Cagliari-Benevento 1-2 | Tabellino | Classifica | Highlights

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:41
0

Il Cagliari ha ospitato il Benevento nel lunch match della 16a giornata di Serie A. Rigore annullato dal VAR agli ospiti. Al 20’ sblocca Joao Pedro su assist di Pavoletti. A pochi istanti dall’intervallo la ribaltano gli ospiti con Sau e Tuia. Nel finale rossoblù in dieci a causa dell’espulsione di Nandez. Risultato finale 1-2.

cagliari benevento
Artur Ionita è uno dei tanti ex di Cagliari-Benevento (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

Cagliari-Benevento | Diretta

Il Cagliari, chiamato a dare una svolta alla stagione nella sedicesima giornata del campionato di Serie A, ha mancato ancora l’occasione. Nel lunch match alla Sardegna Arena, nel secondo impegno casalingo consecutivo, è arrivato il Benevento. I padroni di casa sono partiti subito offensivi con Pavoletti, servito da Nainggolan, che ha messo di testa il pallone in rete. L’attaccante tuttavia ha commesso fallo su Montipò, per cui la rete viene annullata. Al 12’ ad avere una clamorosa occasione per sbloccare il risultato sono stati tuttavia gli ospiti grazie ad un calcio di rigore. Il portiere rossoblù Cragno dopo avere superato Sau ha toccato in area di rigore Lapadula. Il direttore di gara non ha esitato a fischiare il penalty. Il VAR, tuttavia, lo ha richiamato all’ordine. Abbattista dopo avere rivisto sullo schermo l’azione cambia decisione: l’intervento non è irregolare. Al 20’, invece, ne hanno approfittato i padroni di casa. A mettere in rete il pallone è stato Joao Pedro su assist di Pavoletti.

A pochi minuti dall’intervallo gli uomini di Pippo Inzaghi però sono riusciti a ribaltare clamorosamente il risultato in soli tre minuti. A firmare il pari è stato l’ex del match Sau grazie a un cross di Schiattarella. L’1-2, invece, è stato realizzato da Tuia, che ha colpito il palo interno e successivamente è andato in rete. Nella ripresa poche occasioni, per lo più a tinte rossoblù. Gli isolani hanno tentato in modo blando di agguantare il pari, ma senza successo. Al triplice fischio si sono dovuti arrendere al nono turno consecutivo senza vincere. Il campionato è sempre più in salita per la squadra di Eusebio Di Francesco.

Il tabellino

CAGLIARI (4-3-2-1): Cragno; Zappa, Walukiewicz, Ceppitelli (77′ Pisacane), Tripaldelli (67′ Simeone); Nandez, Marin; Caligara (46′ Sottil); Nainggolan (81′ Pereiro), Joao Pedro; Pavoletti.
A disposizione: Aresti, Vicario, Boccia, Pajac, Pinna, Oliva, Cerri, Tramoni. 
Allenatore:
Eusebio Di Francesco.

BENEVENTO (4-3-2-1): Montipò; Improta, Tuia (89′ Maggio), Glik, Barba; Hetemaj (89′ Dabo), Schiattarella, Ionita; Insigne (71′ Foulon), Lapadula (75′ Di Serio) ; Sau (75′ Caprari)
A disposizione:
Manfredini, Lucatelli, Pastina, Del Pinto, Basit, Masella.
Allenatore: Filippo Inzaghi.

MARCATORI: 25′ Joao Pedro (C), 41′ Sau (B), 43′ Tuia (B)

AMMONITI: 4′ Caligara (C), 5′ Schiattarella (B), 86′ Improta (B), 88′ Sottil (C), 90’+3 Pisacane (C)

ESPULSI:  83′ Nandez (C)

ARBITRO: Eugenio Abbattista di Molfetta

La classifica

Milan 37
Inter 36
Roma 30
Napoli 28
Juventus 27
Sassuolo 26
Atalanta 25
Verona 23
Lazio 22
Benevento 21
Sampdoria 27
Bologna 16
Udinese 15
Fiorentina 15
Cagliari 14
Parma 12
Torino 11
Spezia 11
Genoa 11
Crotone 9

Gli highlights

Formazioni ufficiali

Cagliari (4-2-3-1): Cragno; Zappa, Ceppitelli, Walukiewicz, Tripaldelli; Marin, Caligara; Nández, Nainggolan, Pedro; Pavoletti. All. Di Francesco

