Inter-Juventus 2-0 | Tabellino | Cronaca della partita | Pagelle | Highlights

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:09

Il Derby d’Italia sorride all’Inter che batte la Juventus 2-0 nel posticipo serale. Nel primo tempo apre le marcature l’ex Vidal, nella ripresa raddoppia Barella. Sullo 0-0 rete annullata a Ronaldo. Tabellino, pagelle, cronaca della partita e highlights.

Arturo Vidal, autore del gol dell’1-0

Tre punti pesanti per la squadra di Antonio Conte che grazie al successo di stasera permette all’Inter di agganciare il Milan in testa alla classifica, in attesa del match di lunedì sera dei rossoneri a Cagliari.

Brutto k.o. per la Juve di Andrea Pirlo che non ha mai dato l’impressione di poter dare fastidio alla retroguardia nerazzurra.

La cronaca di Inter-Juventus

Inter-Juve, il Derby d’Italia per eccellenza, è sempre una partita speciale. Fuochi d’artificio nel cielo sopra San Siro negli istanti che precedono il calcio d’inizio. Ma in campo è la squadra di Conte che fa vedere le stelle ai bianconeri, imbrigliati dalla compattezza della retroguardia interista mostrata per quasi tutti i 90′ minuti.

I due allenatori confermano le indiscrezioni della vigilia e schierano le formazioni annunciate.

Pochi minuti dopo il fischio d’inizio, l’episodio decisivo che indirizza l’incontro. Rabiot riesce a ritagliarsi lo spazio per un tiro potente che trova i guantoni di Handanovic. La palla respinta dal portiere interista finisce sui piedi di Cristiano Ronaldo che insacca. La bandierina del guardalinee però è alzata e Doveri annulla il possibile vantaggio dei torinesi. E’ il 10′ minuto. Sul capovolgimento di fronte, Vidal dialoga bene con Barella che mette al centro un invitante traversone per il cileno. Lo stacco di testa da distanza ravvicinata del grande ex di turno è troppo angolato per Szczesny  che può solo raccogliere il pallone il rete.

E’ la svolta della partita: il vantaggio permette all’Inter di impostare la partita che voleva. I nerazzurri lasciano sfogare la Juve che si perde sempre al limite dell’area, fatta eccezione per un paio di conclusioni da fuori di CR7 che fanno il solletico ad Handanovic.

Sull’altro fronte, i ragazzi di Conte ripartono spesso in contropiede e creano sempre azioni pericolose: la Juve rischia troppo ma Lukaku e Lautaro Martinez vanno più volte vicini al raddoppio senza approfittarne. Bello il duello tra l’attaccante belga e Chiellini che fanno a sportellate con correttezza.

Squadre al riposo sull’1-0.

A inizio ripresa, il copione non cambia.  L’Inter dà sempre l’impressione di poter far male nelle ripartenze. Eccezionale al 51′ il lancio di 50 metri di Bastoni che pesca in avanti Barella con la difesa bianconera completamente scoperta. Il centrocampista della Nazionale controlla e batte Szczesny in uscita con un tiro potente sotto la traversa.

Il 2-0 taglia le gambe alla Juve e allora Pirlo prova a gettare nella mischia Kulusevski, Bernardeschi e McKennie. Ma l’Inter non concede un millimetro di spazio e le iniziative bianconere si infrangono regolarmente contro il muro difensivo nerazzurro.

L’Inter controlla il gioco e riparte. Lautaro Martinez fallisce ancora il tris, poi ci pensa il portiere della Juve a neutralizzare le altre opportunità create dai padroni di casa.

La Juve non riesce nemmeno a pungere: serata negativa per Cristiano Ronaldo e Morata. L’unico assalto, nel finale, porta la firma di Chiesa: conclusione potente e grande deviazione di Handanovic in calcio d’angolo.

Troppo poco per uscire indenni da San Siro: l’Inter vince 2-0 e conquista meritatamente i tre punti.

Il tabellino di Inter-Juventus

INTER (3-5-2): Handanovic (c) 6,5; Skriniar 6,5, De Vrij 7, Bastoni 7; Hakimi 6, Barella 7,5, Brozovic 6, Vidal 6,5 (76′ Gagliardini s.v.), Young 6 (72′ Darmian 6); Lukaku 6, Lautaro Martinez 5,5 (86′ Sanchez). Allenatore: Conte 7.

A disposizione: Padelli, Radu, Gagliardini, Sanchez, Kolarov, Sensi, Ranocchia, Perisic, Eriksen, Darmian, Pinamonti.

JUVENTUS (4-4-2): Szczesny 6; Danilo 5, Bonucci 5, Chiellini (c) 6, Frabotta 6 (58′ Kulusevski); Chiesa 6, Rabiot 5 (58′ McKennie 6), Bentancur 5, Ramsey 5 (58′ Bernardeschi 5); Morata 5, Ronaldo 5. Allenatore: Pirlo 5.

A disposizione: Buffon, Pinsoglio, Garofani, Di Pardo, Demiral, Dragusin, Arthur, McKennie, Ranocchia, Fagioli, Bernardeschi, Kulusevski.

Arbitro: Daniele Doveri di Roma. Assistenti: Carbone e Peretti. Quarto uomo: Maresca. VAR: Calvarese. Assistente VAR: Alassio.

MARCATORI: Vidal (I) al 12′; Barella (I) al 51′.

NOTE: Ammoniti Young e Barella (I); Bonucci e Morata (J).

La classifica

Milan* e Inter 40 punti; Napoli* e Roma 34; Juventus* 33; Atalanta* 32; Lazio 31; Sassuolo 30; Verona 27; Sampdoria 23; Benevento 21; Bologna  20; Spezia e Fiorentina 18; Udinese* 16; Genoa 15; Cagliari* 14; Torino e Parma 13; Crotone 12.

* una partita in meno

Gli highlights

 

LEGGI ANCHE ———–> Inter-Juventus 2-0: il Derby d’Italia è nerazzurro