Sette atleti della Bora travolti in allenamento: c’è anche Kelderman

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:12

Kelderman e altri componenti della squadra di ciclismo Bora di Sagan investiti da un Suv sul Garda. In tutto sette gli atleti travolti, tre dei quali sono finiti in ospedale.

sagan-bora-meteoweek
Peter Sagan capitano della Bora (photo by Getty Images)

Un semplice allenamento si è trasformato una tremenda disavventura per alcuni componenti della Bora-Hansgrohe. La compagine di ciclismo, tra le cui fila milita anche il grandissimo Peter Sagan, è stata protagonista con alcuni suoi atleti di un brutto incidente. Erano sette i corridori della formazione britannica che si stavano allenando sulle strade di Peschiera del Garda. All’improvviso, però, un Suv ha tagliato la strada allo sparuto gruppo di ciclisti che si stavano preparando per una sgambata, che sarebbe stata anche l’ultima sul suolo italiano.

Il team Bora, infatti, era prossimo al trasferimento al caldo delle Canarie. Era infatti in corso la prima parte del ritiro, con la squadra al gran completo che aveva deciso di trascorrere l’ultimo weekend italiano lungo il Lago di Garda. Tuttavia, all’altezza di Ronchi di Castelnuovo del Garda, in provincia di Verona, è avvenuto il fattaccio che ha scosso tutto. Il fuoristrada non ha rispettato la precedenza, su una strada che distava qualche decina di metri dall’albergo in cui alloggiavano i corridori con il resto dello staff.

Leggi anche -> Marta Bassino esplode di gioia: “Sto vivendo emozioni incredibili”

L’impatto tra i corridori e il Suv è stato particolarmente forte, tanto che è stato necessario anche l’intervento della Croce Bianca di Peschiera. Tra i ciclisti del team Bora che hanno riportato le peggiori conseguenze c’è anche Wilco Kelderman. L’olandese, giunto in terza posizione e all’ultimo Giro d’Italia, ha riportato una commozione cerebrale importante e una lesione al ginocchio. Un trauma cranico e lesioni a un braccio, stando ai primi rumors, sono stati invece riportati dai tedeschi Rüdiger Selig e Andreas Schillinger. Quest’ultimo avrebbe riportato anche fratture cervicali e toraciche.

Leggi anche -> Ultim’ora Toro: esonerato Giampaolo, al suo posto Davide Nicola

E poi ci sono gli altri quattro corridori del team Bora, ovvero Marcus Burghardt, Anton Palzer, Maximilian Schachmann e Michael Schwarzmann. Questi quattro non hanno riportato particolari problemi dall’incidente con il Suv, giusto qualche graffio ma niente di che. Il più fortunato di tutti è stato invece Peter Sagan, il quale aveva effettuato la sgambata in mattinata, prima di andare a effettuare il necessario tampone prima di partire per le Canarie. Si propone ancora una volta, dunque, il problema della sicurezza stradale per i corridori. Non solo in allenamento, ma anche durante le gare.