Giampaolo, esonero in tre righe: è il nono in carriera. Al Toro ecco Nicola

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:54
0

Brevissimo comunicato stampa del Toro per salutare l’esonerato Marco Giampaolo: sulla panchina granata arriva un torinese doc

 

Davide Nicola (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)
Davide Nicola (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

E’ il nono esonero in carriera per Marco Giampaolo, che al Milan era saltato ad ottobre 2019 e che invece conclude la sua avventura con il Toro a gennaio 2021. Dopo gli esoneri di Cagliari (2007 e 2008), Siena (2010), Catania (2011), Cesena (2012), Brescia (2014) e l’ultima cacciata in rossonero Giampaolo viene salutato dai granata con un brevissimo comunicato ufficiale.

Toro-Giampaolo, è finita

Ecco quanto riportato alle 19,50 sul sito del Toro: “Il Torino Football Club comunica di aver esonerato Marco Giampaolo dall’incarico di allenatore della Prima Squadra. La Società ringrazia Giampaolo e il suo staff per la professionalità e per l’impegno dimostrati in questi mesi in granata”. Giampaolo paga la pessima prestazione della squadra con lo Spezia: 85 minuti di superiorità numerica, un inutile 0-0 per un totale di 13 punti in 18 partite con un penultimo posto in classifica che fa paura a tutto l’ambiente. Il rischio serie B è concreto e la scossa voluta da Cairo è il segnale si aspettavano i tifosi.

Davide Nicola e le salvezze miracolose: l’ultima festeggiata in bici

Il Toro (che tra i tanti record negativi non ha mai vinto in casa) si affida ora ad un torinese doc: Davide Nicola da Luserna San Giovanni. Il tecnico classe 1973, nato in un paese del pinerolese a 50 chilometri da Torino, è uno specialista del lavoro sporco. Ha salvato il Genoa l’anno scorso e nel 2017 ci era riuscito con il Crotone. Dopo una rincorsa da record che portò in dote 20 punti tra aprile e maggio. Quel traguardo lo festeggiò tornando a casa, in bici: giunse al Filadelfia – da poco reinaugurato – accolto dal popolo granata.

Leggi anche >   Il Toro, Dorigo e la presunta gara truccata. Ferrante e Bonomi: “E’ follia”