Atalanta-Parma, l’esordio di Maehle convince: subito vicino al gol grazie a Zapata

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:01

Joakim Maehle, ufficializzato dall’Atalanta il 4 gennaio, ha esordito due giorni dopo in campo con il Parma. Il Danese è entrato al 65′ in sostituzione di Robin Gosens e dopo una decina di minuti è subito andato vicinissimo al gol.

Atalanta, Joakim Maehle all'esordio in campo nella partita con il Parma, 6 gennaio 2021 (foto dia Emilio Andreoli/Getty Images)
Atalanta, Joakim Maehle all’esordio in campo nella partita con il Parma, 6 gennaio 2021 (foto dia Emilio Andreoli/Getty Images)

L’esordio di Joakim Maehle è arrivato due giorni dopo l’ufficializzazione in squadra: il danese è entrato in campo al 65′ sulla fascia sinistra in sostituzione di Robin Gosens. Il neo-arrivato ha subito convinto, dando l’impressione di riuscire già ad amalgamarsi con la squadra. Al 77′ si è inserito con un destro al volo sul cross di Duvan Zapata in area: l’azione è pericolosissima, ma Sepe riesce a fermare tutto.

Atalanta, Maehle è già a suo agio nelle dinamiche della squadra

Il danese ha continuato a spingere per tutta la sua permanenza in campo. C’è stata anche l’intesa con l’olandese Marten De Roon: Maehle imposta il cross in area di rigore, ma i compagni non arrivano in tempo per tentare la conclusione. Il dialogo è ottimo anche con Zapata, che più volte gli fa da sponda e lo cerca in campo. Il confronto con Mojica è impietoso: c’è l’impressione che il neo-arrivato abbia concretizzato di più del collega negli utlimi tre mesi.


Leggi anche:


Il ventitreenne ha dimostrato di poter giocare anche sulla fascia sinistra, nonostante tiri di destro. Maehle ha quindi una certa versatilità e potrò essere utilizzato sia come vice-Hateboer che come vice-Gosens. Ha dimostrato anche di avere una buona gamba, attraversando tre quarti di campo in corsa solitaria. Non si è limitato al compitino e ha dimostrato personalità cercando di proporsi in avanti più volte.

Ecco il commento di Gasperini al termine della partita Atalanta-Parma: “Maehle è un giocatore già esperto e sicuro. Quando sei bravo, ci metti poco ad inserirti in una squadra nuova. Ovviamente adesso gli servirà un po’ di tempo per conoscere tutti i compagni ed i meccanismi di gioco“. Il ventireenne è stato acquistato a fine dicembre dal Genk per 10 milioni di euro, una cifra abbastanza alta secondo gli standard della società per un giocatore di fascia.