Donnarumma, il Milan offre un contratto da 7 milioni a stagione

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:02
0

Gigio Donnarumma è il pilastro del progetto Milan. Maldini lo ha detto da subito, il progetto rossonero gira intorno a capitan futuro. Ecco le cifre del rinnovo del contratto.

Con le sue parate, Donnarumma è uno dei protagonisti di questo Milan dei record. Le sue mani hanno protetto la porta rossonera dagli attacchi degli avversari e oramai è diventato uno dei leader indiscussi dello spogliatoio del Diavolo. Raiola da anni prova a portarlo via da Milano, ma il portierone della nazionale non ha mai nascosto la sua volontà di rimanere all’ombra del Duomo per ancora tanto tempo. Il suo contratto scadrà il 30 giugno e per questo la dirigenza del Milan avrebbe messo sul piatto un’offerta da 7 milioni di euro a stagione.

Donnarumma: il super contratto

Corteggiato da tempo dal Psg e dalla Juventus, Donnarumma è stato in passato vicino all’addio al Milan. Il suo procuratore, Mino Raiola, ha provato a convincere il giocatore a vivere una nuova esperienza, casomai all’estero. Ma Gigio ha sempre rifiutato e dimostrato amore per la maglia rossonera. Quella maglia che lo ha visto crescere dai tempi della Primavera, da quel lontano 2013, l’anno in cui si trasferì al Milan.

Da quel momento passarono soli 2 anni e Donnarumma esordì a 16 anni in prima squadra. Una serie di successi, soddisfazioni e poi la dura eredità lasciata da Buffon in nazionale sulle sue giovani spalle. Gigio ha una grossa esperienza in campo internazionale, e infatti le Big d’Europa ogni anno provano a accaparrarsi le sue giocate tra i pali. Il Corriere della Sera ha detto che in questi giorni Mino Raiola e Maldini si siederanno per discutere del futuro del portiere di Castellammare.

Oggi Donnarumma percepisce 6 milioni di euro e il Milan ha intenzione di rinnovargli il contratto, aumentando di un milione l’offerta dell’ingaggio. 7 milioni di euro per restare a difendere i colori rossoneri. 7 milioni di motivi per credere al progetto Elliot.

Leggi anche——> Milan, Brenner può arrivare subito ma occhio alla concorrenza