Il PSG esonera Thomas Tuchel | Scelto il sostituto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:28
0

Un po’ a sorpresa il PSG ha deciso di esonerare l’allenatore tedesco prima della fine del campionato. Leonardo ora è in contatto con Pochettino, ma non solo.

Thomas Tuchel, credit Getty Images

Un fulmine a ciel sereno, un colpo di scena inaspettato e clamoroso. Certamente era risaputo che i rapporti tra Tuchel e il PSG fossero ai titoli di coda, ma la separazione sembrava dovesse prendere forma in estate, al termine della stagione in corso. La dirigenza francese ha scelto invece di esonerare l’allenatore ex Dortmund subito, nonostante il terzo posto in classifica a -1 dal capolista Lione. Tuchel paga la fase calante che ha colpito il PSG nelle ultime partite e una gestione dello spogliatoio non ottimale. I francesi si separano dunque dal tecnico che li ha condotti in finale di Champions League durante la scorsa stagione, persa poi contro il Bayern campione di tutto. I nomi per sostituirlo sono due, ma la situazione sembra già essere chiara e potrebbe risolversi in giornata.

Leonardo chiama, Pochettino risponde

Come riporta il giornalista di Sky Sport Fabrizio Romano, le soluzioni sondate dalla dirigenza parigina sono due: Mauricio Pochettino e Thiago Motta. L’allenatore argentino, però, è ad un passo dal diventare il nuovo tecnico del PSG.

Mauricio Pochettino, credit Getty Images

Pochettino e il suo entourage sono in contatto con Leonardo da inizio settimana: il tecnico è pronto ad accettare l’offerta per tornare ad allenare dopo un anno di pausa. Thiago Motta è stato allertato dalla dirigenza qualche giorno fa, ma il favorito è senza dubbio l’ex Spurs, sia per motivi tattici, che per l’esperienza internazionale maturata negli anni. Da 24 ore gli agenti di Poch sono in costante contatto con il PSG per trovare un accordo sul contratto. L’annuncio ufficiale dovrebbe arrivare tra qualche ora, quando ogni dettaglio sarà sistemato e Tuchel sarà esonerato ufficialmente. Pochettino tornerà dunque a Parigi dopo l’esperienza da giocatore: l’argentino ha giocato sotto la Torre Eiffel dal 2001 al 2003. Seconda vita in Francia, nuova avventura per un allenatore che ha voglia di rivincita dopo l’esonero ricevuto dal Tottenham durante la scorsa stagione.