Gasperini: “L’Atalanta c’è e vuole vincere, abbiamo silenziato l’insidia del Parma”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:21
0

Un Gasperini al miele commenta la partita Atalanta-Parma: la squadra non ha subito azioni significative da parti avversarie, gestendo tutti i 90 minuti della partita e realizzando una tripletta strepitosa.

Atalanta, il tecnico Gian Piero Gasperini a bordocampo durante la partita con il Parma, 6 gennaio 2021 (foto di Emilio Andreoli/Getty Images)
Atalanta, il tecnico Gian Piero Gasperini a bordocampo durante la partita con il Parma, 6 gennaio 2021 (foto di Emilio Andreoli/Getty Images)

Al termine dell’incontro Atalanta-Parma, l’allenatore Gian Piero Gasperini ha lodato i suoi giocatori e ha raccontato a Bergamo Tv: “La partita non è stata facile. Il merito è dei nostri ragazzi che sono riusciti a portare la gara sul canale giusto. Tenendo presente anche il momento che stanno vivendo gli avversari, l’incontro presentava molte insidie”. Il Parma arrivava infatti da 6 sconfitte consecutive ed era prevedibile la voglia di riscattarsi dei gialloblù.

C’è stato un evidente cambio di passo da parte della Dea rispetto all’inizio del campionato. La squadra è tornata a creare tanto e, soprattutto, a produrre tanti risultati concreti. Gasperini spiega: “Adesso abbiamo una convinzione ed un ritmo superiori. Adesso l’Atalanta c’è e ha voglia di vincere: siamo un gruppo coeso e siamo quasi tutti in una buona forma fisica“.

Atalanta-Parma, l’analisi di Gasperini: “Partita in due tempi, Maehle convince”

Poi Gasperini divide la partita in due fasi: “Bene il primo tempo, sotto ogni punto di vista. Nel secondo tempo abbiamo avuto buone iniziative e abbiamo provato a gestire. I ritmi si sono abbassati e abbiamo anche ceduto un po’ di possesso palla al Parma. Abbiamo tante partite davanti, quindi abbiamo fatto molti cambi“. Il tecnico non accenna all’uscita di Josip Ilicic arrabbiato dal campo.


Leggi anche:


Ecco le pagelle dell’allenatore nerazzurro: “Zapata? Sono contento per il gol dopo 3′. Se comincia a segnare subito anche lui come Muriel è solo positivo. Caldara? Il suo rientro è un’ottima notizia, era impaziente. Maehle? È un giocatore che ha sicurezza e tecnica. I giocatori bravi ci mettono veramente poco a entrare in partita.  Ovviamente adesso gli servirà un po’ di tempo per conoscere tutti i meccanismi ed i compagni“.