Mercato dell’Inter senza botti. Marotta: “Periodo molto delicato per il club”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:10
0

Nessun movimento in entrata e probabilmente neppure in uscita. Il calciomercato dell’Inter si dovrebbe chiudere senza colpi di scena: la società è intenzionata a riconfermare la rosa attuale senza innesti significativi. Marotta: “Siamo competitivi così”.

Beppe Marotta, amministratore delegato dell’Inter (credit by Getty Images)

Le indiscrezioni sul futuro della società che presto potrebbe cambiare padrone bloccano il mercato dell’Inter.

A gennaio, come ha confermato Beppe Marotta ai microfoni di “Sky Sport”, non ci saranno movimenti: potrebbe partire soltanto Christian Eriksen, messo ai margini da Antonio Conte fin dall’inizio della stagione. Ma il danese lascerà la “Pinetina” soltanto di fronte a un’offerta congrua: la società nerazzurra chiede 10 milioni di euro.

Marotta: “Mercato chiuso”

L’amministratore delegato dell’Inter non ha negato il momento difficile, legato alla possibile cessione del pacchetto di maggioranza prima smentito dal presidente Zhang e poi confermato dall’ex dirigente della Juve.

Mercato? Per noi è già chiuso. Il nostro unico stimolo è quello di dare certezza al nostro gruppo, che è coeso e compatto. Siamo competitivi con questi giocatori. E’ un periodo molto delicato per il nostro club, siamo alla ricerca del senso di appartenenza e dell’amore verso la maglia, cose che il mercato non ti dà”, ha detto Marotta.

LEGGI ANCHE ——> Zhang rassicura: “Garantiremo la stabilità del club”

Agoumé resta allo Spezia

Lucien Agoumé, 18 anni, è in prestito allo Spezia (credit by Getty Images)

Insomma, nessun nuovo colpo. L’Inter punterà sul sospirato rientro di Matias Vecino, quasi prossimo al rientro. Non tornerà alla base nemmeno il diciottenne Lucien Agoumé, centrocampista francese attualmente in prestito allo Spezia.

“Vecino si è aggregato, spero che possa dare il suo apporto nel futuro della nostra stagione. Agoumé? Stiamo parlando di un classe 2002 che deve trovare continuità in una squadra di provincia, giocando spesso”, ha ribadito l’amministratore delegato nerazzurro.

“Sull’Inter molte speculazioni”

Marotta ha poi puntato il dito sui media che stanno mettendo in dubbio la solidità finanziaria della società attraverso congetture e illazioni che, secondo lui, sarebbero prive di ogni fondamento.

“Nelle ultime settimane – ha proseguito il dirigente interista – si sono divulgate tante notizie, alcune vere ma anche molte speculazioni, che hanno l’obiettivo di mettere in difficoltà l’ambiente. Ma questo non è possibile, per la credibilità della proprietà e del management. Nessuno può mettere in discussione l’orgoglio del nostro club”.

Il caso Hakimi

L’esterno nerazzurro Achraf Hakimi (credit by Getty Images)

Il riferimento è al caso Hakimi: secondo alcune notizie riportate dalla stampa nazionale, l’Inter non avrebbe saldato la prima rata per l’acquisto dell’esterno marocchino, pari a 40 milioni di euro.

Indiscrezione, questa, smentita da una nota ufficiale divulgata dal Real Madrid.

“In merito alla notizia del Corriere dello Sport su presunte tensioni tra il nostro club e l’Inter, il Real vuole chiarire che si tratta di una notizia assolutamente falsa. Mai chieste garanzie all’Inter, club storico e amico del Real, su Hakimi. I termini di pagamento di Hakimi fanno parte di normali e abituali relazioni contrattuali tra club calcistici. Mai il Real Madrid ha chiesto alcun tipo di garanzia all’Inter come afferma il Corriere dello Sport. I rapporti sono sempre stati e sono eccellenti”.

LEGGI ANCHE ——> Maxi offerta di BC Partners per acquistare l’Inter