Inter-Juventus 2-0: il Derby d’Italia è nerazzurro

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:41

Conto alla rovescia quasi terminato. Stanno finalmente per accendersi i riflettori su Inter e Juventus, in campo questa sera alle 20.45 a San Siro. L’ex Vidal sblocca la partita al 12′. Al 51′ raddoppia Barella. Seguite la diretta live.

Roberto Gagliardini e Cristiano Ronaldo

Cronaca in diretta

 

E’ finita: l’Inter batte la Juve 2-0 grazie ai gol di Vidal e Barella.

Doveri concede cinque minuti di recupero. Sempre 2-0 Inter.

87′: grande parata di Handanovic sulla conclusione di Chiesa.

86′: Spazio a Sanchez, esce Lautaro Martinez.

76′: infortunio per Vidal. Entra Gagliardini.

72′: Darmian prende il posto di Young.

71′: Lautaro Martinez si divora il tris. Destro a giro da ottima posizione, palla fuori.

67′: Ammonito Barella.

La Juve fatica a costruire occasioni, l’Inter è compatta e parte sempre pericolosamente in contropiede.

64′: Brozovic conclude sul fondo da buona posizione.

62′: Ammonito Morata per fallo su Bastoni.

62‘: Colpo di testa di McKennie, blocca Handanovic.

60′: Ammonito Young.

58′: Pirlo getta nella mischia Bernardeschi, Kulusevski e McKennie, escono Rabiot, Frabotta e Ramsey.

51′: GOL DELL’INTER. Lancio di 50 metri di Bastoni, la difesa della Juve è scoperta. Si inserisce Barella che fulmina Szczesny in uscita con un tiro che si infila sotto la traversa. 2-0!

Iniziato il secondo tempo. Nessun cambio, si riparte dall’1-0 per i nerazzurri.

Finisce la prima frazione con i padroni di casa in vantaggio.

38′: Travolgente discesa sulla destra del solito Barella, palla in mezzo per Lukaku che di prima intenzione calcia verso la porta. Szczesny blocca. Inter ancora vicina al secondo gol.

37′: CR7 da fuori area: destro potente ma centrale, blocca Handanovic.

35′: Primo giallo dell’incontro per Bonucci per fallo su Lautaro in mezzo al campo.

33′: Botta di Ronaldo da lontanissimo, palla in tribuna.

31′: Nuovo tentativo di Lautaro Martinez dal limite dell’area. Destro di poco fuori.

Trascorsa la prima mezz’ora del primo tempo, Inter sempre avanti 1-0.

Ora la Juve preme alla ricerca del pareggio, l’Inter si difende con ordine.

23′: Inter vicinissima al raddoppio. Lukaku in contropiede impegna severamente Szczesny, Lautaro Martinez si ritrova la palla sui piedi ma calcia incredibilmente alto con la porta spalancata.

La Juve accusa il colpo, l’Inter si chiude bene e controlla il gioco.

15′: Vidal ci riprova dal limite, palla altissima.

12′: GOL DELL’INTER! Vidal apre a destra per Barella, cross in mezzo per lo stesso cileno che anticipa Danilo e va in rete con un colpo di testa perfetto dal limite dell’area piccola. 1-0!

10′: Rete annullata alla Juve. Gran tiro da fuori area di Rabiot, respinto da Handanovic. Il tocco sotto misura di Ronaldo sulla ribattuta batte il portiere dell’Inter ma c’era la bandierina alzata. Dubbi sulla segnalazione del guardalinee.

7′: La prima occasione è per l’Inter. Punizione dai 25 metri di Brozovic da posizione centrale, palla a lato di un metro.

Partita iniziata a San Siro.

Derby d’Italia numero 175

Inter-Juve mette in palio tre punti cruciali per la volata scudetto. Nerazzurri e bianconeri si ritroveranno di fronte stasera alle 20.45 allo stadio “Meazza” di Milano.

Sarà il Derby d’Italia numero 175: i padroni di casa arrivano alla sfida al secondo posto in classifica con 37 punti,  la Juventus è quarta a quota 33 (ma deve recuperare la partita con il Napoli).

