Fiorentina, Prandelli: “Crotone insidioso, ci giochiamo tanto”. E sull’esonero…

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:28
0

La Fiorentina ospiterà il Crotone nella 19esima giornata di Serie A. La Viola è reduce da due sconfitte tra campionato e Coppa Italia e cercherà di conquistare punti preziosi contro il fanalino di coda della classifica. Il tecnico Cesare Prandelli ne ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match.

prandelli
Cesare Prandelli, allenatore della Fiorentina (Photo/Getty Images)

La Fiorentina sfiderà il Crotone nell’anticipo della diciannovesima giornata di Serie A. La gara in programma domani sera allo Stadio Artemio Franchi sembra alla portata della Viola, ma Cesare Prandelli non vuole che si sottovaluti l’avversario, fanalino di coda della classifica. Gli Squali, d’altra parte, sono reduci dalla vittoria contro il Benevento, che ha regalato loro grande ottimismo. I padroni di casa, al contrario, nelle ultime due gare tra campionato e Coppa Italia hanno collezionato soltanto ko.

Leggi anche -> Crotone, Stroppa: “Con la Fiorentina sarà dura, ma vogliamo continuità”

Prandelli alla vigilia

Cesare Prandelli, intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del match casalingo, ha parlato del momento che la sua squadra sta vivendo a seguito della sconfitta in Coppa Italia: “Al termine della gara ho chiesto scusa ai tifosi anche se può capitare anche alle grandi squadre. Non ci porteremo dietro però il ko di Napoli, i giocatori vogliono reagire e ci sono i presupposti per farlo. Domani dobbiamo vincere la partita a tutti i costi, anche se sarà un match insidioso. La mia Fiorentina domani si gioca tanto, da tutti i punti di vista. Il Crotone è una squadra insidiosa che gioca un calcio pensato e non improvvisato, ha messo in difficoltà tante squadre e dovremo quindi avere massima attenzione. Io però ho grande fiducia nei miei. La squadra di Stroppa ha idee e gioca su situazioni consolidate, mantenendo sempre un equilibrio. Non tutte le squadre però sono perfette, noi dovremo giocare nelle posizioni giuste ed essere spietati quando ne avremo l’occasione. Abbiamo grande rispetto per il Crotone“.

E sulle difficoltà avute sul campo aggiunge: “Dobbiamo uscire da questa situazione. In certe partite abbiamo dimostrato che lo sappiamo fare, ma ci serve continuità. Siamo una squadra che vive molto di pancia le partite, ma nel calcio serve equilibrio e noi dobbiamo ritrovarlo. È capitato spesso di prendere gol al primo tiro, poi diventa tutto complicato. Domani voglio vedere una squadra matura. Sono convinto che i miei possono farcela e che domani vedremo una bella partita“. Parole importanti anche sul ritorno a Firenze: “I miei amici così come i miei familiari – ammette Prandelli mi chiedono chi me l’abbia fatto fare, ma io non penso di aver fatto la scelta sbagliata. Amo Firenze e la Fiorentina, ho scelto col cuore. Siamo in difficoltà, è vero, ma io non ho mai avuto paura delle difficoltà. Esonero? Se hai paura di essere esonerato, è meglio non fare questo lavoro. Gli allenatori vivono tutti in base ai risultati, non ho questa sensazione. Il confronto con Commisso mi ha mostrato una persona molto positiva. C’è stata grande sintonia tra noi“.

La formazione

Cesare Prandelli, inoltre, si è espresso in merito agli undici che potrebbero scendere in campo domani sera: “Ribery sarà un valore aggiunto domani, ci farà vincere la partita: ci sono stati tutti i chiarimenti dovuti. Non dimentichiamoci che è un campione e lui vuole essere importante in questa Fiorentina. Pulgar è un ragazzo molto sensibile e introverso, ma anche un calciatore molto importante. Ha sofferto durante il periodo del Covid e ha avuto anche dei problemi post-Covid. Negli ultimi giorni però l’ho visto molto bene e quindi si sta riprendendo una grande considerazione“. E sul tridente: “Il problema non è abbandonare una scelta o un sistema di gioco, ma trovare degli equilibri. Per equilibrio intendo compattezza e distanze giuste tra i reparti. Non è una questione di sistema di gioco, ma di trovare velocemente equilibrio“.

Leggi anche -> Fiorentina, lo Spartak Mosca ufficializza il passaggio di Kokorin

Il tecnico della Fiorentina inoltre ha voluto mettere una pietra sul tema del mercato: “È irrispettoso parlare di mercato nei confronti dei giocatori che ci sono in questo momento e che stanno cercando di uscire dalle difficoltà“. E su Kokorin: “Aspettiamo che arrivi e che faccia le visite“.

La questione Stadio

La chiosa della conferenza stampa di Cesare Prandelli è dedicata alla questione relativa allo Stadio Artemio Franchi e sulla lunga querelle con i vertici di Firenze: “Sullo stadio c’è già Commisso che sta discutendo da tanti mesi. Entrare in queste dinamiche non mi compete, non sono la persona adatta e questo non è il momento. Il nostro presidente ha grande entusiasmo e voglia di lasciar qualcosa a Firenze, sperando che la politica e la burocrazia glielo permettano“.

I convocati della Fiorentina

La Fiorentina ha diramato attraverso i canali ufficiali la lista dei convocati da Cesare Prandelli per la sfida al Crotone:

1) AMRABAT Sofyan

2) BARRECA Antonio

3) BIRAGHI Cristiano

4) BONAVENTURA Giacomo

5) CACERES SILVA Josè Martin

6) CALLEJON BUENO Josè Maria

7) CASTROVILLI Gaetano

8) DOS SANTOS DE PAULO Igor Julio

9) DRAGOWSKI Bartlomiej (P)

10) EYSSERIC Valentin

11) KOUAME Kouakou Christian Michael

12) MARTINEZ QUARTA Lucas

13) MILENKOVIC Nikola

14) MONTIEL RODRIGUEZ Cristobal

15) PEZZELLA German Alejo

16) PULGAR FARFAN Erick Antonio

17) RIBERY Franck Pierrè Francois

18) RICCO Jacopo (P)

19) TERRACCIANO Pietro (P)

20) VALERO IGLESIAS Bojia

21) VENUTI Lorenzo

22) VLAHOVIC Dusan