Sassuolo | De Zerbi: “Voglio vedere la capacità di reagire”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:30
0

Il tecnico dei neroverdi presenta la sfida contro il Genoa. De Zerbi attacca chi ha rivolto critiche ai suoi: “Non c’è equilibrio nel calcio, ma lo sapevamo”.

de zerbi meteoweek
Roberto De Zerbi – meteoweek.com (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

Il Sassuolo è chiamato alla prova del riscatto, dopo aver iniziato con una sconfitta pesante sul campo dell’Atalanta. I neroverdi allenati da Roberto De Zerbi attendono al Mapei Stadium la visita di un Genoa in crescita, dopo l’arrivo in panchina di Davide Ballardini. Potrebbe essere per gli emiliani l’occasione giusta per risollevarsi e risalire la china, dopo che la sconfitta di Bergamo ha sottolineato alcuni limiti sul piano del gioco e su quello atletico. Su questi aspetti si è soffermato De Zerbi, durante la consueta conferenza stampa prepartita.

Il tecnico del Sassuolo ha parlato del fatto che le tre sconfitte fin qui maturate per la squadra emiliana, sono arrivate al termine di prestazioni non esaltanti. Ma al tempo stesso sono state più pesanti di quanto non dicano i risultati: “Inter, Milan e Atalanta sono le uniche che ci hanno battuto. Sono state tre partite in cui non siamo riusciti a esprimerci come possiamo e vogliamo. Per fortuna si torna in campo dopo tre giorni e non abbiamo il tempo di pensare a quello che è stato. Abbiamo fatto tanto di buono e dobbiamo pensare solo alla partita contro il Genoa”.

Il Sassuolo non sta vivendo il suo miglior momento dall’inizio del campionato. De Zerbi lo sa, ma confida anche nella capacità dei suoi ragazzi di fornire una buona prestazione domani: “Quando ci sono difficoltà bisogna capire in cosa consistono. Le squadre che difendono basse e con tanti giocatori ti creano delle difficoltà, ma non è impossibile fare bene. La seconda cosa è lavorare per migliorare contro queste squadre. Non andiamo a vedere quando facciamo bene contro queste squadre. Ad esempio l’anno scorso col Genoa abbiamo trovato subito il gol e abbiamo vinto 5-0”.

De Zerbi replica alle critiche

De Zerbi vuole reagire – meteoweek.com (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Anche perchè i neroverdi non sono brillanti sul piano fisico. Motivo per cui è importante fare risultato a dispetto del gioco: “L’aspetto fisico è importante nel calcio, noi al Sassuolo abbiamo scelto di prendere giocatori che favorissero la nostra idea di calcio. Questa scelta ci ha pagato: alcune volte ci ha visto soccombere, come a Bergamo dove avremmo potuto fare meglio”. Non sono mancate le critiche per il Sassuolo e il suo mister, che risponde così: “Le critiche fanno capire che abbiamo dato a tutti l’idea di fare un grandissimo campionato, e lo stiamo facendo. E fanno capire che non c’è mai equilibrio nel calcio, ma questo lo sapevamo”.

Leggi anche -> Genoa | Ballardini verso il Sassuolo: “Dobbiamo essere più bravi”.

La sconfitta di Bergamo ha gettato gli emiliani sotto una cattiva luce. Ma De Zerbi non ci sta: “È bastata una sconfitta per cambiare tutto, anche a causa del risultato rotondo. Le critiche non ci devono spostare, devono solo farci crescere e migliorare. Ora dobbiamo avere la rabbia giusta, poi ognuno ha il suo modo di crearsi aspettative”. Il ciclo del Sassuolo, però, continua: “In tre anni ci sono momenti in cui viene tutto facile e altri meno felici. Non siamo brillanti, ma dobbiamo essere tranquilli, poi penseremo a recuperare la condizione di tutti”.

Leggi anche -> Sassuolo, De Zerbi: “Con l’Atalanta abbiamo pagato il gap fisico, identità confermata”

Si passa poi all’analisi dell’avversario. Il Genoa viene da un buon momento dopo l’avvento di Ballardini, ma De Zerbi vuole ottenere il massimo da questa partita: “Il Genoa ha fatto 4 punti in due partite, ha dei giocatori di qualità in tutti i reparti. La partita è difficile come lo sono tutte le altre, questo è un campionato molto equilibrato. Non so se ci aspetteranno o presseranno. Non voglio la vittoria a tutti i costi, mi interessa vedere che i giocatori si rialzino da una sconfitta, nell’atteggiamento e nella voglia di reagire”.