Goggia, sei mitica! Sofia cala il poker a Crans Montana

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:33

Sul tracciato originale della discesa svizzera la Goggia ottiene la quarta vittoria in discesa libera. Sul podio anche Elena Curtoni che è terza, in mezzo la Gut-Behrami. Quarta Pirovano, nona Brignone.

goggia
Sofia pennella sulla neve di Crans – meteoweek.com (Photo by Alain Grosclaude/Agence Zoom/Getty Images)

Sofia Goggia non lascia, ma raddoppia! La campionessa italiana sfodera tutta la sua classe e la proverbiale grinta, per portare a casa un’altra vittoria, la seconda in meno di 24 ore. Era solo ieri pomeriggio quando abbiamo raccontato il trionfo della bergamasca nella prima discesa libera di Crans Montana, che già dobbiamo parlare di un’altra grande impresa di quella che è la leader incontrastata a livello mondiale nella disciplina più veloce. E questa volta non ci sono alibi per le avversarie o modi per sminuire la grande prestazione di Sofia, a dir poco imbattibile in discesa.

Nella prova odierna si è partite in condizioni normali, visto che il vento forte di ieri ha dato tregua e ha consentito agli organizzatori di rialzare il cancelletto di partenza nel punto stabilito. La Goggia, che è partita con il pettorale numero 9 tutto colorato di rosso (era già leader della classifica di specialità), ha aggredito il tracciato elvetico con la sua solita grinta. Tanto da non lasciare scampo a nessuna delle sue avversarie. In primis una Lara Gut-Behrami che sta dimostrando uno stato di forma davvero molto buono. Non lasciamoci ingannare dal fatto che la svizzera sciasse in casa, visto che tra St.AntonKranjska Gora ha fatto vedere cose degne del suo talento.

Ma la grande giornata per il movimento italiano non si ferma qui, visto che la discesa libera numero 2 di Crans Montana vede due italiane sul podio, tre nelle prime quattro posizioni e ben cinque tra le prime 13. E partiamo proprio dall’altra azzurra che sale sul podio, quella Elena Curtoni che finalmente raccoglie i frutti del duro lavoro. Dopo essere scesa con il pettorale numero 20, l’azzurra ha finalmente domato la pista svizzera come lei e poche altre al mondo sanno fare. E il piazzamento tra le prime tre se lo può finalmente godere. Con la gioia di Sofia Goggia che è esplosa, come hanno mostrato i replay della regia internazionale.

Leggi anche -> Sofia Goggia torna al trionfo: sua la discesa di Crans Montana

Come detto, la giornata meravigliosa per lo sci italiano viene ulteriormente arricchita dal quarto posto di Laura Pirovano. La gigantista stava per mettere a segno un’impresa simile nella discesa di St.Anton, in cui si piazzò al sesto posto. Il podio è lontano giusto un paio di decimi, ma siamo sicuri che nel SuperG di domani la Pirovano potrà provarci con ancora maggiore convinzione. Restando in tema Italia dobbiamo sottolineare il nono posto di Federica Brignone: un piccolo passo in avanti rispetto a ieri e un miglioramento delle sue condizioni fisiche e mentali in vista della gara di domani. Bravissima anche Nicole Delago che chiude al tredicesimo posto e conferma il suo ottimo stato di forma.

Leggi anche -> Marta Bassino esplode di gioia: “Sto vivendo emozioni incredibili”

Diciannovesima posizione e punti che fanno morale, infine, per Francesca Marsaglia. Ha invece deciso di non prendere parte alla seconda discesa Marta Bassino, a conferma che la sua prova di ieri è servita soprattutto per prendere confidenza con le curve e la neve in vista del SuperG domenicale. Nelle prime posizioni della classifica generale di Coppa del Mondo c’è tantissima Italia: alle spalle di VlhovaGisin (oggi rispettivamente 7a e 10a) c’è proprio la Goggia, a 207 punti di ritardo dalla vetta. Bassino è quarta, Brignone settima.