Atalanta Sassulo, primo tempo 2-0: è la fiera delle occasioni gol per la Dea, cinico Zapata

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:06
0

L’Atalanta chiude il primo tempo con un vantaggio 2-0 che non rispecchia l’enorme quantità di occasioni create nei primi 45′ di gioco, mentre il Sassuolo, dopo dieci minuti di gestione, viene tramortito dal primo gol della Dea e non riesce più a stare in partita.

Atalanta, da sinistra: Duvan Zapata e Matteo Pessina in campo nella partita di Champions League con l'Ajax, 9 dicembre 2020 (Photo by Kenzo Tribouillard / AFP via Getty Images)
Atalanta, da sinistra: Duvan Zapata e Matteo Pessina in campo nella partita di Champions League con l’Ajax, 9 dicembre 2020 (Photo by Kenzo Tribouillard / AFP via Getty Images)

La partita Atalanta Sassuolo inizia subito ad alti ritmi, con buone occasioni da entrambe le parti. I primi dieci minuti sono in gestione dei neroverdi. Al 1′ Berardi lancia subito in avanti Muldur: Gollini ferma tutto con un’uscita bassa. Alla prima occasione, l’Atalanta trova subito la rete del vantaggio: Zapata vince il contrasto in area con Chiriches e sul rimpallo spedisce la sfera nell’angolino opposto a Consigli.

Il primo gol dell’anno della Dea è dunque firmato dal colombiano: è dal ritorno in campo di Ilicic che anche lui sembra finalmente aver recuperato la giusta ispirazione per fare gol. Per Zapata si tratta del quarto gol e terzo assist in tutte le competizioni della stagione 2020/21 ed è attualmente il secondo marcatore della squadra a parimerito con Papu Gomez e sotto Muriel, il capocannoniere con sette reti.


Leggi anche:


Il Sassuolo dopo il primo gol rimane tramortito: gli spazi per l’Atalanta ci sono, e con un po’ di precisione in più sarebbe possibile già il raddoppio. Per i bergamaschi è la fiera delle occasioni: al 18′ l’errore di Locatelli lancia Pessina verso la rete avversaria, al 21′ Hateboer sul filo del fuorigioco tenta la conclusione, al 23′ Palomino ci prova con un sinistro al volo, al 34′ Zapata cerca la doppietta ma spedisce la palla sul palo.

Al 45′ arriva il doppio vantaggio dei padroni di casa grazie alla costruzione chirurgica di un Ilicic davvero scatenato. Lo sloveno imbuca la palla in mezzo ai due marcatori di Pessina, che accompagna in rete da distanza ravvicinata con il destro. Per il numero 32 dell’Atalanta si tratta della prima rete che segna con questa squadra in 14 presenze su tutte le competizioni.