Milan-Atalanta, primo tempo 0-1: decide la torsione di Romero, rossoneri disinnescati

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:57
0

Il primo tempo di Milan-Atalanta vede il domino degli ospiti che riescono anche a passare in vantaggio grazie alla rete del difensore Romero. Ibrahimovic va vicino al pareggio al 42′, ma la sfera non si deposita in rete.

Atalanta, in primo piano: Cristian Romero festeggia il suo gol contro il Midtjylland, 1 dicembre 2020 (foto di Marco Luzzani/Getty Images)
Atalanta, in primo piano: Cristian Romero festeggia il suo gol contro il Midtjylland, 1 dicembre 2020 (foto di Marco Luzzani/Getty Images)

Il primo tempo della partita Milan-Atalanta inizia con la supremazia dell’Atalanta, che lentamente si prende il possesso palla. Il rossonero Soualiho Meité, all’esordio nel ruolo di titolare, sembra aver problemi a calarsi nel suo nuovo ruolo di titolare in partita. Gosens sbaglia un ottimo pallone sottoporta, poi Ilicic cerca invano la conclusione sottoporta dal cross di Hateboer, ma Donnarumma respinge con i pugni.

La partita è anche molto maschia, ed il numero 72 della Dea finisce diverse volte a terra. La punizione ottenuta al 33′ proprio da Ilicic è al limite dell’area. È un’ottima occasione di infliggere un doppio passivo agli avversari, ma il tiro di Zapata viene respinto da Donnarumma. Subito dopo, Tonali finisce a terra, ma il gioco riprende poco dopo ed il centrocampista rossonero è in grado di continuare.


Leggi anche:

Il Milan, che statisticamente è molto prolifico nei primi 30′ di gioco, rimane a bocca asciutta. Zlatan Ibrahimovic, a pochi minuti dalla fine del primo tempo, si imbuca in area, ma non riesce nella conclusione. De Roon e Freuler vincono la battaglia a centrocampo, nonostante siano in inferiorità numerica rispetto a Meité, Tonali e Kessie.

Per De Roon c’è stata anche la possibilità di aggredire la porta, ma la conclusione non si è trasformata in gol. Castillejo sembra molto meno aggressivo rispetto ai suoi standard, forse perchè l’Atalanta sembra aver studiato bene le tattiche che fino a qui sono riuscite a disinnescare la capolista della Serie A.