Maxi offerta di BC Partners per acquistare l’Inter

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:08
0

Non si placano le voci relative a una futura cessione dell’Inter. Nelle ultime ore, BC Partners avrebbe avanzato una maxi-offerta per rilevare il club dalla famiglia Zhang. 

Jindong e Steven Zhang, proprietari dell’Inter

L’Inter resterà di proprietà cinese o cambierà padrone? Tra indiscrezioni, rumors e smentite, il futuro del club nerazzurro continua a far discutere. Sembra infatti che BC Partners abbia messo sul piatto una proposta difficile da rifiutare: tra i 400 e i 500 milioni di euro per acquistare la società nerazzurra più altri 350 milioni per coprire i debiti secondo “Corriere dello Sport” e “Corriere della Sera”.

Voci sempre più insistenti

A fine anno, il presidente Steven Zhang ha sgombrato il campo da ogni dubbio: “Le notizie diffuse in questi giorni sono prive di ogni fondamento” aveva scritto in un comunicato ufficiale diffuso dalla società nerazzurra.

Una secca smentita che però ha sortito l’effetto contrario perché le voci sul possibile cambio di proprietà continuano a moltiplicarsi, supportate da fonti autorevoli vicine agli ambienti finanziari.

L’offerta per acquistare l’Inter

Secondo notizie ufficiose ma molto accreditate, i potenziali acquirenti sarebbero orientati a valorizzare il club tra 400 e 500 milioni, oltre il debito netto che si aggirerebbe sui 350-400 milioni. Quasi un miliardo di euro, una cifra davvero consistente.

BC Partners è uno dei più blasonati investitori europei e ha la vocazione ad acquisire il controllo delle aziende, sceglierne il management e indirizzarne le strategie con l’idea di aumentarne il valore per poi rivenderle nel giro di pochi anni.

Il dossier sull’Inter

La sede della BC Partners si trova a Londra e Nikos Stathopoulos è il manager greco che sta seguendo in prima persona il dossier Inter.

Classe 1969, dopo essersi laureato in Business Administration all’Università di Economia e Commercio di Atene, Stathopoulos ha conseguito un Master in Business Administration all’Harvard Business School. Poi ha lavorato tre anni come consulente aziendale presso il Boston Consulting Group a Londra, per poi diventare partner di Apax Partners a Londra, dove per sette anni si è occupato di operazioni di buy-out in tutta Europa.

Nel 2005 è entrato a far parte di Bc Partners e oggi è membro del comitato esecutivo e Presidente del comitato di gestione del portafoglio, in particolare è responsabile degli investimenti nell’area TMT (Technology, Media & Telecommunications).

Inoltre è Presidente del consiglio d’amministrazione di Cigierre, Dental Pro, Pharmathen e United Group; Vicepresidente di Migros Turk; membro del Consiglio di Amministrazione di Acuris, Advanced e Springer Nature.

Mercato parsimonioso

Complice l’eliminazione dalla Champions League e le conseguenze economiche della pandemia, di sicuro il mercato invernale dell’Inter sarà all’insegna del risparmio. La proprietà ha già chiarito che non verranno fatti grossi investimenti.

LEGGI ANCHE -> Inter | La smentita di Zhang | “L’Inter non è in vendita”

LEGGI ANCHE -> Inter | Il gruppo Suning cerca sponsor e finanziatori. Cessione in vista?