Lecce, Corini: “Spirito giusto, guai a darci per morti”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:04
0

Il Lecce ha conquistato un punto tra le mura amiche contro l’Empoli. I giallorossi erano andati sotto di due reti, ma nella ripresa sono riusciti a rimontare. Provvidenziale il gol al 90′ del giovanissimo Rodriguez. Il tecnico Eugenio Corini, al termine del match, ha commentato la prestazione dei suoi.

corini lecce
Eugenio Corini, tecnico del Lecce – meteoweek.com (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

Il Lecce può festeggiare. I giallorossi, impegnati contro la capolista allo Stadio Via del Mare, hanno conquistato un pareggio che ha il sapore di una vittoria. La squadra di Eugenio Corini era infatti andata sotto di due reti nel primo tempo, ma nella ripresa, approfittando di un calo fisico degli avversari, grazie alle intuizioni di Mancosu Rodriguez, quest’ultimo subentrato, sono riusciti a portare a casa un punto in extremis. Il gol del 2-2, infatti, è arrivato al 90’.

Leggi anche -> Lecce-Empoli 2-2: Rodriguez beffa la capolista al 90′. Tabellino e classifica

Corini nel post-gara

Eugenio Corini, intervenuto in conferenza stampa al termine della gara casalinga, ha commentato la prestazione dei suoi: “Non ho tante spiegazioni da dare. Sicuramente è stato fatto un lavoro dove si poteva perdere brillantezza, ma immaginavamo cose importanti nel medio periodo. Abbiamo pagato un po’ a inizio gara, come a Reggio. Il cambio di sistema è stato pensato in questa settimana e di fronte sapevamo di avere una squadra ben consolidata, con delle certezze che noi non potevamo avere. Ci siamo gestiti con le risorse, con la condizione atletica, con giocatori recuperati all’ultimo. Lo spirito della squadra è stato giusto, sono stati importanti i cambi e abbiamo avuto la voglia di recuperare il risultato. Sono segnali importanti, le partite non sono mai morte. Per settanta minuti abbiamo avuto difficoltà e complimenti ai miei ragazzi per la reazione”. E aggiunge: “Questa partita l’ha pareggiata il gruppo squadra, il risultato è sempre di tutti. Sapevo di poter pagare qualcosa in termini di brillantezza e penso che questa squadra verrà consolidata. Il nostro girone d’andata è tra il discreto e il buono. Sono felice che finirà il mercato e pulirà tante situazioni, sono felice per il futuro”.

Parole di elogio soprattutto per i nuovi e per i giovani: “Sono entrati bene, volevo dare nuova energia al centrocampo. Hjulmand lavora con noi da una settimana, il ragazzo è sveglio. Tutti sono entrati bene e sono felice. Il calcio è cambiato negli ultimi anni, e mi fa rammarico pensare a questa rimonta senza la nostra gente. Con lo stadio pieno magari sarebbe entrata la palla del 3-2. Per noi l’apporto della gente è importante, per caratteristiche e altri tratti. I cinque cambi mutano anche le strategie. In questo girone d’andata abbiamo avuto la percezione che il gruppo unito conta tanto e trova risorse nei momenti di difficoltà”. E, in particolare, per il match winner Rodriguez: “Si sta meritando spazio, ha energia da modulare e nella profondità fa male. Ha meritato la mia attenzione e se continua così avrà più spazio. Ha recuperato all’ultimo e siamo riusciti a portarlo in panchina. In certi momenti serve l’energia, serve spensieratezza. Non vedevo la forza per reagire e delle risorse le ho trovate”.

Infine, un bilancio del girone di andata e qualche idea per il futuro prossimo: “L’andata – prosegue Corini ha detto che siamo in zona play-off e che dobbiamo alzare il livello per fare qualcosa di buono. Dovevamo convertire dei pareggi in vittorie e il passaggio che dovremo fare sarà questo, oltre l’inserimento di ragazzi che hanno bisogno di adattamento. La classifica dice che dobbiamo alzare il livello. I ragazzi dimostrano valore e l’atteggiamento è giusto. La linea tracciata è giusta e vedremo cosa saremo capaci di fare nel girone di ritorno e già da sabato proveremo a vincere. Oggi avevamo di fronte una squadra solida, con giocatori oggettivamente importanti, siamo stati messi sotto stress, l’Empoli è rodato e hanno avuto una partita in più giocando a Napoli, ho visto brillantezza ed efficacia. Abbiamo tenuto botta bene e abbiamo superato il test contro il migliore attacco. Credo che potremo migliorare perché il livello dell’avversario non sarà sempre quello dell’Empoli. Potremo solo migliorare”.

Leggi anche -> Empoli, Dionisi: “Partita quasi perfetta, merito a Lecce. Lotteremo sempre”

Mancosu al triplice fischio

Il capitano Marco Mancosu, in conferenza stampa al termine del match, si è complimentato con i compagni: “E’ un risultato molto importante per il morale, ma la partita ci deve far riflettere perché per un’ora abbiamo fatto male. Chi è entrato nel corso della ripresa ha fatto super bene e questo è molto importante perché le gare si vincono anche con i cambi. Sono contento per i giovani che hanno fatto benissimo. Davanti a noi avevamo una squadra molto forte e hanno dimostrato qui la loro posizione in classifica. Noi però nonostante le evidenti difficoltà siamo riusciti a conquistare un punto, situazioni come quelle che stiamo vivendo capitano spesso nel calcio ma sono convinto che nelle prossime settimane la società lavorerà a delle soluzioni. Noi dobbiamo solo pensare a fare bene sul rettangolo verde”. E sull’ex compagno La Mantia: “Andrea è un grande, avrò sempre riconoscenza per i giocatori che mi fanno vincere e ho sempre piacere a vederlo”.