Napoli | Gattuso: “Sono felice, ma anche arrabbiato. Non abbiamo veleno”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:45
0

L’allenatore del Napoli Gennaro Gattuso ha analizzato la vittoria per 4-1 in casa del Cagliari. 

Gennaro Gattuso, allenatore Napoli. Getty Images
Gennaro Gattuso, allenatore Napoli. Getty Images

Super prestazione del Napoli in casa del Cagliari. Gli azzurri vincono 4-1 alla Sardegna Arena e si rialzano dopo gli ultimi risultati negativi del 2020. Ai microfoni di Sky Sport, l’allenatore Gennaro Gattuso ha analizzato la prova della sua squadra: “Sono contento per la prestazione, ma sono arrabbiato per le 10 palle gol sprecate. Non puoi arrivare negli ultimi 20 metri senza veleno. Sul gol non ne parliamo, sembravamo una banda di ragazzini che hanno paura di mettere il piede. Mi fa arrabbiare il poco veleno sotto porta, siamo quelli che creano di più in campionato. Ci trasciniamo questo problema da tempo, oggi è stato bravo Zielinski a ribaltarla da solo in due minuti”. 

Leggi anche: Cagliari-Napoli 1-4 | Cronaca | Tabellino | Highlights | Classifica
Leggi anche: Napoli | Osimhen positivo al Covid | Festa e protocollo violato: multa in arrivo

Il tecnico azzurro ha parlato anche della bellissima rete di Zielinski che è valsa il momentaneo 2-1: “Io quei gol da calciatore li sognavo (ride ndr). Secondo me Zielinski danza sul pallone, fa delle sterzate incredibili. È un giocatore completo, ha tutto per diventare un grandissimo calciatore. Gli manca solo un po’ di cattiveria negli ultimi 15 metri, mi aspetto tanto da lui perché tecnicamente è un giocatore molto molto importante”. 

Cagliari-Napoli | Le parole di Gattuso su Osimhen

Gattuso ha poi detto la sua sul caso Osimhen: “Marcello Lippi, quando lo facevo arrabbiare, mi diceva che dovevo bollire nel mio brodo. Osimhen dovrà fare lo stesso. Ha chiesto scusa, sa che ha commesso una sciocchezza e noi lo aspettiamo perché è un giocatore importante. Ha sbagliato e ha chiesto scusa. La società farà delle cose, la responsabilità di mandarlo in Nigeria è stata mia. Ci ho messo il mio faccione quindi la figuraccia l’ho fatta pure io. Quando tornerà gli dirò quello che penso. Ha sbagliato e pagherà”.