Cosenza | Il bilancio di un 2020 | Ancora in Serie B

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:00
0

Il Cosenza di Occhiuzzi è ancora in Serie B e questa è già una cosa positiva per il popolo rossoblù. Dopo tanti anni di fallimenti e retrocessioni i tifosi sono contenti di giocare in Cadetteria, ma adesso vogliono sperare in qualcosa di diverso rispetto al passato. 

Roberto Occhiuzzi mentre abbraccia Raul Asencio durante l'ultima giornata dello scorso torneo
Roberto Occhiuzzi mentre abbraccia Raul Asencio durante l’ultima giornata dello scorso torneo (foto credit Francesco Farina)

Roberto Occhiuzzi, subentrato dopo Giuseppe Pillon, si è seduto durante le ultime giornate di campionato compiendo una cavalcata vincente e riuscendo a salvarsi nei minuti conclusivi dell’ultima gara, grazie a un gol arrivato non dal “San Vito-Gigi Marulla”, ma dal “Marcantonio Bentegodi” di Verona.

Il miracolo sportivo della stagione 2019/2020

Occhiuzzi scala le gerarchie e dopo aver vestito i panni del vice di Piero Braglia e Giuseppe Pillon siede sulla panchina del Cosenza come allenatore. Da subito il credo del nuovo allenatore smuove le coscienze dei calciatori. La pausa causata dalla pandemia scuote e non poco gli equilibri all’interno dello spogliatoio rossoblù. Nel mese di marzo in pieno lockdown, infatti, arrivano per motivi personali le dimissioni di Pillon, mai pienamente calato nella situazione Cosenza.

Allenamenti via Skype, videoconferenze e tanto altro mostrano sin da subito la voglia di Occhiuzzi di scrivere un nuovo capitolo della storia rossoblù e di ripartire con il piglio giusto. I campionati ripartono definitivamente a giugno e il tecnico nativo di Cetraro, paese in provincia di Cosenza, conquista con i calciatori 22 punti: sono in tutto 7 vittorie, un pareggio e 2 sconfitte. Durante l’ultima sfida in casa, vinta 3-1 con la Juve Stabia, arriva la salvezza diretta conquistata grazie anche a un gol di Luca Garritano. Il cosentino di nascita regala il successo al Chievo Verona e “involontariamente” permette al suo Cosenza di non passare dalle insidie dei playout.

L’attuale situazione di classifica del Cosenza di Occhiuzzi

Al momento il Cosenza coabita con Reggiana e Cremonese a quota 15 punti. Se il campionato dovesse finire l’1 gennaio 2021 la squadra calabrese sarebbe condannata a disputare il doppio confronto playout. La voglia del gruppo è invece quella di giocare ancora in Serie B, ma le insidie sono tante. Per evitare maggiori problemi è adesso il tempo di rimediare. Lunedì 4 gennaio 2021, infatti, partirà ufficialmente la sessione di calciomercato invernale.

LEGGI ANCHE: pareggio tra Pescara e Cosenza

L’intenzione è quella di cambiare marcia, 15 punti sono troppo pochi per sperare di salvarsi senza passare dalla lotteria dei playout. Per non parlare del rischio di retrocessione diretta: di questo passo è bene mettersi all’opera per aumentare il tasso qualitativo della formazione e provare a risalire in classifica.