Benevento (4-3-2-1): Montipò; Improta, Tuia, Glik, Barba; Hetemaj, Schiattarella, Ionita; Insigne, Lapadula, Sau. All. F. Inzaghi

ARBITRO: Eugenio Abbattista di Molfetta

Le probabili formazioni

Il Cagliari sfida tra le mura amiche il Benevento, attualmente decimo, che è la sorpresa del campionato. Prima della sconfitta contro la capolista Milan i giallorossi erano reduci da tre risultati utili in scontri diretti. La squadra di Pippo Inzaghi intende ritrovare quell’andamento. Non sarà una gara semplice, dunque, per gli uomini di Eusebio Di Francesco, che non vincono da ben otto turni. Quest’oggi, tuttavia, potranno contare in un’arma in più, ovvero l’eterno combattente Nainggolan, tornato per l’ennesima volta in rossoblù.

Mister Eusebio Di Francesco, in occasione dell’impegno casalingo contro il Benevento, dovrà fare a meno dello squalificato Lykogiannis. A sostituirlo sulla fascia sinistra dovrebbe essere Tripaldelli. In difesa assente anche Godin, non convocato per un problema muscolare al polpaccio. Verrà confermato, dunque, Ceppitelli al centro. A completare il reparto i soliti Zappa e Walukiewicz. A centrocampo si prenderà subito una maglia da titolare Nainggolan, seppure, come evidenziato dal tecnico in conferenza stampa, non abbia i novanta minuti sulle gambe. Nandez verrebbe così dirottato a destra a discapito di Pereiro e al centro resterebbe Marin. Qualche ballottaggio invece in avanti, con Pavoletti che potrebbe essere favorito su Simeone.

CAGLIARI (4-2-3-1): Cragno; Zappa, Walukiewicz, Ceppitelli, Tripaldelli; Nainggolan, Marin; Nandez, Joao Pedro, Sottil; Simeone. All. Di Francesco

Leggi anche -> Cagliari | Di Francesco: “Partita spartiacque. Nainggolan dal 1′? Vedremo”

Mister Pippo Inzaghi ha qualche assenza con cui fare i conti. In difesa sono infatti infortunati Letizia Caldirola. Al centro dunque Tuia, come nello scorso turno, dovrebbe affiancare Glick, mentre a destra si inserirà Foulon e a sinistra arriverà la conferma per Barba. A centrocampo il tecnico non dovrebbe cambiare nulla, con la presenza incombente dell’ex Ionita dal 1’. Nel reparto avanzato invece Sau potrebbe insidiare il posto da titolare di Lapadula.

BENEVENTO (4-3-2-1): Montipò; Foulon, Glik, Tuia, Barba; Ionita, Schiattarella, Hetemaj; Insigne, Caprari; Sau. All. Inzaghi

Leggi anche -> Benevento | Ionita: “Cagliari sarà agguerrito, se segno non esulto”

Precedenti e curiosità

Cagliari Benevento si sono incontrate soltanto tre volte: due in Serie A e una in Coppa Italia. I precedenti sorridono ai rossoblù, che nella stagione 2017-18 trionfò in entrambi i confronti per 2-1. Ben quattro delle sei reti totali arrivarono oltre il 90’. I due successi in extremis furono fondamentali agli isolani per centrare la salvezza. Nel girone di Coppa Italia nel 1982 finì invece 1-1.

Sono tre anche i precedenti in Serie A, da allenatori, tra Filippo Inzaghi ed Eusebio Di Francesco. L’attuale tecnico del Cagliari è in vantaggio con due successi (conquistati quando era alla guida del Sassuolo) a fronte di una sconfitta (mentre era sulla panchina della Roma). Egli, inoltre, ha vinto entrambi i precedenti in Serie A contro il Benevento nella stagione 2017/18. In perfetto equilibrio invece il bilancio di Filippo Inzaghi contro il Cagliari con un successo, un pareggio e una sconfitta mentre era alla guida di Milan e Bologna.

La gara vedrà scontrarsi un gran numero di ex. Ionita, che ha vestito la maglia del Cagliari dal 2016 al 2020, infatti, non è l’unico. Anche l’estremo difensore rossoblù Cragno incontrerà una sua vecchia conoscenza, avendo conquistato la promozione in Serie A da protagonista con il Benevento nella stagione 2016/17. Gli altri due sono Pajac Sau. Il moldavo oggi potrebbe essere l’asso nella manica del tecnico Pippo Inzaghi.