Milan, il Lech Poznan offre il 19enne Marchwinski. Maldini ci pensa

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:10

Geoffrey Moncada, boss degli osservatori del Milan, ha messo nel mirino Marchwinski del Lech Poznan. Per prendere il polacco però, servono 10 milioni.

Giovanni Branchini, agente che cura gli interessi del fantasista polacco, ha incontrato gli emissari del Milan due giorni fa per discutere di un possibile trasferimento di Filip Marchwinski in rossonero. Il giocatore sta disputando un ottimo campionato finora, mettendosi in vista grazie alle sue doti e alle sue caratteristiche. Sicuramente si tratta di un talento puro, uno che coi piedi sa giocare molto bene.

L’unico ostacolo per far sì che si concluda la trattativa è la cifra richiesta dal Lech Poznan, squadra che ne detiene il cartellino. I polacchi non vogliono scendere al di sotto dei 10 milioni di euro. Tanti, anche troppi, per un calciatore ancora acerbo e troppo giovane per sprigionare l’intero potenziale. In più i rossoneri non cercano un trequartista, o almeno non è la priorità: per Maldini serve un difensore centrale e un vice Ibra al più presto possibile.

Leggi anche———–> Meité-Milan: terminate le visite mediche. Adesso manca la firma

Chi è Filip Marchwinski

19 anni, ottimi piedi e la giusta personalità. Filip Marchwinski potrebbe avere un futuro molto florido, soprattutto in Italia (con la maglia del Milan). Infatti Paolo Maldini ha incontrato due giorni fa l’agente del giocatore, Giovanni Branchini, per discutere di un suo passaggio a Milano. Il talentino polacco ha ricevuto da poco la prima convocazione nella sua nazionale under 21, grazie proprio alle sue giocate in mezzo al campo.

Cresciuto nelle fila del Lech Poznan (di cui è anche un grande tifoso) fin da bambino, non ha mai abbandonato la sua fede. Esordisce in Prima Squadra a 16 anni, nel dicembre 2018, concludendo quella stagione con 2 gol e un assist in 11 presenze.

Forte fisicamente, è alto 1,87 e possiede un ottimo tiro con entrambi i piedi. Gli piace svariare sul fronte offensivo, senza dare punti di riferimento. Buona la visione di gioco e nel disimpegnarsi negli spazi stretti. Deve crescere in quanto a lucidità e concretezza negli ultimi 20-25 metri. Il talento non gli manca.