliori: 155 presenze e 28 gol.

Tra il 2009 e il 2018 Nainggolan ha collezionato 30 presenze con la maglia della Nazionale belga siglando 8 gol.

Nel 2018, il passaggio all’Inter per 30 milioni di euro. Il resto è storia recente: il prestito al Cagliari nella stagione scorsa e il ritorno all’Inter all’inizio di questo campionato.

Le curiosità su Radja Nainggolan

Radja Nainggolan è nato ad Anversa (Belgio), da madre fiamminga e padre batak, un’etnia dell’isola di Sumatra, in Indonesia. E’ soprannominato il Ninja per via dei suoi tratti asiatici.

Quando Radja era ancora un bambino, il padre abbandonò la famiglia lasciandola in condizioni precarie. Fu cresciuto dalla madre, alla quale era molto legato, che purtroppo morì nel 2010. Parla quattro lingue: olandese, francese, inglese e italiano.

Si è sposato il 3 maggio 2011 con Claudia Lai, da cui ha avuto due figlie: Aysha (nata nel 2012) e Mailey (nata nel 2016). Nel giugno del 2013 ha visitato per la prima volta l’Indonesia (paese natale del padre) venendo ricevuto dal Ministro per le politiche giovanili e lo sport.[Ha una sorella gemella, Riana, anch’essa calciatrice. Nella stagione 2014-2015 ha giocato con la Res Roma per poi passare al calcio a 5.

L’incredibile rete contro la Spal il 20 ottobre 2019