In campo scenderanno il miglior attacco della competizione (l’Inter è andata a segno 43 volte) e la miglior difesa (16 i gol subiti dalla Juventus, al pari di Napoli e Verona) e i due migliori marcatori della Serie A, Romelu Lukaku (12 reti) e Cristiano Ronaldo (15 gol).

La direzione della gara è affidata all’arbitro Daniele Doveri di Roma.

Il tabellino live

INTER (3-5-2): Handanovic (c); Skriniar, De Vrij, Bastoni; Hakimi, Barella, Brozovic, Vidal (76′ Gagliardini), Young (72′ Darmian); Lukaku, Lautaro Martinez (86′ Sanchez). Allenatore: Conte.

A disposizione: Padelli, Radu, Gagliardini, Sanchez, Kolarov, Sensi, Ranocchia, Perisic, Eriksen, Darmian, Pinamonti.

JUVENTUS (4-4-2): Szczesny; Danilo, Bonucci, Chiellini (c), Frabotta (58′ Kulusevski); Chiesa, Rabiot (58′ McKennie), Bentancur, Ramsey (58′ Bernardeschi); Morata, Ronaldo. Allenatore: Pirlo.

A disposizione: Buffon, Pinsoglio, Garofani, Di Pardo, Demiral, Dragusin, Arthur, McKennie, Ranocchia, Fagioli, Bernardeschi, Kulusevski.

Arbitro: Daniele Doveri di Roma. Assistenti: Carbone e Peretti. Quarto uomo: Maresca. VAR: Calvarese. Assistente VAR: Alassio.

MARCATORI: Vidal (I) al 12′; Barella (I) al 51′.

NOTE: Ammoniti Young e Barella (I); Bonucci e Morata (J).

Squalificati: nessuno.

Diffidati: Brozovic (I), Betancur, Danilo, Kulusevski e Rabiot (J).

I precedenti tra Inter e Juventus

Il match di stasera sarà il 175° confronto in Serie A tra Inter e Juventus, e la sfida numero 88 al Meazza dove il bilancio è di 35 vittorie dell’Inter, 28 pareggi e 25 successi bianconeri.

Curiosità

L’Inter ha ottenuto cinque successi casalinghi consecutivi in Serie A.

I nerazzurri si presentano alla sfida al secondo posto in classifica con 37 punti conquistati, frutto di 11 vittorie, 4 pareggi e 2 sconfitte e con il migliore attacco del campionato (43 i gol realizzati in 17 partite e 23 quelli subiti). L’Inter è la squadra che ha segnato più gol di testa nella Serie A in corso (9), dall’altra parte la Juventus è l’unica a non averne ancora subiti con questo fondamentale in stagione nei cinque maggiori campionati europei.

La Juventus ha vinto le ultime tre gare fuori casa di Serie A TIM, l’ultima volta che ha fatto meglio è stata nel marzo 2019 (4). La squadra di Pirlo arriva alla sfida al quarto posto in classifica a quota 33 punti e dopo 3 successi consecutivi ottenuti contro Udinese, Milan e Sassuolo, colti a seguito della sconfitta casalinga contro la Fiorentina. I bianconeri hanno segnato 35 gol e ne hanno subiti 16: il match del Meazza metterà uno contro l’altro il miglior attacco della competizione (quello nerazzurro) e la miglior difesa (quella della Juventus, a pari merito con Napoli e Verona).

Brozovic ha servito almeno un assist in tutte le ultime quattro presenze di Serie A: nessun giocatore dell’Inter ha fatto meglio nella competizione dal 2004/05.

Sei gol in campionato per Hakimi, primato assoluto personale in una stagione per il marocchino: è il difensore con il più alto numero di gol nei top-5 campionato europei.

Gli ex di turno

Ex di turno saranno Vidal che ha giocato nella Juve dal 2011 al 2015 oltre ad Antonio Conte che ha un passato da giocatore e allenatore della Juve. Anche Andrea Pirlo ha militato nell’Inter nella sua carriera da calciatore.